76606 Letture

Resettare o azzerare la password di Windows. Come cambiare la password di qualunque account utente (Video)

Ci sono numerosi strumenti software che permettono, in casi disperati, di azzerare o cambiare la password degli account utente di Windows. Com'è ovvio, tali applicazioni vanno impiegate solamente allorquando si fosse dimenticata la password associata ad uno o più account creati sui propri personal computer. Si tratta, purtroppo, di una situazione piuttosto frequente, ed appare quindi importante essere consapevoli delle possibilità a disposizione per tornare ad accedere ad un profilo utente diversamente irrecuperabile.

Per modificare la password abbinata ad una qualunque tipologia di account, esiste una procedura poco nota ma molto efficace ed estremamente rapida da applicare.
L'approccio che presentiamo non richiede, come requisito, l'impiego di alcun software aggiuntivo fatta eccezione per il supporto d'installazione del sistema operativo o per il "Disco di ripristino del sistema".

Suggeriamo quindi di salvare il Disco di ripristino del sistema di Windows in una chiavetta USB (Creare il disco di ripristino di Windows 7 e renderlo avviabile da USB (Video)) che può essere facilmente resa avviabile con un'utilità come YUMI.


Avevamo illustrato a suo tempo la procedura da applicare nell'articolo Windows: cambiare la password di qualunque account dalla schermata di login. Questa volta abbiamo deciso di ripresentarvela preparando una videoguida che illustri tutti i vari passaggi:



Il video è stato registrato a 720p: vi consigliamo di visualizzarlo a schermo intero in modo da poter seguire i vari passaggi con maggior comodità.
Scusateci per le imperfezioni nella pronuncia e... siate benevoli con l'autore del video ;)

La procedura illustrata prevede il riavvio del sistema con il Disco di ripristino di Windows 7, l'accesso al prompt dei comandi e l'utilizzo dei comandi seguenti:


C:
cd\windows\system32
ren sethc.exe sethc.old
copy cmd.exe sethc.exe


Il nocciolo del trucco è tutto qui. Il file sethc.exe corrisponde all'utilità Tasti di scelta rapida per l'accessibilità, un'applicazione integrata di default in tutte le versioni di Windows che consente di utilizzare combinazioni di tasti con MAIUSC, CTRL, ALT od il tasto col logo del sistema operativo premendo un tasto alla volta (funzionalità utile per gli utenti disabili).
I comandi sopra indicati consentono di sostituire temporaneamente l'utilità Tasti di scelta rapida per l'accessibilità con il prompt dei comandi del sistema operativo (cmd.exe).
L'utilità Tasti di scelta rapida per l'accessibilità viene eseguita al boot di Windows ed è richiamabile (premendo rapidamente, per cinque volte, il tasto MAIUSC o SHIFT sulla tastiera) sin dalla comparsa della finestra di login del sistema operativo.
Avendo sostituito il file sethc.exe con cmd.exe, a comparire premendo 5 volte il tasto MAIUSC, non sarà più l'utilità Tasti di scelta rapida per l'accessibilità ma la finestra del prompt dei comandi di Windows.

Da qui, si avrà la possibilità di digitare qualunque comando per la gestione del sistema.
Ad esempio, net user nome_account_utente * consentirà di cambiare la password associata all'account utente indicato.
Non è nemmeno necessario conoscere la password attuale abbinata all'account utente specificato: è sufficiente digitare la nuova password e ripeterla una seconda volta.

Dal prompt dei comandi è possibile, in alternativa oppure in aggiunta, creare un nuovo account utente assegnandogli i diritti di amministratore. Per procedere, è sufficiente digitare i seguenti due comandi:
net user /add ADMINTEST test123
net localgroup administrators ADMINTEST /add



Fermandoci alla prima istruzione, si creerà un semplice nuovo utente denominato "ADMINTEST" (con password "test123"). Per assegnargli i diritti di amministratore, si dovrà necessariamente usare il secondo comando (l'utente ADMINTEST verrà aggiunto al gruppo administrators).

