1845 Letture
Quest'anno nessun dispositivo basato su Windows 10X

Quest'anno nessun dispositivo basato su Windows 10X

Fonti vicine a Microsoft confermano che entro la fine del 2020 non sarà lanciato sul mercato nessun dispositivo Surface a doppio schermo basato su Windows 10X. Anche le aziende partner di Microsoft presenteranno i nuovi prodotti Windows 10X nel corso del prossimo anno.

Purtroppo le aspettative di quegli utenti che speravano di avere un dispositivo a doppio schermo come il nuovo Surface Neo basato su Windows 10X entro le prossime festività natalizie verranno disattese: Dispositivi dual screen svelati da Microsoft: Surface Neo con Windows 10X e lo smartphone Android Surface Duo.

Stando a fonti vicine a Microsoft sarebbe ormai certo un rinvio al prossimo anno del lancio dei primi dispositivi Windows 10X, non solo i Surface dell'azienda di Redmond ma anche quelli progettati e commercializzati dalle varie aziende partner.

La priorità di Microsoft sarebbe quella di avere Windows 10X installato in primis dispositivi a schermo singolo, sia i tradizionali a conchiglia che i convertibili 2-in-1.
Una mossa che potrebbe essere stata soppesata per contrastare più efficacemente l'arrivo sul mercato di un numero sempre maggiore di dispositivi Chomebook di fascia premium.


Al momento Microsoft ha preferito non condividere alcuna informazione mantenendo il più stretto riserbo.

I portavoce di Microsoft hanno sempre descritto Windows 10X, variante di Windows 10 conosciuta in passato con i nomi in codice Windows Lite/Santorini, come un sistema operativo esclusivamente progettato per i dispositivi a doppio schermo. Sembra invece che dietro le quinte i tecnici Microsoft abbiano lavorato per adattare Windows 10X anche ai dispositivi più tradizionali con un solo display.

A febbraio 2020 Microsoft ha mostrato pubblicamente come le applicazioni containerizzate dovrebbero funzionare in Windows 10X. Non si è parlato però dei classici programmi Win32 e della loro eventuale compatibilità con Windows 10X anche se a novembre scorso si assicurò che essi sarebbero stati supportati: Microsoft assicura che le attuali app funzioneranno sui dispositivi a doppio schermo.


È quasi scontato che la catena produttiva dei Surface, con il quartier generale in Cina, abbia dovuto subire forti ritardi a seguito della diffusione del Coronavirus. A questo punto, dato ormai per certo il rinvio dei dispositivi Windows 10X al 2021, non è escluso comunque che Microsoft possa presentare - entro fine 2020 - almeno il suo ibrido Surface Duo basato su Android: Surface Duo, come provare il sistema operativo in anteprima.

Quest'anno nessun dispositivo basato su Windows 10X