335229 Letture

Tecniche, suggerimenti e software per ripristino e migrazione del sistema, disk imaging, backup.

Molti utenti pensano che i dati che quotidianamente memorizzano sul disco fisso siano come custoditi in cassaforte. In realtà tali informazioni sono costantemente in pericolo. Infezioni da virus possono non solo minare alla stabilità del sistema operativo ma distruggere i dati salvati su disco. Cancellazioni accidentali di file importanti possono avere effetti simili. Per non palare, poi, di problemi software (che, per esempio, rendono inavviabile il sistema operativo) o guasti hardware (crash dei dischi fissi).
Per evitare di dover spendere inutilmente tempo e denaro, presentiamo strategie e prodotti che vi aiuteranno a prevenire perdite di dati ed a risolvere nel più breve tempo possibile (ed in modo brillante) eventuali problemi legati all'impossibilità di avviare il sistema.

Le soluzioni applicabili per evitare di trovarsi in situazioni critiche sono essenzialmente tre: adozione di politiche di backup, utilizzo di strumenti per il ripristino del sistema (rollback), impiego di software per il "disk imaging" (creazione di immagini di partizioni e dischi).


Il backup consiste nell'effettuare una copia di sicurezza dei file più importanti memorizzati sul disco fisso: abbiamo già ampiamente affrontato l'argomento in questo articolo e riprenderemo brevemente il tema nelle pagine seguenti. Ci concentriamo ora sulle altre due soluzioni.

Il ripristino del sistema consiste nella possibilità di riportare il sistema operativo ad un precedente stato certamente funzionante. Windows XP offre "di serie" due strumenti che operano in tal senso: Ripristino configurazione di sistema (System Restore) e Ripristino driver (Rollback Driver). Il primo salva in automatico, oppure su richiesta dell'utente, tutte le informazioni sullo stato del sistema (dati sugli utenti, sulle impostazioni hardware e software necessarie per il corretto avvio di Windows e così via). System Restore può essere eseguito cliccando su Start, Programmi, Accessori, Utilità di sistema, Ripristino configurazione di sistema. L'utilità Microsoft non fa però miracoli: non permette di ripristinare dati e programmi, non risolve situazioni determinatesi a seguito di errori commessi da parte dell'utente o da modifiche causate da infezioni virali.
Ripristino driver è invece una funzione accessibile da Pannello di controllo, Sistema, Hardware, Gestione periferiche. Dopo aver fatto doppio clic su una periferica e selezionato la scheda Driver, si potrà ripristinare la versione precedente di un driver qualora quella successivamente installata dovesse causare dei problemi.

GoBack (inizialmente prodotto e commercializzato da Roxio, oggi acquisita da Symantec) è un software che rappresenta l'evoluzione dell'utilità Ripristino configurazione di sistema. Il programma consente di risolvere praticamente ogni genere di problema derivante dalla cancellazione accidentale di file e directory, dall'infezione di virus, dall'installazione di programmi o driver non compatibili col sistema operativo oppure mal sviluppati. GoBack, infatti, provvede a registrare ogni variazione apportata al sistema in una speciale area del disco fisso. Le differenze rispetto all'utilità inclusa in XP sono enormi: il programma di Symantec (in particolar modo la versione Deluxe) offre funzionalità molto sofisticate. Non solo è possibile riportare l'intero sistema ad uno stato funzionante ma anche ripristinare versioni precedenti dei file sui quali si è lavorato ultimamente (è sufficiente da Esplora risorse fare clic sul file d'interesse con il tasto destro del mouse e scegliere il comando Show revisions). GoBack offre anche la possibilità di ripristinare una configurazione precedente del sistema su un disco virtuale creato "on the fly": in questo modo si potranno per esempio recuperare file successivamente modificati o cancellati.
E' bene sottolineare come GoBack "si impossessi" della procedura di boot del sistema operativo. Il programma è quindi incompatibile con sistemi diversi da Windows e, soprattutto, non va d'accordo con boot manager come, per esempio, BootMagic e simili. Inoltre, il programma deve essere disattivato ogniqualvolta vengano effettuate modifiche alla struttura del disco (per esempio durante l'uso di Partition Magic) e, purtroppo, anche quando si installano aggiornamenti di Windows. Tenuti presenti questi aspetti, in tutte le altre situazioni GoBack si comporta in modo assolutamente brillante.