Per eliminare un utente, basterà poi digitare il comando net user /delete nome_account_utente.

La situazione iniziale (applicazione Tasti di scelta rapida per l'accessibilità) è ripristinabile riavviando il sistema dal disco di ripristino quindi digitando, al prompt dei comandi quanto segue:

C:
cd windows\system32
del sethc.exe
ren sethc.old sethc.exe
exit


Come ultimo passo, si dovrà riavviare il personal computer cliccando sul pulsante Riavvia.


  1. Avatar
    Freeman741
    27/12/2016 07:46:24
    Ma se la cartella utente è criptata da windows non corro il rischio di perdere tutti i dati?
  2. Avatar
    Anonimo_2
    31/10/2015 21:58:38
    Buona Serata a tutti; Ho una domanda forse banale, non ho mai creato i CD di ripristino di windows 8.1, quindi vi chiedo la procedura illustrata funzionerà ugualmente usando il DVD di installazione di windows 8.1? Sperando di ricevere una risposta ringrazio anticipatamente chiunque sia così gentile da fornirmene una e Saluto tutti gli altri
  3. Avatar
    Angelino
    06/04/2014 22:54:03
    Hai ragione. L'unità era d: grazie mille.
  4. Avatar
    Michele Nasi
    05/04/2014 20:11:19
    @Angelino: assolutamente no. Accertati di quale sia veramente la lettera identificativa di unità assegnata all'hard disk nel tuo caso. Probabilmente, effettuando il boot dal disco di ripristino di Windows 7, l'unità C: non corrisponde all'hard disk. Rivedi comunque la procedura e fai le verifiche del caso perché si tratta di una metodologia testata ed assolutamente funzionante.
  5. Avatar
    Angelino
    05/04/2014 17:20:57
    Il problema è che la dir c: non è disponibile giacché riservata al sistema Uff
  6. Avatar
    rosa.kairo
    28/11/2013 19:32:00
    Scusate, ho un problema: ho seguito il vostro consiglio ma poi non essendo sicura di aver fatto bene, cercando di ritornare indietro...mi sono persa il file cmd.exe. Come si può ripristinare?
  7. Avatar
    Michele Nasi
    06/09/2013 14:37:54
    Citazione: Bel trucchetto, niente da dire! Domanda: se NON si ripristina sethc.exe e si lascia il prompt dei comandi al suo posto, cosa succede? Immagino che il comando cmd non funzioni più (visto che è stato rinominato in sethc), e che per accedere al promp comandi occorra digitare sethc: giusto? Grazie mille!
    No, in realtà il prompt continuerà a funzionare. Il file cmd.exe infatti non è stato cancellato o modificato. Piuttosto non funzionerà più l'utilità richiamabile premendo cinque volte il tasto SHIFT e, anche in ambiente Windows, continuerà ad aprirsi al suo posto il prompt dei comandi. Sempre meglio ripristinare la situazione originaria.
  8. Avatar
    Michele Nasi
    06/09/2013 14:36:02
    @lorion-m: abbiamo già citato quel tool come altri della sua stessa categoria ma... non c'è bisogno di usarlo. La procedura illustrata necessita di appena 2 minuti di tempo per essere messa in pratica e non prevede l'impiego di alcun software di terze parti.
  9. Avatar
    Diabolus
    06/09/2013 13:33:07
    Bel trucchetto, niente da dire! Domanda: se NON si ripristina sethc.exe e si lascia il prompt dei comandi al suo posto, cosa succede? Immagino che il comando cmd non funzioni più (visto che è stato rinominato in sethc), e che per accedere al promp comandi occorra digitare sethc: giusto? Grazie mille!
Resettare o azzerare la password di Windows. Come cambiare la password di qualunque account utente (Video) - IlSoftware.it