2577 Letture

La realtà virtuale di Oculus Rift ora su PC da appena 500 euro

All'inizio di ottobre, durante una conferenza, i portavoce di Oculus e Facebook annunciarono che il visore per la realtà virtuale Rift avrebbe potuto essere utilizzato, a breve, anche sui sistemi dalla configurazione hardware più modesta.

L'aggiornamento software che porta la realtà virtuale firmata Oculus Rift su un numero di sistemi notevolmente maggiore, è stato appena distribuito: in questo modo il visore potrà essere utilizzato anche sulle macchine dotate di scheda video GTX 960, processore Core i3 con 8 GB di RAM.

La realtà virtuale di Oculus Rift ora su PC da appena 500 euro

Il "costo d'ingresso" nel mondo della realtà virtuale passa così dai precedenti 800 euro ad appena 500 euro.

Per abbassare i requisiti, Oculus ha utilizzato la cosiddetta deformazione spaziale asincrona, un espediente che permette di modificare i fotogrammi già generati allorquando ciò risultasse necessario (da qui il termino "asincrono"), a seconda della posizione del visore e dei suoi movimenti. In questo modo diventa possibile mantenere i 90 fps sul visore anche quando la scheda grafica non dovesse riuscire a seguire lo stesso "ritmo" oppure lavorasse ad appena 45 fps (ne avevamo parlato nell'articolo Visore per la realtà virtuale anche su PC economici).

Oculus ha anticipato che a partire dal prossimo 6 dicembre, sarà possibile la creazione di avatar personalizzati. Gli utenti potranno anche accedere a Oculus First Contact, test che permette di familiarizzare con con Oculus Touch, speciali controlli destinati al visore Rift che facilitano l'interazione con i mondi virtuali.
Anche Oculus Touch sarà disponibile a partire dal 6 dicembre.

La realtà virtuale di Oculus Rift ora su PC da appena 500 euro - IlSoftware.it