44901 Letture

Integrare il Service Pack 1 nel DVD d'installazione di Windows 7

Il Service Pack 1 per Windows 7 è un pacchetto di aggiornamento che, innanzi tutto, raccoglie tutti gli aggiornamenti via a via rilasciati da Microsoft dalla data di lancio del sistema operativo. Diversamente rispetto a quanto accaduto, in passato, nel caso di Windows Vista e di Windows XP, il primo Service Pack per Windows 7 e Windows Server 2008 R2 non era particolarmente atteso dagli utenti. I buoni riscontri in termini di stabilità del sistema operativo ed i pochi problemi che si sono verificati, rispetto al debutto di Vista, nel supporto delle varie periferiche hardware non ha spinto gli utenti a sollecitare la pubblicazione di un Service Pack "correttivo".

Da Redmond si è voluto ripetutamente evidenziare come il Service Pack 1 non includa nuove caratteristiche ma si proponga, più semplicemente, come una raccolta di patch, relative a problematiche di sicurezza e non, già distribuite attraverso il servizio Windows Update. L'unico intervento degno di nota sembra essere l'integrazione, direttamente nel Service Pack 1, di una nuova versione dell'applicazione client "Connessione desktop remoto". Quest'ultima è stata concepita per operare con "RemoteFX", nuova piattaforma per la gestione dell'accesso remoto che sarà lanciata nel Service Pack 1 di Windows Server 2008 R2. "RemoteFX" consentirà di migliorare ulteriormente l'esperienza dell'utente, in particolare per ciò che riguarda le applicazioni 3D e quelle multimediali. Accanto a "RemoteFX", Windows Server 2008 R2 integrerà una caratteristica battezzata "Dynamic Memory" che consentirà agli amministratori di configurare "al volo" le impostazioni delle macchine "guest" operanti in ambiente virtualizzato.
I sistemi operativi più recenti di casa Microsoft, dopo l'applicazione del Service Pack 1, supporteranno poi le cosiddette Advanced Vector Extensions (AVX), set di istruzioni implementate nella nuove generazioni di processori.

Per quanto concerne le modifiche orientate espressamente a Windows 7, ricordiamo l'ottimizzazione del supporto per i dispositivi audio HDMI che continueranno a poter comunicare con il sistema operativo anche dopo il riavvio dello stesso (diversamente rispetto a quanto è accaduto sino ad oggi).
C'è anche una correzione che riguarda il visualizzatore di documenti XPS: in questo caso, le pagine disposte con una differente orientazione potevano essere stampate in modo scorretto.
Tra le opzioni della shell di Windows, inoltre, c'è la casella "Ripristina cartelle aperte all'accesso" (Computer, pulsante ALT, Strumenti, Opzioni cartella, scheda Visualizzazione, opzione "Ripristina cartelle aperte all'accesso"). Se attivata, il sistema operativo - al successivo reboot - apriva "a cascata" tutte le cartelle precedentemente utilizzate. Applicando il Service Pack 1, le cartelle non sono più aperte "a cascata" ma vengono riproposte nelle posizioni originali.
Alcuni miglioramenti riguardano poi i protocolli RRAS - IPsec ed il supporto per i device Advanced Format (512e).

Il Service Pack 1 per Windows 7 è prelevabile sia dall'area download di Microsoft – sotto forma di pacchetto d'installazione "stand alone" –, sia come aggiornamento - di dimensioni decisamente più ridotte - scaricabile ed installabile facendo riferimento a Windows Update.


Nel primo caso, si avrà a che fare con un file di dimensioni ragguardevoli che permetterà di aggiornare tutte le versioni, sia x86 che x64 di Windows 7. Nel caso di Windows Update, la procedura di aggiornamento del sistema operativo si farà carico di recuperare soltanto i file strettamente necessari per adeguare la versione di Windows in uso.

Gli amministratori di rete possono temporaneamente bloccare l'installazione automatica del Service Pack 1 attraverso la funzionalità Windows Update del sistema operativo, servendosi dello strumento battezzato "Service Pack Blocker Toolkit" (o "Toolkit per il blocco dei Service Pack di Windows", in italiano), scaricabile cliccando qui. Il tool consentirà di bloccare l'applicazione del Service Pack 1 per un periodo massimo di un anno, sino al 22 febbraio 2012.

