44124 Letture

Ripristinare Windows senza perdere dati con RefreshPC

Quando Windows evidenzia comportamenti anomali uno degli interventi a cui si pensa immediatamente è la riformattazione del disco con la conseguente reinstallazione del sistema operativo e di tutte le applicazioni. Si tratta di una procedura, però, che richiede molto tempo per essere condotta a termine e non tanto per ciò che riguarda l'installazione di Windows in sé quanto per la necessità di dover ripristinare programmi, impostazioni e dati personali.

Per ripristinare Windows senza perdere dati è possibile ricorrere ad un'utilità come RefreshPC. L'idea alla base del programma, completamente gratuito, è tanto semplice quanto brillante: ripristinare automaticamente le impostazioni predefinite di Windows per sbarazzarsi di qualunque modifica apportata alla configurazione del sistema.
Icone dei dischi che non appaiono più correttamente, impossibilità di accedere al registro di Windows o ad altre funzionalità, assenza di alcuni comandi nel menù contestuale, interfaccia Aero di Windows 7 impossibile da riattivare, icona della scheda di rete o della connessione wireless sparita, associazioni di file errate sono solo alcune delle problematiche che RefreshPC è capace di risolvere.
Dopo la rimozione di un malware particolarmente aggressivo, RefreshPC si rivela utilissimo per ripristinare il corretto funzionamento di Windows senza perdere dati.
L'impiego di RefreshPC è determinante anche nelle situazioni in cui Windows evidenzi comportamenti anomali, spesso riconducibili all'effettuazione di modifiche avventate sul registro od all'installazione di software troppo “zelanti”.

Compatibile con Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8, RefreshPC necessita di essere installato sul disco fisso. Fortunatamente, rispetto a quanto accadeva con la prima versione, RefreshPC 2.0 non genera alcun falso positivo da parte dei vari motori antivirus ed antimalware.
L'ampio ventaglio di modifiche che apportano sul sistema programmi come RefreshPC mettono in allerta i motori di scansione antivirus: si tratta però, spesso, di “falsi positivi” ossia di segnalazioni erronee.
L'unico neo che abbiamo notato durante l'installazione di RefreshPC è che il programma chiede all'utente l'autorizzazione per il caricamento di alcuni componenti adware. L'installazione di tali oggetti è del tutto superflua e può essere negata cliccando ripetutamente sui pulsanti Decline:

Il pulsante Decline è di colore grigio; in realtà esso è perfettamente cliccabile.
Suggeriamo di porre massima attenzione in questa fase in modo da evitare l'installazione, sul sistema, di componenti che non hanno nulla a che vedere con il corretto funzionamento di RefreshPC.

La procedura che effettua il download della routine d'installazione dei vari adware viene invocata attraverso il file SetupStub.exe, automaticamente scaricato e salvato nella cartella dei file temporanei di Windows (%temp%):

Facendo clic su tutti i pulsanti Decline nessun componente aggiuntivo (e superfluo) sarà installato sul sistema. Al termine dell'installazione di RefreshPC, inoltre, la cartella dei file temporanei verrà automaticamente ripulita.

Quando si installano applicazioni free è sempre bene, in fase d'installazione, quali finestre di dialogo riguardano la configurazione vera e propria del programma e quali, invece, propongono il caricamento di software ridondanti, superflui o fastidiosi. Qualche attenzione in più, evitando di premere i pulsanti Accept, Next o Avanti senza leggere e senza riflettere, può risparmare l'inutile appesantimento del sistema con l'installazione di elementi non necessari.


All'avvio di RefreshPC, il programma chiede se si desideri creare un punto di ripristino del sistema:

Consigliamo di rispondere in modo affermativo: RefreshPC invocherà l'utilità Ripristino configurazione di sistema di Windows per creare automaticamente un punto di ripristino.

Al termine dell'operazione, avviando l'utilità Ripristino configurazione di sistema, quindi cliccando su Next, si dovrebbe trovare il punto di ripristino appena creato da RefreshPC:

Il punto di ripristino in figura potrà essere recuperato in caso di problemi. Qualora gli interventi apportati da RefreshPC non dovessero risultare soddisfacenti, si potrà eseguire l'utilità Ripristino configurazione di sistema e riportare il sistema operativo ad uno stato precedente (per maggiori informazioni: Windows 7: a spasso nel tempo con la funzionalità "Versioni precedenti").

Per ripristinare le impostazioni predefinite di Windows, si dovrà semplicemente fare clic sul pulsante Refresh my Windows settings di RefreshPC:

Utilizzando un'utilità come Process Monitor ed impostando, come filtro, il nome del processo caricato da RefreshPC (Come monitorare le modifiche apportate al registro di Windows) abbiamo verificato l'elenco delle chiavi del registro che vengono automaticamente modificate dal programma ripristinandone i valori di default.
Gli interventi applicati sono moltissimi e riguardano non soltanto la configurazione del registro di sistema (con le policy di Windows) ma anche i servizi caricati all'avvio. Come operazioni accessorie, RefreshPC provvede a ripulire la cartella dei file temporanei ed il sistema di prefetching di Windows.


Al termine dei vari interventi, RefreshPC mostra un messaggio che riassume il numero delle modifiche applicate:

Ciò che manca in RefreshPC è un resoconto puntuale dei singoli valori ripristinati e la possibilità, per l'utente, di scegliere un insieme ridotto di modifiche.
Anche la seconda versione di RefreshPC applica indiscriminatamente tutti gli interventi ripristinando i valori di default di Windows.

