1443 Letture
Microsoft assicura che le attuali app funzioneranno sui dispositivi a doppio schermo

Microsoft assicura che le attuali app funzioneranno sui dispositivi a doppio schermo

Surface Duo e Neo sono i primi dispositivi Microsoft basati su Android e Windows 10X dotati di display doppio. L'azienda assicura che le attuali applicazioni sono già compatibili ma i tecnici stanno lavorando per costruire una piattaforma comune al fine di sfruttare al meglio la configurazione dual screen.

Mentre Samsung, Huawei e Motorola stanno presentando vari dispositivi che integrano schermi OLED flessibili, contraddistinti quindi da un'unica superficie che flette nel momento in cui il device viene chiuso, Microsoft - con i suoi nuovi Surface Neo e Surface Duo - ha optato per una soluzione diversa lavorando su un design a doppio schermo: Dispositivi dual screen svelati da Microsoft: Surface Neo con Windows 10X e lo smartphone Android Surface Duo.

Come spiega in questo post, con cui vengono chiamati a raccolta gli sviluppatori Windows, la configurazione dual screen che contraddistinguerà i prodotti basato su Windows 10X (Windows 10X: cos'è e come funziona il nuovo sistema operativo Microsoft) così come quelli su Android ( Microsoft abbraccia Android ma non vuole che Duo sia chiamato smartphone) consentirà di utilizzare anche un desktop di ampie dimensioni e visualizzare contenuti che di estendono da un display all'altro.
Certo è che la piccola cornice di separazione tra i due schermi potrebbe far perdere una parte dei contenuti.

Microsoft assicura che le attuali app funzioneranno sui dispositivi a doppio schermo

I tecnici dell'azienda guidata da Satya Nadella assicurano comunque che le attuali applicazioni (Web, UWP, Win32, Windows 10 e Android) funzioneranno senza la necessità di alcuna riprogettazione utilizzando però uno dei due schermi disponibili.


Come spiega Microsoft, però, il lavoro si sta concentrando sull'introduzione di API che consentiranno agli sviluppatori di utilizzare al meglio l'approccio dual screen. L'idea è quella di sviluppare un "modello comune", condiviso tra Windows e Android, che permetterà di realizzare applicazioni che, dal punto di vista dell'interfaccia, si comportano in egual modo su tutti i dispositivi dotati di display doppio.


Al momento Microsoft non offre ulteriori dettagli ma l'obiettivo è evidentemente quello di stimolare l'interesse degli sviluppatori confermando che non saranno soltanto prodotti come Surface Neo e Surface Duo a utilizzare il nuovo fattore di forma ma altri produttori e aziende partner stanno investendo sulla progettazione e sulla realizzazione dei loro dispositivi.

Come data di lancio dei primi prodotti si parla sempre della stagione natalizia 2020. Microsoft ha promesso di condividere maggiori informazioni all'inizio del prossimo anno.

Microsoft assicura che le attuali app funzioneranno sui dispositivi a doppio schermo