216370 Letture

Partizione riservata per il sistema di Windows 7: che cos'è, a cosa serve e come può essere eliminata

Che cos'è la "misteriosa" partizione riservato per il sistema che appare nella finestra Gestione disco di Windows 7? Si tratta di una partizione di dimensioni molto contenute (100 o 200 MB; 350 MB nel caso di Windows 8) alla quale non è associata alcuna lettera identificativa d'unità. La sua presenza è discreta: trattandosi di una partizione nascosta, essa non viene elencata nella finestra Computer del sistema operativo. Per verificarne l'eventuale presenza sul disco fisso, è quindi necessario digitare gestione disco nella casella Cerca programmi e file del pulsante Start di Windows 7 e premere Invio:

La partizione "riservato per il sistema" è stata portata al debutto con Windows 7 ed il suo utilizzo è stato poi successivamente riconfermato anche nel caso di Windows 8.

A cosa serve la partizione "riservato per il sistema" di Windows 7


La piccola partizione riservato per il sistema, di dimensioni contenute rispetto alla capienza che offrono i moderni dischi fissi, funge da contenitore per i file di avvio di Windows 7. Qui vengono "stivati", ad esempio, il "boot manager" di Windows ed i dati da esso gestiti. All'avvio del personal computer, il boot manager (bootmgr) provvede a leggere i dati BCD (Boot Configuration Data), necessari per esporre un menù di avvio che permetta all'utente di selezionare il sistema operativo da avviare.

Sempre all'interno della partizione riservato per il sistema, Windows 7 memorizza i file necessari per il corretto funzionamento di BitLocker Drive Encryption, la tecnologia Microsoft che consente di crittografare l'intero contenuto del disco fisso sul quale è installato il sistema operativo (BitLocker è disponibile solo nelle versioni Ultimate ed Enterprise di Windows 7).

Fatta eccezione per i file di BitLocker, che non può funzionare sui dischi fissi ove non sia presenta la partizione riservata, tutti gli altri file – compresi quelli per il boot del sistema – possono trovare spazio nella medesima partizione ove è installato Windows 7.


Se si è certi di non utilizzare mai BitLocker, al momento dell'installazione di Windows 7 (o di Windows 8) si può fare in modo che la partizione "riservato per il sistema" non venga automaticamente creata.

La partizione riservata per il sistema è di fatto una "partizione primaria": le specifiche del MBR non consentono di avere, su uno stesso disco, più di quattro partizioni primarie. Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8 debbono essere necessariamente installati su di una partizione primaria resa attiva ed avviabile. Le distribuzioni Linux, viceversa, possono essere avviate anche da partizioni logiche, create all'interno di partizioni estese. All'interno di una partizione estesa è possibile inserire fino a 64 partizioni logiche.


Partizione "riservato per il sistema": come evitare che venga creata durante l'installazione di Windows 7

PRIMO METODO

La procedura d'installazione di Windows 7 crea automaticamente la partizione "riservato per il sistema" su tutti i dischi fissi ove non sia stata preventivamente creata alcuna partizione.

La soluzione per evitare la creazione della partizione riservata consiste nel creare una o più partizioni vuote andando a "coprire" l'intero quantitativo di spazio disponibile sull'hard disk ove verrà installato Windows 7.

Allo scopo è possibile utilizzare il software GParted. Parted Magic (Parted Magic 5.8: manutenzione del sistema e risoluzione dei problemi; qui il download), un supporto avviabile che contiene, al suo interno, GParted, software libero per il partizionamento dei dischi fissi.


SECONDO METODO

In alternativa, dalla schermata di installazione di Windows 7, dopo aver effettuato il boot dal supporto DVD, si potrà ricorrere alla combinazione di tasti MAIUSC+F10 per richiamare il prompt dei comandi.

Da qui dovranno digitare, in sequenza, i comandi seguenti:

diskpart
select disk 0
create partition primary
exit
exit

Così facendo, supponendo di aver collegato un unico disco fisso vuoto, si potrà richiedere la creazione di un'unica partizione primaria occupante tutto lo spazio disponibile nell'unità.
A questo punto si potrà proseguire con l'installazione di Windows 7 certi che la partizione riservata non verrà creata (bisognerà cliccare su Personalizzata (utenti esperti) quindi selezionare l'unica partizione appena creata sul disco).