Un riavvio del sistema operativo è sempre necessario per rendere efficaci tutte le modifiche applicate da RefreshPC:

RefreshPC
Download: Cercare su Google "RefreshPC xp-smoker download" ed effettuare il download dal primo link proposto.
Compatibile con: Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8
(versioni a 32 e 64 bit)
Licenza: freeware



  1. Avatar
    vince
    10/07/2013 07:22:39
    Si l'invisibilità non può esistere, per il semplice fatto che c'è infilato un cavo ed il router lo rileva, ma insomma mi accontento, alla fin fine tutto in casa rimane, e anche volendo curiosare che vedo se non solo numeri, avere la totale padronanza degli applicativi di contabilità non è facile e non interessante, indi qualche psw e bon. Grazie.
  2. Avatar
    Michele Nasi
    09/07/2013 14:44:16
    Che il sistema sia "invisibile" agli altri client, almeno senza troppe "investigazioni" è certamente possibile ma non sarà certamente invisibile al router.
  3. Avatar
    vince
    09/07/2013 14:20:57
    Come collegarsi a internet, senza necessariamente far parte di una rete, è un modo di dire, l'ho tratto dalle risposte lette in forum e chissà dove altro ancora, d'altronde è semplice. Non è stato semplice cercare di escludere il mio pc dalla vista in rete, che ricordo è formata da un solo client e un server, però con varie indicazioni, vedi interposizioni di password, ci sono riuscito, è un po' il segreto di pulcinella ma insomma per salvare la faccia verso la privacy è sufficiente, non essendo il pc in questione facente parte dell'ufficio. Si, come ho già scritto, l'uso che ne ho fatto non era certamente da imputare alla emergenza, dove basta che poi tutto torni a funzionare, indi sopportare qualche magagna, che si è già contenti.
  4. Avatar
    Michele Nasi
    09/07/2013 10:55:24
    Che significa che non fa parte della rete di casa? Se sei collegato allo stesso router sul quale sono collegati gli altri client, il sistema entra a far parte della rete domestica (il tuo sistema, salvo particolari impostazioni lato sistema operativo "pingherà" le altre macchine e sarà egualmente raggiungibile). RefreshPC è un software eccellente capace di risolvere anche situazioni disperate. È ovvio che non va usato qualora non ve ne fosse necessità alcuna anche perché sarebbe importante verificare come hai configurato il tuo sistema e che cosa hai installato.
  5. Avatar
    vince
    09/07/2013 09:37:48
    Scusa ho scritto e lanciato mentre lo hai fatto tu un poco prima. Come vedi ho risposto in parte. Si il pc in questione non fa parte della rete di casa, sono collegato al router via cavo e wi fi solo per la connessione internet.
  6. Avatar
    vince
    09/07/2013 09:36:32
    Dopo tutte queste ciacole, mi sono ricordato d'aver imparato qualcosa rompendo i zebedei, indi ho lanciato un punto di ripristino antecedente l'uso del programma, et voilà tutto è tornato in auge, il tasto Fn la veloce connessione a internet e non so quant'altro. Credo di poter affermare che l'uso di questo programma è dedicato alla vera emergenza, dove si può anche sopportare e in caso ripristinare certe funzioni disabilitate. Morale non vale la pena usarlo per sfizio, a meno di essere in grado di sopportarne le conseguenze. Ciao e grazie.
  7. Avatar
    Michele Nasi
    09/07/2013 09:29:33
    Citazione: Naturalmente può essere una concomitanza, comunque noto un allungamento notevole dei tempi di collegamento al router, che serve solo per internet, questo pc non è in rete casalinga.
    Che significa "serve solo per internet, questo pc non è in rete casalinga"? Come sono impostate le proprietà della connessione di rete? Posso chiederti perché hai usato RefreshPC? Notavi dei problemi particolari sul sistema? In ogni caso, tieni presente che puoi ripristinare la precedente configurazione del sistema utilizzando il punto di ripristino creato da RefreshPC.
  8. Avatar
    vince
    09/07/2013 07:49:57
    Naturalmente può essere una concomitanza, comunque noto un allungamento notevole dei tempi di collegamento al router, che serve solo per internet, questo pc non è in rete casalinga. Il cerchietto che gira sulla icona in tray gira anche 5 min, non permette nessun altro accesso, antivirus compreso, sembra che cerchi qualcosa che non trova. Ho provato a scollegare il cavo di collegamento al router uguale cerca... Ho provato a disattivare l'antivirus, nessun cambiamento. Ovvio che "prima" si collegava in un baleno. Cosa posso fare, che configurazione può aver bloccato? Grazie. Aggiungo: Il tasto funzione Fn sulla tastiera non funziona più, nel senso che sembra disattivato, cosi a caso... se volessi attivare o disattivare l'audio non lo posso fare con la solita pressione di due tasti, cosi per il Wi Fi, forse il riportare a default significa azzerare funzioni non proprie, intendo aggiuntive, però non ho mai caricato la funzione prima citata che ha funzionato subito dopo aver installato il SYS OP Win 7 Home Premium sp1 64bit, insomma sono un po' confuso. Comincio a pensare non sia più concomitanza, ovviamente me ne guardo bene dal giudicare un programma, d'altronde non ne sarei in grado, cosa ne pensi Direttore?
  9. Avatar
    vince
    05/07/2013 15:23:35
    Un cosa non ha riportato a default, e mi sta bene, il timeout in opzioni d'avvio msconfig, in più è sparita la richiesta di salvare le password.
Ripristinare Windows senza perdere dati con RefreshPC - IlSoftware.it