Il Service Pack 1 e le immagini in formato WIM ("Windows Imaging Format")

Con l'avvento di Windows 7, la procedura per l'integrazione dei Service Pack nel sistema operativo è profondamente cambiata. I file d'installazione del sistema operativo, infatti, sono infatti conservati in un unico file d'immagine che si chiama install.wim e che è memorizzato nella cartella \sources del DVD di Windows. I file in formato WIM (acronimo di "Windows Imaging Format") possono ospitare, a loro volta, diverse "immagini" ciascuna delle quali contrassegnata con un numero identificativo univoco, detto "indice". Nel file install.wim del DVD d'installazione di Windows 7 sono contenute immagini multiple, ciascuna delle quali permette il caricamento sul sistema di una specifica edizione del sistema operativo (nel caso delle versioni a 32 bit, ad esempio, Starter, Home Basic, Home Premium, Professional ed Ultimate; per le versioni a 64 bit (x64), Home Basic, Home Premium, Professional ed Ultimate).
Ad ogni edizione, come detto, è associata una descrizione ed un identificativo ("indice"). Sui DVD d'installazione delle versioni OEM di Windows 7 (fornite dal produttore hardware all'acquisto di un personal computer) potrebbe essere inserito un numero inferiore di edizioni del sistema operativo (ad esempio soltanto Home Premium, Professional ed Ultimate).

Tutti riconoscono la comodità di avere a disposizione un DVD d'installazione del sistema operativo che integri anche il Service Pack. All'atto di un'eventuale installazione di Windows, infatti, utilizzando tale supporto non si sarebbe costretti a scaricare tutti gli aggiornamenti via a via rilasciati da Microsoft dalla data di lancio di Windows 7 (22 luglio 2009 nel caso della versione RTM; 22 ottobre 2009 nei negozi) fino ad oggi. Gli update distribuiti nel corso del tempo sono inseriti nel Service Pack: provvedendone all'"integrazione" nel DVD d'installazione di Windows 7 si risparmierà, successivamente, tempo prezioso.


Tutto il necessario per l'"integrazione" del Service Pack 1

Va premesso che la procedura d'integrazione del Service Pack 1 di Windows 7 è ben lungi dall'essere immediata. Per poter essere portata a conclusione, infatti, richiede tempo e pazienza. Una volta effettuata, però, si potrà disporre di un supporto d'installazione aggiornatissimo.

Per raggiungere l'obiettivo abbiamo preferito non utilizzare software realizzato da terze parti (il più famoso è RT7Lite) ma applicare una procedura che poggia interamente su software ufficiale Microsoft.

Gli "ingredienti" che abbiamo utilizzato sono i seguenti:
Il file per l'installazione "stand alone" del Service Pack 1 di Windows 7
Tramite questa pagina, Microsoft distribuisce i file "stand alone" per l'aggiornamento di tutte le edizioni di Windows, sia in versione a 32 (x86) che a 64 bit (x64). Per evitarvi di scaricare il file ISO da 1,9 GB, vi proponiamo i link diretti per il prelievo del Service Pack 1 di Windows 7 destinato, rispettivamente, ai sistemi a 32 e 64 bit:
- Download Service Pack 1
Windows 7 per versioni del sistema operativo a 32 bit (x86)
(circa 538 MB)
- Download Service Pack 1 Windows 7 per versioni del sistema operativo a 64 bit (x64) (circa 903 MB)

I file contenuti nel DVD d'installazione di Windows 7
Il file batch che presenteremo più avanti si farà carico di copiare sul disco fisso tutto il contenuto del DVD d'installazione di Windows 7. La cartella ove i file saranno copiate può essere scelta liberamente.


IMAGEX
Un'utilità Microsoft basata su riga di comando che consente di creare, modificare e distribuire le immagini Windows i formato WIM. Il programma viene distribuito come parte integrante del corposo pacchetto WAIK ("Windows Automated Installation Kit").

DISM
Si tratta di un altro software, disponibile di default nell'installazione di Windows 7, che consente di recuperare od editare alcune informazioni relative alle immagini WIM. L'utility viene offerta anche con il pacchetto WAIK.

OSCDIMG
Uno dei componenti di WAIK, OSCDIMG è un'utilità che offre la possibilità di creare immagini di CD e DVD avviabili, in formato ISO. Tali file d'immagine possono poi essare masterizzato su supporto CD o DVD.

Per automatizzare i passi che consentono di arrivare all'integrazione del Service Pack 1 di Windows 7, abbiamo provato a realizzare uno script batch. Prima di eseguirlo, però, è necessario munirsi di tutti i requisiti indicati poco sopra.
In particolare, il file d'installazione del Service Pack 1 (windows6.1-KB976932-X86.exe oppure windows6.1-KB976932-X64.exe, a seconda della versione di Windows utilizzata) deve essere memorizzato nella directory radice dell'unità C: (c:\).

