57780 Letture

Realizzare una chiavetta "multiboot" contenente Bart PE, Parted Magic ed altre utilità

"Là fuori" ci sono decine e decine di strumenti che permettono di creare CD e DVD avviabili contenenti utilità per la scansione antivirus ed antimalware del sistema, la risoluzione di eventuali problemi in fase di boot, il backup di file e cartelle, la generazione di file d'immagine del contenuto di singole partizioni od interi dischi fissi.

Ecco alcuni spunti che avevamo offerto in passato:

Sardu: antivirus e strumenti di gestione del sistema in un unico supporto
AVG Rescue CD diventa freeware: ecco come si usa.
Creare un disco di ripristino in Windows 7
True Image Home 2010: creare copie di backup del disco e monitorare le modifiche a file e cartelle
Avviare qualsiasi distribuzione Linux da una chiavetta USB
Spostare e ridimensionare partizioni con Gparted risolvendo i problemi di avvio di Windows 7 e Vista

Proviamo a salvare, in una chiavetta USB, una serie di utilità gratuite che ci permetteranno di svolgere molteplici operazioni di manutenzione su qualunque sistema. Il vantaggio di utilizzare unità USB anziché supporti CD/DVD è innegabile: il contenuto di una chiavetta USB può essere aggiornato in qualsiasi momento avendo così la possibilità di adeguare costantemente i software in essa contenuti alla versione più recente.

Facciamo una lista degli strumenti che vorremmo avere a disposizione nella chiavetta USB avviabile:
- BartPE
- Parted Magic
- Ultimate Boot CD
- Disco di ripristino di TrueCrypt
- MemTest86+


Preparazione della chiavetta USB

Prima di procedere è necessario verificare di avere a disposizione una chiavetta USB sufficientemente capiente (suggeriamo almeno 2 GB di spazio). Il contenuto di tale supporto di memorizzazione sarà completamente eliminato: consigliamo quindi di assicurarvi che l'unità sia vuota oppure che il suo contenuto non sia più d'interesse e possa essere eliminato in tutta tranquillità.
Per rendere avviabile al boot del personal computer la chiavetta USB, è necessario quindi scaricare il software PeToUSB. Il prelievo del programma è avviabile accedendo a questa pagina quindi cliccando su Download, in corrispondenza della versione 3.0.0.7 (PeToUSB_3.0.0.7.zip).
PeToUSB è un'applicazione Windows che svolge un duplice compito: in primo luogo, è capace di partizionare, formattare e rendere avviabile qualunque chiavetta USB ed inoltre garantisce il caricamento di BartPE.
Dopo aver scaricato PeToUSB, si dovrà estrarre tutto il contenuto del file Zip in una cartella su disco.

Configurazione iniziale di PE Builder

Come abbiamo spesso ricordato, PE Builder è un software che consente di creare una sorta di "mini-Windows", avviabile da un supporto rimovibile. Il programma è capace di produrre un'immagine in formato ISO contenente tutto il necessario per masterizzare il supporto CD o DVD avviabile. All'interno del file ISO, l'utente ha la possibilità di inserire tutta una serie di utilità (dai software antivirus, ai file manager, dai programmi di disk imaging alle applicazioni per il recupero dati).
In questo articolo abbiamo visto come generare un'immagine ISO contenente il software di disk imaging Macrium Reflect Free. Il programma non permette di eseguire il backup del contenuto di una partizione o di un disco e di salvarlo sotto forma di file d'immagine ma consente comunque di ripristinare un file precedentemente prodotto oppure di esplorarne comodamente il contenuto (per estrarne, ad esempio, cartelle e file specifici).
DriveImage XML è invece un software, altrettanto gratuito, che permette – da CD o DVD di boot (noi amplieremo questa possibilità alle chiavette USB) – non solo di ripristinare un file d'immagine creato in precedenza ma anche di generarne di nuovi senza difficoltà.
Riassumiamo i punti salienti della procedura che porta alla creazione del file ISO di BartPE. Nel pacchetto di BartPE inseriremo anche una shell che consente di fruire di un'interfaccia grafica che ricorda da vicino quella di Windows XP oltre ad alcune utilità accessorie. Questi ultimi passi consentiranno di meglio comprendere il funzionamento di PE Builder, il programma Windows che porta alla creazione dell'immagine ISO.

