6868 Letture

Spazio insufficiente su Android: ci penserà Play

Google sta per rilasciare un nuovo aggiornamento dell'app Play Store che nel caso in cui lo spazio disponibile sul dispositivo Android fosse esaurito, provvederà a indicare le app che possono essere rimosse.

Il nuovo Uninstall manager integrato nell'app Play Store offrirà una lista delle app che possono essere disinstallare per recuperare spazio prezioso. L'applicazione indicherà per prime le applicazioni che l'utente non ha utilizzato da tempo e che quindi, con buona probabilità, sono ritenute superflue.

I tecnici di Google non hanno rivelato quando la nuova funzionalità verrà portata al debutto ma, stando agli screenshot diffusi in queste ore, la novità è ormai matura e sarà molto probabilmente distribuita a breve.

Spazio insufficiente su Android: ci penserà Play

Il problema dello spazio insufficiente è molto diffuso tra i possessori di dispositivi Android. Se Android 6.0 Marshmallow offre una più efficace gestione delle app permettendone un più semplice trasferimento sulla scheda SD, con le precedenti versioni del sistema operativo, è comunque possibile applicare una procedura che consente di raggiungere il medesimo risultato.


Per risolvere gli errori di spazio insufficiente su Android, consigliamo di utilizzare l'applicazione Link2SD e applicare i passaggi illustrati nell'articolo Liberare spazio Android, ecco come fare.

  1. Avatar
    Mao99
    03/06/2016 09:44:49
    Questa è ottima cosa, ma basta poco ed un pò di attenzione per il proprio cellulare che lo si tiene pulito ed informa (consiglio di disattivare le molte app preinstallate se non usate che appesantiscono) e di cambiare launcher se usate android che lo snellisce. Ottima cosa questa, come già detto, ma io conosco gente che anche se, sapendo che ce l'ha pieno, di fare un pò di pulizia (non hanno nemmeno 1MB a volte) e non lo vogliona fare e lo tengono così.. oh si e non usano il Play perchè non sanno come usarlo... ok, son casi estremi, ma ci sono e non son pochi.
Spazio insufficiente su Android: ci penserà Play - IlSoftware.it