4741 Letture

Opera Mini presto sull'iPhone per competere con Safari

Opera Mini, il browser della software house norvegese pensato appositamente per i dispositivi mobili, sbarcherà presto sull'iPhone. L'obiettivo è quello di proporsi come alternativa al browser di Apple, Safari, offrendo all'utente performance migliori rispetto al prodotto sviluppato dalla società della mela.

Opera Software è fiduciosa che Apple approverà il browser Opera Mini autorizzandone la pubblicazione sull'"App Store" dell'azienda. La scelta che compierà Apple è particolarmente d'interesse: l'azienda ha infatti storicamente rigettato quelle applicazioni che ha ritenuto dei "doppioni" di funzionalità già presenti nell'iPhone. Opera è comunque conosciuta per la sua tenacia: di recente aveva infatti riportato in auge, innanzi alla Commissione Europea, il problema dell'inclusione di Internet Explorer nel sistema operativo. Dopo una serie di consultazioni, si arrivò alla scelta del "ballot screen" (ved. queste notizie), una speciale finestra che permetterà agli utenti di Windows di selezionare il browser preferito.


Una versione di anteprima di Opera Mini per iPhone sarà presentata nel corso del prossimo "Mobile World Congress" di Barcellona che avrà inizio lunedì. Secondo i tecnici dell'azienda norvegese, Opera Mini per iPhone si sarebbe rivelato sino a sei volte più veloce rispetto ad Apple Safari. La maggior velocità è in gran parte dovuta al meccanismo di compressione usato dal "browserino" di Opera. Le pagine web richieste vengono infatti prima elaborate dai server di Opera e compresse al massimo in modo da ridurre nettamente (sino al 90%) il quantitativo di dati scaricati attraverso la connessione "mobile". Un approccio, questo, che apre possibilità di navigazione anche a telefoni privi di potenza di calcolo o caratterizzati da connessioni lente e che fa risparmiare davvero molto a coloro che pagano la connessione dati (GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA) a consumo, in base al quantitativo di informazioni scambiate.

Opera conta di attrarre gli utenti di iPhone anche grazie al supporto per la navigazione a schede ed all'integrazione della funzionalità "speed dial", una caratteristica che fornisce la possibilità di accedere direttamente ed in modo rapido all'elenco dei siti preferiti, attraverso delle miniature visualizzate nella pagina di ingresso.

Opera Mini presto sull'iPhone per competere con Safari - IlSoftware.it