8716 Letture

Open Office è ormai a rischio chiusura: c'è solo LibreOffice

Il progetto Open Office, dal 2011 conosciuto come Apache OpenOffice, potrebbe chiudere i battenti perché mancano gli sviluppatori che possano dare continuità allo sviluppo della suite office "alternativa".

I responsabili del progetto si sono detti particolarmente preoccupati perché non si trovano sviluppatori che si dedichino allo sviluppo del software che una volta era la prima valida alternativa - peraltro distribuita come software libero e opensource - a Microsoft Office.
La preoccupazione è adesso soprattutto per ciò che riguarda la risoluzione dei problemi di sicurezza.

Open Office è ormai a rischio chiusura: c'è solo LibreOffice

Stando alle parole di Dennis Hamilton, vice presidente di Apache OpenOffice, al momento si contano sulle dita delle mani le persone che si stanno dedicando attivamente allo sviluppo del progetto. Come dire: OpenOffice rischia seriamente la chiusura.


Negli ultimi anni è verificata una vera e propria emorragia di sviluppatori che hanno abbandonato OpenOffice per lavorare su LibreOffice.

Una nutrita schiera di sviluppatori di OpenOffice aveva tempo fa abbandonato il progetto quando passò nelle mani di Oracle. Non sembrò opportuno che un progetto opensource di primo piano passasse in gestione ad un'azienda del calibro di Oracle, largamente impegnata nel closed source.
"The Document Foundation" (TDF), organizzazione che fu creata da un folto numero di ex sviluppatori di OpenOffice, chiese ad Oracle di poter acquisire, a titolo gratuito e definitivo, il conosciuto marchio della suite opensource. Ricevendo picche, LibreOffice crebbe come progetto autonomo su un binario completamente differente rispetto a OpenOffice (che venne poi donato da Oracle alla Apache Software Foundation).

Si pensi che LibreOffice ha beneficiato di 14 aggiornamenti solo nel 2015 mentre nello stesso anno OpenOffice ha ricevuto solo un aggiornamento (l’ultima versione è la 4.1.2 di ottobre).


L'opzione dello smantellamento del progetto Apache OpenOffice è dunque ormai sul piatto: se essa si concretizzasse, il codice sorgente verrebbe lasciato nelle mani di chiunque fosse interessato ad usarlo mentre le varie mailing list, il blog, gli account Twitter e Facebook verrebbero chiusi.

Verrebbe lasciato attivo solamente un indirizzo e-mail dove accogliere eventuali richieste di utilizzo del brand OpenOffice.

Nonostante il successo di LibreOffice, OpenOffice è utilizzato ancora da molti utenti (nel 2015 è stato scaricato da 29 milioni di utenti). Il viale del tramonto sembra però ormai imboccato.

  1. Avatar
    Faus74
    08/09/2016 22.51.59
    No, anche in questo caso installa tutto.
    Comunque a prima vista è davvero uguale, almeno è più aggiornato.
    Grazie mille, ciao Jake ;)
  2. Avatar
    Jake
    08/09/2016 22.13.50
    Citazione: Sono così diversi i due pacchetti o mi troverei bene già al primo utilizzo?
    Sono molto simili, perché LibreOffice è un fork di OpenOffice quindi la base è comune. Non ho mai fatto un confronto approfondito perché uso poco entrambi, ma a prima vista sono praticamente uguali. Le differenze si dovrebbero notare col tempo.
    Una cosa che non mi è piaciuta quando ho installato LO (ormai qualche anno fa) è che non si poteva fare un'installazione selettiva come con OO: o tutto o niente, anche se magari ti bastavano word processor e foglio elettronico. Non so se nel frattempo sia stata aggiunta questa possibilità, spero di sì.
  3. Avatar
    antonpaco
    08/09/2016 19.03.10
    Un po' come il tanto pubblicizzato ed acclamato linus ubuntu, ormai se ne sente parlare sempre meno, credo che anche Libre Office fara' la stessa fine. Alla fine il problema di questi programmi open source e' che gli sviluppatori, vuoi perche' non guadagnano, vuoi per mancanza di tempo, lavorano sempre meno, e non gli si puo' dire nulla.
  4. Avatar
    Faus74
    08/09/2016 18.35.52
    Ciao Jake, ben riletto, grazie mille.
    Sono così diversi i due pacchetti o mi troverei bene già al primo utilizzo?
  5. Avatar
    Jake
    08/09/2016 08.43.09
    Citazione: E' possibile salvare i documenti anche in formato Pdf con LibreOffice?
    Certo che sì (menu File - Esporta nel formato PDF...).
    Ciao Faus. :)
  6. Avatar
    Faus74
    07/09/2016 22.18.40
    Ciao a tutti.
    Uso OpenOffice da anni, effettivamente gli aggiornamenti sono stati pochissimi.
    Mi consigliate LibreOffice?
    E' possibile salvare i documenti anche in formato Pdf con LibreOffice?
    Grazie.
  7. Avatar
    miki64
    06/09/2016 18.03.45
    @Federica3:
    non volevo dare l'impressione che il mio fosse un attacco all'esistenza di OOo, però è indiscutibile che le pochissime novità nel corso di questi anni abbiano nuociuto alla diffusione della suite per ufficio. E di questo non si possono imputare gli utenti che poi passano al più aggiornato (fatto incontrovertibile) LO.
  8. Avatar
    Federica3
    06/09/2016 15.43.00
    Capisco che abbiate fretta di celebrare il funerale a tornare alle viste vite :)
    ma se evete tempo ascoltate anche l'altra campana
    http://mail-archives.apache.org/mod_mbox/openoffice-utenti-it/201609.mbox/%3C57CEA63F.6000206@apache.org%3E" onclick="window.open(this.href);return false;

    xoxo
  9. Avatar
    IOJJO
    06/09/2016 10.23.40
    Open Office non ha manco senso di esistere. Chi usa Open Office basta che lo disinstalla e installa Libre Office. :asd:
  10. Avatar
    miki64
    05/09/2016 23.35.17
    Citazione: Nonostante il successo di LibreOffice, OpenOffice è utilizzato ancora da molti utenti (nel 2015 è stato scaricato da 29 milioni di utenti)
    Questo perché parecchia gente crede che, alla fin fine, OpenOffice (che ha un nome più conosciuto) e LibreOffice siano la stessa cosa.
    Ma non è più così ormai da tempo: il fork ha sopravanzato di parecchio la cariatide originale.
Open Office è ormai a rischio chiusura: c'è solo LibreOffice - IlSoftware.it