69522 Letture

Sviluppare app Android con Android Studio

Android Studio sta diventando una soluzione sempre più popolare per lo sviluppo di applicazioni Android. Si tratta di un ambiente di sviluppo integrato (IDE, in inglese) che offre diversi vantaggi rispetto ad Eclipse.

Sviluppare app Android con Android Studio risulta più semplice perché l'ambiente di sviluppo proposto agli utenti è più semplice ed è plasmato sulle esigenze del programmatore Android.

Chi si avvicina adesso alla programmazione Android è quindi bene provveda subito ad installare ed utilizzare Android Studio dal momento che, a breve, diverrà l'unico ambiente di sviluppo ufficialmente supportato da parte di Google.

Chi già programma con Eclipse, invece, installando Android Studio dirà addio al concetto di workspace e farà invece la conoscenza coi moduli (modules) e con i library modules.
I moduli rappresentano delle unità funzionali delle varie app in corso di sviluppo e possono essere caricati, provati e sottoposti a debugging in maniera del tutto indipendente.


Al momento, Android Studio è ancora in versione beta (nonostante sia già sufficientemente stabile ed affidabile) ed è compatibile con tutte le piattaforme: Windows, Mac OS X, Linux.
Nel nostro caso, abbiamo installato Android Studio in una macchina Windows 8.1 ma è ovviamente possibile adoperare l'ambiente di sviluppo di Google in altre configurazioni.

Installare Android Studio

1) Disinstallare, utilizzando il Pannello di controllo di Windows, eventuali versioni di Java (pacchetti JRE) presenti sul sistema
2) Scaricare ed installare l'ultima versione del pacchetto Java JDK dal sito ufficiale di Oracle (vedere questa pagina).

Attenzione a non scaricare ed installare il pacchetto JRE: ciò che serve è il Java Development Kit (abbreviato JDK).

Dopo l'installazione del pacchetto Java JDK

Quando si installa Java è bene tenere presenti alcuni punti fondamentali. In primo luogo, la piattaforma Java deve essere mantenuta sempre aggiornata per evitare che eventuali vulnerabilità possano essere sfruttate, da parte di aggressori, per causare danni. In seconda battuta, se non si fosse interessati ad eseguire le applet Java dal browser web, sarebbe opportuno disattivare questa possibilità.
A tal proposito, suggeriamo di documentarvi facendo riferimento all'articolo Java è sicuro? Come difendersi dalle minacce più recenti.


3) Aprire il prompt dei comandi di Windows e digitare: java -version
Dovrebbe apparire una schermata simile alla seguente:

Sviluppare app Android con Android Studio

In questo modo si verificherà l'avvenuta installazione del pacchetto Java JDK.

4) Facendo clic con il tasto destro del mouse su Computer o su Questo PC, bisognerà selezionare Proprietà, cliccare sul pulsante Impostazioni di sistema avanzate e su Variabili d'ambiente.

Sviluppare app Android con Android Studio

Cliccando sul pulsante Nuova in basso, si dovrà digitare JAVA_HOME nella casella Nome variabile quindi digitare il percorso d'installazione di Java JDK nel sottostante campo Valore variabile (esempio: C:\Program files\Java\jdk1.8.0_11):

Sviluppare app Android con Android Studio

Dopo aver premuto due volte i tasti OK, si potrà passare all'installazione di Android Studio.

5) Per installare Android Studio per Windows, è sufficiente visitare questa pagina e cliccare su Download Android Studio Beta.

6) Una volta installato il pacchetto Android Studio sul sistema (per comodità, suggeriamo di impostare, come cartella di destinazione, C:\Android Studio in luogo di quella predefinita), è possibile avviare l'ambiente di sviluppo.

Al primo avvio, Android Studio richiede se si fosse interessati a reimportare le preferenze personali da una precedente installazione del programma. Nel caso in cui si fosse effettuata una prima installazione, si potrà lasciare selezionata l'opzione I do not have a previous version of Android Studio or I do not want to import my settings:

Sviluppare app Android con Android Studio

Alla comparsa della finestra di benvenuto di Android Studio, bisognerà fare clic su Configure:

Sviluppare app Android con Android Studio

7) Cliccando sul pulsante SDK Manager, è possibile avviare l'omonimo strumento.

Sviluppare app Android con Android Studio

Si tratta dello speciale strumento che consente di gestire le versioni dell'Android SDK correntemente installate sul sistema in uso (nel caso in cui la voce SDK Manager non risultasse selezionabile, suggeriamo di chiudere e di riavviare Android Studio).


8) L'SDK Manager mostra tutti i componenti utilizzabili per realizzare le proprie applicazioni per la piattaforma Android.
Qui, si possono spuntare le caselle corrispondenti alle versioni di Android per le quali si prevedono di sviluppare le proprie applicazioni. Ogni versione del sistema operativo Android è contraddistinta da un numero progressivo di versione della corrispondente API. Nel caso di Android 2.3.3 si leggerà, ad esempio, API 10; nel caso di Android 3.0, API 11; per Android 4.0, API 14 e così via.
A questo indirizzo è possibile consultare una lista completa delle release di Android insieme con la corrispondente release API.

Dalla sezione Tools dell'SDK Manager bisognerà accertarsi di spuntare la seguenti caselle:
- Android SDK Tools
- Android Platform-tools
- Android SDK Build-tools

Sviluppare app Android con Android Studio

Si potranno quindi spuntare le caselle corrispondente alle API di riferimento per le varie versioni di Android di proprio interesse.

Sviluppare app Android con Android Studio

Infine, sarà necessario attivare le caselle seguenti, contenute nella sezione Extras:

- Android Support Repository
- Android Support Library
- Google USB Driver

Sviluppare app Android con Android Studio

A questo punto si dovrà cliccare su Install, accettare le condizioni di licenza e fare clic, ancora, sul pulsante Install.


Sviluppare app Android con Android Studio - IlSoftware.it