3706 Letture
InPrivate Desktop: una sandbox per tutte le applicazioni eseguite in Windows 10

InPrivate Desktop: una sandbox per tutte le applicazioni eseguite in Windows 10

Debutterà inizialmente in Windows 10 Enterprise la nuova funzionalità di sicurezza InPrivate Desktop che consentirà di eseguire qualunque programma in un ambiente sicuro annullando tutte le modifiche eventualmente apportate alla configurazione del sistema operativo.

Microsoft sta sviluppando una nuova funzionalità di sicurezza per Windows 10 chiamata InPrivate Desktop. Essa permetterà agli utenti e agli amministratori di sistema di avviare i file eseguibili all'interno di una sandbox, isolata dal resto del sistema.

Il funzionamento di InPrivate Desktop sarà molto simile a quello di Sandboxie, storico software del quale abbiamo spesso parlato in passato (Annullare le modifiche su file e registro di sistema con Sandboxie) e poggerà sulla stessa tecnologia utilizzata per avviare il browser Edge in modalità sicura: Browser sicuro al debutto in Windows 10 Pro: è Edge con Application Guard.

InPrivate Desktop: una sandbox per tutte le applicazioni eseguite in Windows 10

Grazie a InPrivate Desktop si potrà avviare un'applicazione sulla quale si nutrono dei dubbi senza che essa possa in alcun modo modificare in via definitiva la configurazione del sistema. Non appena si chiuderà il programma tutte le operazioni da esso poste in essere saranno automaticamente annullate.


In un primo momento InPrivate Desktop dovrebbe debuttare in Windows 10 Enterprise per poi sbarcare nelle altre edizioni del sistema operativo (verosimilmente, a partire da Windows 10 Pro).
Per funzionare correttamente InPrivate Desktop richiede l'abilitazione delle funzionalità di virtualizzazione nel BIOS/UEFI (Come attivare la virtualizzazione in Windows), almeno 4 GB di RAM, 5 GB di spazio libero su disco e un processore almeno dual-core.

InPrivate Desktop: una sandbox per tutte le applicazioni eseguite in Windows 10