Sconti Amazon
martedì 20 luglio 2021 di 1612 Letture
Microsoft DirectStorage non sarà un'esclusiva di Windows 11

Microsoft DirectStorage non sarà un'esclusiva di Windows 11

Le API Microsoft DirectStorage potranno essere utilizzate anche dagli utenti di Windows 10. Cosa sono e come funzionano.

Gli appassionati di gaming stanno guardando con crescente interesse alle API Microsoft DirectStorage che si pensava avrebbero debuttato soltanto in Windows 11 e che invece potranno essere utilizzate anche nelle precedente versione del sistema operativo.

Anzi, le API DirectStorage son già disponibili in forma di anteprima per Windows 10 e funzionano senza problemi.

Innanzi tutto che cosa sono le API DirectStorage e a cosa servono?
Grazie a DirectStorage la GPU permette di elaborare direttamente risorse compresse conservate in un'unità SSD NVMe. Il chip grafico le decomprime usando i compute shader e ne fa uso quasi istantaneamente riducendo significativamente i viaggi di andata e ritorno dei dati da e verso la CPU, liberando risorse hardware e ottenendo un evidente guadagno nei tempi di caricamento e sul versante delle prestazioni complessive.

Nel corso degli anni, man mano che i giochi sono diventati più avanzati, i tempi di caricamento si sono fatti sempre più lunghi. Grazie all'utilizzo degli SSD e dell'interfaccia PCIe con il protocollo NVMe, i PC possono contare oggi su una larghezza di banda significativamente maggiore rispetto al passato, soprattutto servendosi di dischi fissi tradizionali.

Oggigiorno viene comunque generato un numero enorme di richieste I/O che possono portare a situazioni di congestione e al dilatarsi dei tempi di caricamento. Ciò deriva dal fatto che le attuali API richiedono all'applicazione di gestire e trattare le richieste una alla volta con un approccio assolutamente non ottimizzato.

Microsoft DirectStorage non sarà un'esclusiva di Windows 11

DirectStorage usa finalmente uno schema differente offrendo agli sviluppatori un modo estremamente efficiente per gestire molte richieste I/O simultanee.

Essere in grado di utilizzare questa API in Windows 10 darebbe ai videogiocatori una ragione convincente per rimanere con questo sistema operativo fino a quando Windows 11 non sarà sufficientemente maturo.

Windows 11 avrà però un netto vantaggio rispetto a Windows 10 per quanto riguarda il supporto dei nuovi processori ibridi come gli Intel Alder Lake.

Buoni regalo Amazon
Microsoft DirectStorage non sarà un'esclusiva di Windows 11 - IlSoftware.it