Come primo passo, è necessario prelevare il software PE Builder. Dopo aver scaricato l'ultima versione di PE Builder, è necessario estrarre il contenuto dell'archivio compresso in una cartella, sul disco fisso (ad esempio, c:\pebuilder).

Requisito essenziale per la creazione del proprio CD BartPE è l'aver a disposizione il CD d'installazione di Windows XP Service Pack 3 (se il proprio CD d'installazione di Windows XP non è aggiornato al Service Pack 3, suggeriamo di seguire queste indicazioni) oppure quello di Windows Server 2003.

Alla lista del materiale necessario, aggiungiamo:
- XPE (scaricabile cliccando qui). Si tratta di un plug-in che consente di integrare, nel CD di boot di Bart PE, la shell di Windows. Anziché, quindi, impiegare l'interfaccia di base offerta da Bart PE, XPE dà la possibilità di sfruttare la classica shell del sistema operativo.
- Nu2XPE (prelevabile cliccando qui). Plug-in che si occupa di importare tutti i collegamenti inseriti nel menù predefinito di BartPE all'interno della nuova shell (XPE).
- AutoRAMDiskResizer (il download è effettuabile cliccando qui). Un plug-in che ridimensiona in modo automatico il disco virtuale che BartPE crea in memoria RAM e che viene utilizzato per caricare kernel di Windows ed utilità di sistema. A questo disco viene assegnata l'etichetta RAMDisk e l'intentificativo di unità B:.


A questo punto, è necessario accedere alla directory dei plugin di PE Builder (c:\pebuilder\plugin) ed estrarvi il contenuto dei tre plugin sopra citati in altrettante sottocartelle. Consigliamo di estrarre il contenuto del file compresso xpe-1.0.7.cab nella directory plugin\xpe-1.0.7; quello di nu2xpe-1.5.cab nella cartella plugin\nu2xpe-1.5; quello di autoramresizer-2.1.cab in plugin\autoramresizer-2.1.

Si noti come la sottocartella plugin di PE Builder contenga già una lista di applicazioni aggiuntive che è possibile aggiungere agevolmente all'interno del CD di boot di BartPE.


  1. Avatar
    Michele Nasi
    31/10/2010 08:44:56
    L'articolo ritengo sia una buona base di partenza per i lettori più "smaliziati" che desiderino capire in modo più approfondito cosa accade "dietro le quinte". Qualora avessi difficoltà nel seguire la procedura passo-passo, puoi ripiegare sull'ottimo MultiBootISOs: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=6602 Potrei conoscere il perché di questo intervento spiccatamente provocatorio? Grazie.
  2. Avatar
    Franco Milanato
    31/10/2010 08:30:34
    Tu che hai scritto questo articolo. Prova ad eseguire, alla lettera, quanto scrivi e vedi un po quali risultati ottieni. Quindi dai un voto da 0 a 10 sui risultati che ottieni. Dimmi poi quale punteggio ti sei dato.
  3. Avatar
    Michele Nasi
    24/09/2010 15:51:14
    Molto probabilmente hai saltato o non eseguito correttamente qualche passo. Hai salvato nella root della chiavetta USB il file menu.lst ?
  4. Avatar
    nemo76
    24/09/2010 15:31:50
    salve, al boot si ferma sul prompt "GRUB" ....come faccio partire i vari programmi?
  5. Avatar
    Danilo_BB
    21/09/2010 12:01:34
    Ma se ho già un cd di XP SP3 e vorrei aggiungere ad esempio i drivers per i dischi scsi o per il supporto in raid (di solito questi solo disponibili per floppy), come posso ricreare un cd completo di queste aggiunte per essere così installati in automatico dal software installatore originale ? Grazie
  6. Avatar
    Michele Nasi
    17/09/2010 22:32:04
    Si è trattato di un problema temporaneo. Ho appena provveduto a risolvere. Grazie per la preziosa segnalazione! :)
  7. Avatar
    baio67
    17/09/2010 21:09:09
    ..purtroppo non funziona il link al file menu.lst
Realizzare una chiavetta