Per motivi di licensing non possiamo mettervi a disposizione i link per il download diretto delle utilità IMAGEX, DISM e OSCDIMG. Va detto però che, qualora si effettuasse l'integrazione del Service Pack 1 da un sistema Windows 7 (scelta consigliata), l'utility DISM è già disponibile (si trova nella cartella (%systemroot%\system32): sarà quindi necessario munirsi solamente dei programmi IMAGEX ed OSCDIMG.


Come già anticipato, tali utilità sono fornite con il pacchetto Microsoft WAIK. Scaricabile cliccando qui, WAIK è un pacchetto piuttosto pesante (il file d'installazione occupa più di 1,2 GB). Una volta installato sul personal computer, accedendo alla directory di WAIK si potranno trovare le utilità IMAGEX, OSCDIMG e DISM.

Download delle utilità necessarie senza scaricare né installare Microsoft WAIK

Gli utenti più esperti che volessero evitare il download e l'installazione di WAIK (i programmi dei quali si ha bisogno sono tre e non arrivano complessivamente a 2 MB), possono provare a ricorrere – esclusivamente su sistemi Windows a 32 bit (x86) – al software HttpDisk che abbiamo presentato in questo articolo.

Dopo aver impostato HttpDisk come servizio di sistema, abbiamo utilizzato il comando httpdisk /mount 0 http://download.microsoft.com/download/1/9/E/19E81FF4-B6FC-4AF0-A452-7E4B4E55B762/KB3AIK_IT.iso /cd W: per "montare" la ISO di WAIK, memorizzata sui server remoti di Microsoft, come unità locale W:.

Digitando, sempre dal prompt dei comandi, W:, quindi dir abbiamo potuto verificare il contenuto del file ISO del pacchetto WAIK.

Qualora si avesse intenzione di integrare il Service Pack 1 nel DVD d'installazione di Windows 7 32 bit (x86), si dovranno digitare, in sequenza, i seguenti comandi:
mkdir c:\win7sp1
expand Neutral.cab -F:F1_imagex C:\WIN7SP1
expand Neutral.cab -F:F1_wimgapi C:\WIN7SP1
expand Neutral.cab -F:x86_intlcfg C:\WIN7SP1
expand Neutral.cab -F:F1_oscdimg C:\WIN7SP1
ren c:\win7sp1\F1_imagex imagex.exe
ren c:\win7sp1\F1_wimgapi wimgapi.dll
ren c:\win7sp1\x86_intlcfg intlcfg.exe
ren c:\win7sp1\F1_oscdimg oscdimg.exe



Nel caso in cui, invece, di volesse integrare il Service Pack 1 nel DVD d'installazione di Windows 7 64 bit (x64), si dovranno utilizzare i comandi che seguono:
mkdir c:\win7sp1
expand Neutral.cab -F:F3_imagex C:\WIN7SP1
expand Neutral.cab -F:F3_wimgapi C:\WIN7SP1
expand Neutral.cab -F:AMD64_intlcfg C:\WIN7SP1
expand Neutral.cab -F:F3_oscdimg C:\WIN7SP1
ren c:\win7sp1\F3_imagex imagex.exe
ren c:\win7sp1\F3_wimgapi wimgapi.dll
ren c:\win7sp1\AMD64_intlcfg intlcfg.exe
ren c:\win7sp1\F3_oscdimg oscdimg.exe


