5584 Letture
Outlook non si apre più dopo l'installazione delle patch di giugno 2020: come risolvere

Outlook non si apre più dopo l'installazione delle patch di giugno 2020: come risolvere

Microsoft conferma che il client email Outlook potrebbe non avviarsi più sui sistemi degli utenti che hanno installato le patch ufficiali di giugno 2020.

Con la pubblicazione di un nuovo documento di supporto (vedere questa pagina), Microsoft ha confermato l'esistenza di un problema che impedisce il corretto avvio del client di posta elettronica Outlook.

Secondo Microsoft, tutti gli utenti che hanno aggiornato Outlook alla versione 2005 build 12827.20268 o successiva vedranno comparire il messaggio d'errore "Ci sono problemi con uno dei file di dati e Outlook deve chiudersi. Potrebbe essere possibile correggere i file. Fare clic su OK per eseguire Manutenzione posta in arrivo".

Stando all'esito delle prime analisi, il comportamento anomalo sarebbe riconducibile all'applicazione degli aggiornamenti di giugno 2020: dopo aver fatto clic sul pulsante OK alla comparsa dell'errore, verrà avviato il tool per il ripristino di Outlook ma dopo un riavvio del sistema si manifesterà di nuovo lo stesso comportamento.


Nell'attesa del rilascio di una patch ufficiale (Microsoft sta verificando l'opportunità di applicare una correzione a livello del solo Outlook o dell'intero sistema operativo), per riprendere possesso del client email ed evitare la comparsa dell'errore, vengono suggeriti i passaggi da porre in essere:

1) Premere la combinazione di tasti Windows+R, digitare regedit e premere il tasto Invio.
2) Portarsi in corrispondenza della chiave HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Office\16.0\Outlook\PST.
3) Cancellare, facendo riferimento al contenuto del pannello di destra, i due valori LastCorruptStore e PromptRepair.

Outlook non si apre più dopo l'installazione delle patch di giugno 2020: come risolvere