  1. Avatar
    Eleuteri
    16/03/2016 19:45:57
    Complimenti per l'articolo. Con riferimento alla pagina 3 dell'articolo (quella con la procedura passo passo), mi pare di capire che che i comandi impartiti vadano ad intervenire sul Master Boot Record per n qualche modo reindirizzarlo, correggerlo ecc.. Con i Pc con partizione iniziale Efi (ho reinstallato windows 7 su un disco SSd e mi sono ritrovato la partizione riservata chiamata appunto così), si opera allo stesso modo o ci sono varianti specifiche? Grazie
  2. Avatar
    eliaf
    05/02/2015 19:16:17
    ho un problema molto simile che non riesco ad uscirne... praticamente dopo aver scritto create partition primary nel cmd, avviato dall'iso di windows 7 montato su chiavetta mi dice: errore del servizio Dischi virtuali: spazio utilizzabile per questa operazione insufficiente. cosa ovviamente non vera :evil:
  3. Avatar
    carlo89
    11/09/2014 22:54:37
    Vi correggo, la partizione "Riservato per il sistema" era già presente in Vista! Meglio non toccare questa partizione, lasciate fare al setup, alla fine 100 mb non si sentono per niente in un disco da 1 Tb, tanto meno se è nascosta!
  4. Avatar
    gmac
    29/05/2013 07:47:27
    Citazione: La partizione riservata non è strettamente necessaria. Nell'articolo (http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... inata_9585) ho cercato di spiegare a che cosa serve e come impedirne la generazione durante l'installazione di Windows (passaggio piuttosto semplice). Una volta che la partizione riservata è presente, la procedura di eliminazione non è semplicissima. È comunque illustrata nella terza pagina dell'articolo: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... 9585&pag=2
    Da gestione disco rilevo la seguente partizione del disco fisso C: da 80 GB Volume Layout Tipo File System Stato Partizione Di base FAT Integro(Configurazione EISA) 39MB disponibile 84% Partizione Di base FAT 32 Integro(Partizione sconosciuta) 3GB disponibile 25% (C:) Partizione Di base NTFS Integro(Sistema) 71,46 GB disponibile 63% Nel disco so che è presente una partizione nascosta, creata dal produttore, che serve a riportare il PC, in caso di problemi, come era al momento dell'acquisto. Tutto bello "ripulito". il problema è che è un po' datato quindi ogni volta devo aggiornare tutti i software di Win XP e tutto il resto. Creando l'immagine del disco con esaeUS todo backup free devo salvare anche le due partizioni minori, insieme a C: ? Non è che poi ho problemi? Grazie
  5. Avatar
    bubu10
    01/03/2013 19:44:10
    Grazie a Dalmaso e Michele Nasi...proverò i vs. consigli. :D
  6. Avatar
    Michele Nasi
    28/02/2013 20:27:02
    La partizione riservata non è strettamente necessaria. Nell'articolo (http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... inata_9585) ho cercato di spiegare a che cosa serve e come impedirne la generazione durante l'installazione di Windows (passaggio piuttosto semplice). Una volta che la partizione riservata è presente, la procedura di eliminazione non è semplicissima. È comunque illustrata nella terza pagina dell'articolo: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... 9585&pag=2
  7. Avatar
    Dalmaso
    28/02/2013 14:33:25
    Ti consiglio di non eliminare questa partizione. D'altra parte non dovrebbe darti fastidio e non prende tanto spazio, visto la capienza del tuo hard disk. In attesa di uno più esperto di me al riguardo, probabilmente questa partizione è stata creata all'atto dell'aggiornamento da W7 a W8, per permetterti di tornare alla stato primario. Cioè una specie di backup. Se non erro, sul pannello di controllo dovrebbe esserci una icona per ripristinare W7. Oppure mi sbaglio ?
  8. Avatar
    bubu10
    28/02/2013 13:45:34
    Ciao a tutti non so se sia la sezione giusta per postare, comunque Vi pongo il mio problema. Posseggo un Ultrabook Hp con 1 hd ssd da 32Gb. e 1 hd da 500Gb con partizione primaria su cui era installato originariamente Win 7 HE. Ho usufruito dell'offerta Microsoft per l'acquisto di Win 8 Pro, scaricato l'aggiornamento e installato con successo sull' hd da 32Gb. ssd, mi sono accorto che la partizione riservata per il sistema operativo è presente comunque sull' hd da 500Gb. Ho creato su 1 hd esterno un'immagine di sistema per poi poter eliminare la partizione riservata ma al ripristino mi si ripresenta sempre!...Come posso eliminarla definitivamente dal sistema?...grazie per le eventuali risposte...un saluto cordiale a tutto il forum.
  9. Avatar
    Michele Nasi
    01/02/2013 13:08:47
    Prompt dei comandi non è uguale a MS DOS. Il prompt dei comandi è un'interfaccia che richiama visualmente (oltre che, è vero, per alcuni comandi) il vecchio MS DOS ma dal punto di vista tecnico non ha assolutamente nulla a che vedere con quest'ultimo.
  10. Avatar
    jamaica8
    01/02/2013 13:04:34
    Bravi....fà bene rispolverare ogni tanto un pò del buon Dos.....mantiene allenata la mente. :approvato:
Partizione riservata per il sistema di Windows 7: che cos'è, a cosa serve e come può essere eliminata - IlSoftware.it