  1. Avatar
    gil6
    20/03/2015 17:30:54
    Ciao , complimenti bella guida semplice , ho provato con sucesso sia la versione a 32 bit che a 64 bit , e tutto è andato bene . il giorno dopo ho riprovato ma non funzionava più , succede questo : lanciato il file BAT come amministratore .....ok alla richiesta di inserire quale disco voglio scegliere........F:\)........ok alla richiesta del percorso dove verranno copiati i file del DVD.......C:\Win7 ............dando ok ......mi viene rilasciato un ERRORE! Impossibile trovare il file instal.wim Tale file dovrebbe essere stato copiato nella cartella C:\WIN7)\Sources Premere un tasto per continuare... ho provato e riprovato sia con x86 che x64 ma l'errore rimane sempre e non sono capace di ripararlo qualcuno può aiutarmi Distinti saluti Gil6
  2. Avatar
    LiosAlfar
    23/04/2014 14:58:49
    Informatica == matematica! Ovvero è una scienza esatta che richiede conoscenze (almeno di base) della materia che permette di addentrarsi nei meandri del "Prompt". Per evirare che restituisca errori, è necessario essere esatti. Es: Digita la lettera di unita' contenente il DVD di Windows 7 (esempio: X:\). Se si digita D e non D:, l'errore è in agguato! :professore: Un file Batch più elaborato segnalerebbe lo sbaglio ma non vedo nessuna ragione valida per fare da balia ai "distratti". Ottimo lavoro! Io solamente toglierei quel "Premi un tasto per continuare..." tra l'estrazione dei files dell'SP1 e dell'SO, per automatizzare ulteriormente la procedura...
  3. Avatar
    LiosAlfar
    22/04/2014 13:24:48
    Manca solo da evidenziare che HTTPDISK si blocca quando monti la ISO se prima non disattivi l'Antivirus (io uso AVG e ho provato ad aggiungere varie eccezioni ma senza risultato). Stranamente il Firewall non dà problemi. Con Win 7 Ultimate x86, HTTPDISK funziona da riga di comando ma la relativa Icona con lettera non appare in Computer. Mentre con XP si.
  4. Avatar
    Michele Nasi
    27/02/2012 20:07:50
    I passaggi li effettua automaticamente il batch e comunque basta una ricerca sul sito per capire cos'è DISM e perché è stato citato...
  5. Avatar
    Lettore anonimo
    27/02/2012 19:56:59
    Guida grossolana, molti passaggi dati per scontato. Che significa "utilizzando DISM, si ottiene l'immagine"? E i passaggi per fare ciò dove sono scritti?
  6. Avatar
    Gregorio
    07/11/2011 18:58:45
    Mi dispiace molto, io non sono riuscito: ho provato varie volte in due computer diversi, uno con Windows 7 Ultimate 32 bit e l’altro con Windows 7 Ultimate a 64 bit! Ho impostato il Controllo dell’account utente in ‘Non notificare mai’ e disattivato antivirus. Sono entrato come amministratore. Conservo sia il Log che la schermata, che in parte allego. L’errore è il seguente: Versione immagine: 6.1.7600.16385 Elaborazione di 1 di 1 - Aggiunta del pacchetto Package_for_KB976932~31bf3856ad3 64e35~amd64~~6.1.1.17514 Si è verificato un errore - Package_for_KB976932 Errore: 0x80070005 Errore: 5 Accesso negato. Dopo questo errore, procede tutto bene fino alla fine. Final image file is 3270572032 bytes Done. OPERAZIONE COMPLETATA! Ho ritenuto inutile masterizzare l’immagine. Grazie per l’eventuale aiuto. Saluti Gregorio
  7. Avatar
    giannib1972
    08/10/2011 15:32:23
    Vorrei sapere se esiste un metodo per integrare il Service pack 1 in un dvd di installazione con tutte le versioni di Windows 7 sia a 32 bit che a 64 bit? Grazie in anticipo se mi risponderete. GIANNI
  8. Avatar
    Claudeus
    02/03/2011 02:02:50
    Vorrei sapere se esiste un metodo per integrare il Service pack 1 in un dvd di installazione con tutte le versioni di Windows 7 sia a 32 bit che a 64 bit? Grazie in anticipo se mi risponderete.
  9. Avatar
    magenta
    01/03/2011 23:15:02
    errata corrige---rettifico il mio commento precedente. nella pulizia disco compaiono i file di back up del sp1, ma effettivamente non ci sono, perchè facendo la pulizia del disco, non si eliminano e sempre compaiono e con quel comando da riga di comando per eliminarli, restituisce un errore, perchè dice che non esistono. una piccolezza, che presumo non dipende dal modo di operare insegnato dalla guida e che cmq non influisce sulla esatta installazione del sistema.
  10. Avatar
    magenta
    01/03/2011 19:57:01
    bellissimo articolo complimenti. metodo molto più veloce di quello di installare il sistema, poi il sp1 e alla fine ricavare l'iso. ho creato col vostro metodo in circa 1 ora il dvd perfetto. solo una cosa mi pare avete dimenticato nella guida, che i file di back up rimangono nel dvd...ossia una volta installato il sistema, dopo serve fare la pulizia dei vecchi file di back up, per recuperare 530 mb di spazio su disco. praticamente installando il sistema con il dvd creato in questo modo, si ha ancora la possibilità di tornare indietro, a nessun service pack, dopo installato il sistema. forse sarebbe meglio specificare questo dettaglio nella guida. cmq ripeto, questo è il metodo migliore che finora abbia trovato...altri siti di questo tipo propongono il metodo che ho detto prima, che dura circa 3-4 ore e non è sicuro il risultato. guida stupenda complimenti. :approvato:
Integrare il Service Pack 1 nel DVD d'installazione di Windows 7 - IlSoftware.it