2488 Letture

Microsoft: Vista non è più lento di Windows XP

Alcuni utenti di Windows Vista si stanno lamentando sui forum di supporto di Microsoft circa tempi di avvio e chiusura del sistema operativo più lunghi rispetto a quelli di Windows XP. In alcune esperienze si parla di attese anche molto lunghe che probabilmente fanno pensare anche a problematiche accessorie. Alcuni utenti infatti segnalano, ad esempio, performance mediocri pur disponendo di sistemi equipaggiati con 2 GB di memoria.
Da parte sua, il colosso di Redmond, attraverso le parole di una portavoce, risponde che "i tempi di avvio e shutdown variano a seconda della configurazione del personal computer. Durante i test ed i rilevamenti effettuati sia internamente che esternamente, abbiamo verificato come la maggior parte degli utenti di Vista possano fidare su tempistiche molto rapide con performance migliori rispetto a quelle garantite da Windows XP".
La portavoce fa presente che la modalità di sospensione e ripristino della sessione di lavoro, impiega solo due o tre secondi. In Windows Vista è stata infatti introdotta una nuova modalità "sleep" che combina le due separate funzionalità di "hibernation" e "stand-by" proprie di XP. Questa nuova modalità è stata attivata in modo predefinito in Vista tanto che le "malelingue" hanno ipotizzato che la mossa si sia determinata per mascherare le tempistiche di avvio e chiusura del sistema. Jim Allchin, fino al 30 Gennaio scorso a capo di diverse divisioni Microsoft (tra le quali Windows e Windows Live) poi ritiratosi dopo 17 anni di servizio, aveva dichiarato nel mese di Dicembre 2006: "se non c'è reboot, il personal computer è in grado di rispondere molto più rapidamente".

Microsoft: Vista non è più lento di Windows XP - IlSoftware.it