3300 Letture

La realtà virtuale di Google si chiama Daydream

Durante la Google I/O di quest'anno, l'azienda di Mountain View ha annunciato l'arrivo sul mercato di Daydream, piattaforma per la realtà virtuale basata su Android.
Composta da diversi dispositivi e controller, l'utilizzo commerciale della piattaforma sarà concesso in licenza ai partner di Google sebbene dalla società si conferma già adesso che è in cantiere la realizzazione di un visore per la realtà aumentata creato dagli ingegneri di Mountain View.

Aziende come Huawei, Samsung, HTC, LG, Xiaomi, ZTE, Alcatel e Asus hanno confermato la loro partecipazione al progetto confermando la realizzazione di smartphone compatibili con la soluzione per la realtà virtuale di casa Google.
I telefoni "Daydream-ready" potranno fregiarsi di una certificazione emessa da Google stessa.

La realtà virtuale di Google si chiama Daydream

Il lavoro dei produttori hardware sarà coadiuvato anche lato software: Android N includerà una speciale modalità "realtà virtuale" per rendere l'esperienza degli utenti ancora più coinvolgente.


I primi dispositivi Daydream dovrebbero arrivare sul mercato in autunno. Nel frattempo, Google ha pubblicato un video che mostra un esempio di utilizzo del controller Daydream, dotato di molteplici sensori, diversi pulsanti e un trackpad "cliccabile".


La realtà virtuale di Google si chiama Daydream - IlSoftware.it