12926 Letture

Personalizzare il funzionamento dello script per il controllo degli aggiornamenti

In questo articolo avevamo presentato un semplice script VBS che consente di verificare lo stato degli aggiornamenti relativi ad alcuni software installati sul proprio sistema Windows.

Alcuni lettori ci hanno chiesto come verificare la disponibilità di eventuali aggiornamenti anche nel caso di altre applicazioni. Al momento infatti, lo script pubblicato in questa pagina si occupa di verificare la pubblicazione di nuove release dell'ActiveX di Flash Player per Internet Explorer, del plugin Flash Player per Mozilla Firefox e gli altri browser, Pidgin e FileZilla Client.

Come già spiegato, la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall contiene l'elenco dei software installati sul proprio sistema Windows. Alcuni di essi sono indicati con un'evidente etichetta distintiva che corrisponde al nome del programma installato, ad altri è invece associato un CLSID ossia un codice di 128 bit (una lunga sequenza alfanumerica racchiusa tra due parentesi graffe).


Supponiamo di voler ampliare il funzionamento dello script presentato nel nostro precedente articolo controllando, questa volta, anche la disponibilità di aggiornamenti nel caso di Adobe Reader 9.

Per procedere, è sufficiente agire sul contenuto dei sei array compresi tra le righe 28 e 33 dello script.

Il primo array (registry_keys) contiene l'elenco delle chiavi del registro da aprire. Per ciascuna di esse, lo script provvederà ad estrarre il contenuto del valore DisplayVersion. Esso indica il numero di versione per l'applicazione indicata, già installata sul sistema.


Nel caso di Adobe Reader 9.x, la chiave contenente le informazioni circa la versione installata sul personal computer è la seguente: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Uninstall\{AC76BA86-7AD7-1040-7B44-A94000000001}. Nel pannello di destra, com'è facile verificare, il valore DisplayVersion riporta il numero di versione in uso.


In corrispondenza dell'array registry_keys è quindi possibile aggiungere il nuovo elemento chiave+"{AC76BA86-7AD7-1040-7B44-A94000000001}".

Per controllare la disponibilità di nuove versioni di Adobe Reader 9.x, è possibile far riferimento a questa pagina. Copiamone quindi l'URL completo nel secondo array (urls), aggiungendo l'indirizzo come ultimo elemento.

Come passo successivo, inseriamo un quinto elemento nell'array pagina_intera indicando semplicemente false. Il significato dell'array pagina_intera merita una breve spiegazione: specificando true, s'intende che la ricerca del numero di versione debba essere effettuata sull'intero contenuto della pagina html. Digitando, invece, false l'individuazione del numero di versione dell'applicazione dovrà essere effettuata verificando quanto compreso tra una serie di caratteri esplicitamente specificati (delimitatori). Dal momento che questa pagina contiene molti numeri di versione, è indispensabile recuperare quello relativo alla versione di Adobe Reader più aggiornata.


Studiando il codice della pagina web all'interno della quale Adobe pubblica informazioni sui vari rilasci, si può notare che tra il "delimitatore" <th colspan="3" class="data-sectionHead">Version 9. e la successiva tag </th> è sempre riportata la più recente versione di Adobe Reader.
Nell'array sinizio si potrà quindi aggiungere, come ultimo elemento, <th colspan="3" class="data-sectionHead">Version 9. (i doppi apici dovranno essere raddoppiati in modo da non ingenerare alcun errore durante l'esecuzione dello script) mentre nell'array sfine si dovrà inserire </th>.

L'array alerts consente di specificare il messaggio da visualizzare all'utente allorquando uno dei software oggetto del controllo non dovesse apparire aggiornato.

Ai sei array già presentiamo, abbiamo provveduto ad aggiungerne uno nuovo (testa_versione). Tale array consente di inserire, come prefisso, uno o più caratteri ad un qualunque numero di versione. Conseguentemente, abbiamo provveduto ad aggiungere la riga 50.

La versione aggiornata dello script è prelevabile cliccando qui (il file dovrà poi rinominato da TXT in VBS).


Personalizzare il funzionamento dello script per il controllo degli aggiornamenti - IlSoftware.it