53573 Letture

Impariamo a conoscere Visual Studio .Net 2003

Ultimo nato nella grande famiglia di tool di sviluppo rilasciati dalla Microsoft Corporation, Visual Studio.Net si presenta come lo strumento di punta, in fatto di programmazione.
Visual Studio .Net è un insieme completo di strumenti di sviluppo per la creazione di applicazioni Web ASP, servizi Web XML, applicazioni desktop e applicazioni per portatili. Visual Basic .Net, Visual C++ .Net e Visual C# .Net utilizzano tutti lo stesso ambiente di sviluppo integrato (IDE) che consente la condivisione di strumenti e risorse per la creazione di soluzioni con linguaggio misto. Questi linguaggi sfruttano inoltre le funzionalità di .Net Framework, che fornisce accesso a tecnologie chiave in grado di semplificare la sviluppo di applicazioni Web ASP e servizi Web XML.
Giunto già alla seconda release, VS.Net (così chiameremo d'ora in avanti Visual Studio.Net) è l'erede naturale di Visual Studio 6, ma nell'analisi che affronteremo nelle prossime lezioni, scopriremo assieme che al di là del nome e di eredità inevitabili, collegate ai linguaggi di programmazione che supporta, ha molto di diverso. Sviluppato per realizzare svariate tipologie di applicativi, permette di far comunicare i vostri software con il nuovo .Net FrameWork realizzato da Microsoft.

Nel corso delle prossime lezioni, come detto, cercheremo di addentrarci meglio nelle molte potenzialità offerte da questo nuovo tool di sviluppo. Per il momento limitiamoci a conoscere l'IDE di sviluppo offertoci da VS.Net.


Non appena avvierete VS.Net, vi sarà richiesto di scegliere un PROFILO che vi si addice. Vale a dire Esperto, sviluppatore, apprendista e voci di questo genere, che altro non serviranno all'ambiente di sviluppo per settare in maniera il più adatta possibile, gli aiuti e l'l'impostazione degli strumenti messici a disposizione.


Fatto questo, sarete pronti per partire. Per prima cosa dovremo scegliere la tipologia di progetto da realizzare. Come fondamentali possiamo sottolineare le "Applicazione Windows" e "Applicazione Web Asp.Net".

La scelta del tipo di progetto viene effettuata dal menù File/Nuovo/Progetto....
La finestra che VS.Net proporrà, sarà identica a quella che segue:


Come potete osservare, abbiamo evidenziato le due opzioni sopra menzionate. In Rosso è indicata la tipologia di progetto che porterà alla realizzazione di un applicativo destinato a girare sotto sistemi operativi Windows, in Blu un progetto per la creazione di applicativi web, sviluppati con la nuova tecnologia Microsoft Asp.Net.
Tra le opzioni preformattate offerte, ce ne sono davvero molte, ed avremo modo di approfondirne le più importanti, nelle successive lezioni.

Una volta scelta la tipologia di progetto da realizzare, VS.Net ci proporrà una schermata simile a questa. Ho usato il termine simile, in quanto, come già gli utenti di Visual studio 5.0 – 6.0 sapranno, l'IDE grafico è del tutto personalizzabile.


Ho evidenziato con tre colori le tre aree fondamentali durante il processo di sviluppo.

In rosso troviamo il "Code inspector", cioè l'area del tool dedicata alla gestione del codice. Notevolmente migliorata nella versione 1.0 di VS.Net è già stata ritoccata nella revision 2.0, con l'aggiunta di una performante struttura ad albero ed una più potente funzionalità di indentazione. Ogni funzione, metodo o proprietà potrà così essere racchiusa in un ramo espandibile in maniera isolata, così da poter avere una visione d'insieme delle funzioni e procedure gestite dall'applicazione e dalle singole classi.


In azzurro, in alto a destra troviamo "Esplora soluzione", uno strumento fondamentale che ci permette di tenere sempre sotto controllo l'architettura della nostra applicazione, i riferimenti a librerie esterne e ad eventuali "namespace" presenti nel nostro progetto o in quelli esterni.

In giallo abbiamo il classico "Gestore delle proprietà", grazie al quale potremo - in maniera visuale - editare le proprietà fondamentali di ogni elemento e membro del framework .Net.

Visual Studio.Net 2003 (che segue direttamente la prima versione rilasciata) offre una prima evidente novità, rispetto alla versione 1.0: è stata inclusa, infatti, una versione avanzata di Windows .Net Framework, che di fatto ha corretto decine di bug presenti nella prima versione ufficiale. Windows .Net Framework versione 1.1 è dotato di nuove funzioni e include miglioramenti sia del software sia della documentazione (caratteristica molto importante in fase di sviluppo).
Grazie al supporto integrato per .Net Compact Framework, Visual Studio .Net 2003 inserisce nell'ambiente .Net i dispositivi portatili e incorporati come Pocket PC, così come altri dispositivi dotati del sistema operativo Microsoft Windows CE .Net. Gli sviluppatori possono ora utilizzare lo stesso modello di programmazione, gli stessi strumenti di sviluppo e le stesse conoscenze per creare applicazioni che spaziano dai più piccoli dispositivi ai più grandi centri dati.
Visual Studio .Net è l'unico ambiente di sviluppo realizzato ex novo per consentire l'integrazione con i Web service. Attraverso la condivisione dei dati via Internet tra le applicazioni, i Web service consentono agli sviluppatori di comporre le applicazioni con codice nuovo ed esistente, indipendentemente dalla piattaforma, dal linguaggio di programmazione o dal modello di oggetti.


Prima di iniziare la parte operativa e di fare definitivamente conoscenza con l'ambiente di sviluppo ritengo giusto presentare il frameWork che risiede alle fondamenta di questo nuovo architettura. Nella pagina seguente di questa lezione introduttiva, cercherò di presentarlo nella maniera più semplice possibile, introducendovi alle terminologie introdotte da .Net.


Impariamo a conoscere Visual Studio .Net 2003 - IlSoftware.it