2039 Letture
Intel e Netflix spingono sul codec AV1 e presentano una tecnologia per dimezzare la banda richiesta

Intel e Netflix spingono sul codec AV1 e presentano una tecnologia per dimezzare la banda richiesta

Le due aziende presentano SVT-AV1, tecnologia che permetterà di trasmettere video in streaming di qualità dimezzando la banda necessaria.

Che il codec AV1 rappresenti il futuro dello streaming online è cosa nota: basti sapere che è stato voluto da una "cordata" di aziende che vede la partecipazione di Google, Apple, Microsoft, Cisco, Amazon, Facebook e Netflix: Windows 10 permette l'installazione del codec AV1: che cos'è.

Proprio Netflix, in collaborazione con Intel, ha scelto l'evento National Association of Broadcasters Show (NAB) per presentare il codec video SVT-AV1, acronimo di Scalable Video Technology for AV1.

Intel e Netflix spingono sul codec AV1 e presentano una tecnologia per dimezzare la banda richiesta

L'obiettivo è quello di rendere la gestione dei flussi multimediali in streaming maggiormente performante e scalabile riducendo allo stesso tempo la banda necessaria senza penalizzare la qualità.


Secondo Intel, rispetto al codec H.264 AVC, SVT-AV1 permetterebbe addirittura di dimezzare la banda assicurando prestazioni di primo livello durante lo streaming di contenuti video 4K a 60 fps su pannelli a 10 bit, anche grazie all'utilizzo dei nuovi processori Xeon Scalable.
SVT-AV1 permette inoltre di adattare il flusso video alla qualità e alla latenza richiesta da ogni singola applicazione.

I rappresentanti delle due aziende hanno tenuto a precisare che si tratta di una piattaforma royalty free, utilizzabile quindi da chiunque senza versare un centesimo. La comunità rivestirà anche un ruolo di primo piano per ottimizzare e migliorare ulteriormente, in futuro, le caratteristiche di SVT-AV1.

Intel e Netflix spingono sul codec AV1 e presentano una tecnologia per dimezzare la banda richiesta