8228 Letture

Per aggiornarsi, Windows 10 si ispira a BitTorrent

Nella nuova versione di anteprima di Windows 10 (build 10036), da poco "avvistata" in Rete ma non ancora distribuita ufficialmente da Microsoft, il colosso di Redmond ha aggiunto una nuova modalità per la distribuzione degli update.
I tecnici di Microsoft avrebbero infatti inserito in Windows 10 un meccanismo di aggiornamento che si comporta in maniera molto simile a BitTorrent: l'obiettivo è quello di consentire agli utenti del sistema operativo il download degli updates non soltanto dai server ufficiali ma anche da altre macchine appartenenti a terzi.

Windows 10 si appoggia ad un network peer-to-peer per la distribuzione degli aggiornamenti

Stando a quanto emerso esaminando il funzionamento della build 10036 di Windows 10, gli utenti avranno la possibilità di acquisire gli aggiornamenti per il sistema operativo da altre macchine ugualmente connesse alla rete locale oppure da altri sistemi remoti diversi dai tradizionali server Microsoft.


Agli utenti non sarà data facoltà di scegliere da quali sistemi remoti scaricare gli aggiornamenti: sarà la nuova funzionalità di update integrata in Windows 10 a scegliere i peer più idonei basandosi anche e soprattutto sulla velocità di trasferimento dati.

La sfida per Microsoft è a questo punto quella di proteggere adeguatamente le connessioni di rete utilizzate per la distribuzione degli aggiornamenti in modo da scongiurare attacchi "man-in-the-middle" condotti da parte di malintenzionati.

Si tratta, comunque, di un cambiamento epocale: fino ad oggi tutto era infatti accentrato sui server Microsoft; adesso, invece, con lo scopo di ottimizzare le procedure di aggiornamento, gli update - attentamente verificati prima del download e dell'installazione - possono arrivare anche da altre sorgenti alternative.


Al momento non si conosce ancora la data in cui Windows 10 verrà lanciato in versione finale. Attualmente, comunque, è lecito ipotizzare che Windows 10 possa arrivare sul mercato tra fine settembre ed ottobre 2015 mentre la versione RTM potrebbe debuttare già entro fine agosto prossimo.

  1. Avatar
    gian82
    16/03/2015 17:55:13
    mi sembra un pò un rischio evitabile considerando che fino ad adesso scaricare gli aggiornamenti non è comunque mai stato un problema insormontabile almeno per quanto io sappia,il grande bill si occupa ancora personalmente di microsoft? ;-)
Per aggiornarsi, Windows 10 si ispira a BitTorrent - IlSoftware.it