I software di disk imaging utilizzano, invece, un differente approccio. Essi non devono essere tenuti sempre in esecuzione, non registrano in tempo reale le modifiche operate sul sistema ma consentono di creare "l'immagine" di interi dischi e partizioni. L'immagine può essere considerata come un'istantanea del contenuto di una partizione o del disco fisso. La procedura di creazione dell'immagine richiede un po' di tempo. Quando è bene utilizzarla?
Il nostro consiglio è quello di creare l'immagine del disco fisso o della partizione sulla quale si è installato il sistema operativo non appena si è provveduto al setup di tutti i programmi utilizzati più di frequente, all'applicazione di tutti i principali aggiornamenti, alla regolazione del sistema secondo le proprie preferenze. Una volta configurato il sistema operativo, non appena si sarà certi di disporre di un sistema impostato "alla perfezione" si potrà passare alla creazione del file d'immagine servendosi di software come Norton Ghost o DriveImage. Il file d'immagine, che generalmente può venire compresso, può essere quindi conservato, ad esempio, su di un CD ROM, in attesa di ripristinarne il contenuto. Quando il sistema operativo diventa lento ed instabile, è possibile riportarlo ad una condizione performante ripristinando proprio il contenuto del file d'immagine creato in precedenza. E' certamente un ottimo modo per disporre sempre di un computer veloce ed efficiente. L'utilizzo di un software di disk imaging presuppone comunque l'adozione di politiche di backup in modo da creare sempre una copia di sicurezza dei propri file più importanti (documenti, file di lavoro, fotografie, video personali,...).
Sia DriveImage (ex PowerQuest DriveImage) che Ghost sono oggi commercializzati da Symantec. Resta da vedere come l'azienda riorganizzerà i due software nel prossimo futuro considerando che svolgono funzioni identiche e che sono dotati di funzionalità molto simili.


Illustriamo brevemente le funzionalità principali di DriveImage 7.0, software che ci è apparso più completo rispetto a quello che, in passato, rappresentava uno dei suoi principali avversari: Norton Ghost. Drive Image 7.0 si presenta con due tipi di interfacce differenti: basic e advanced view. Ricalcando il comportamento di alcune funzioni amministrative di Windows XP (accessibili dal Pannello di controllo del sistema operativo), la prima delle due modalità di visualizzazione (basic), particolarmente adatta agli utenti meno esperti, consente di aver accesso alle funzioni principali del programma. Tutti i comandi più evoluti sono nascosti e per ogni funzione è presente un'icona ed una breve descrizione.

La funzionalità Copy Drive consente di copiare il contenuto di un intero disco fisso all'interno di un altro. Si tratta di una possibilità particolarmente utile qualora si acquisti un nuovo disco fisso e si desideri trasferirvi rapidamente tutto il contenuto della vecchia unità. La modalità di visualizzazione Avanzata (Advanced view) consente di accedere a tutte le funzionalità messe a disposizione da Drive Image 7. In particolare, questa modalità offre un prospetto riassuntivo sulle unità disco installate sul personal computer, sulle immagini create (Backup jobs), sulla cronologia dei file d'immagine creati per ciascuna unità/partizione (Backup history) e su tutti gli eventi che si sono verificati durante l'uso di Drive Image 7 (Events). Una procedura guidata prende per mano l'utente verso la creazione passo-passo del file d'immagine di un disco o di una partizione. Al solito, è possibile scegliere se masterizzare subito l'immagine su uno o più CD-ROM/DVD. In alternativa, il file d'immagine può essere memorizzato in locale oppure su un'unità di rete. Si può anche specificare, inoltre, se si vuole suddividere in più parti un unico file d'immagine ed il livello di compressione da applicare.
Le novità più interessanti stanno comunque "sotto il cofano" del prodotto: la possibilità di creare file d'immagine di dischi e partizioni senza lasciare Windows pone al momento DriveImage un gradino più in alto rispetto ai concorrenti. Apprezzabile lo speciale Recovery Environment che consente di ripristinare, ad esempio, l'immagine di dischi e partizioni accedendo ad un ambiente di lavoro in perfetto stile Windows XP/2000, accessibile semplicemente lasciando inserito il CD d'installazione di Drive Image 7, all'avvio del personal computer.


  1. Avatar
    mikeit
    24/03/2010 18.03.40
    Prova GetDataBack e spettacolare semplice e infallibile per recuperare tutti i tuoi dati anche se non riesci a vedere piu le partizioni
    CIAO!!!
  2. Avatar
    FRANCESCO ferro
    28/10/2009 01.30.18
    Ciao a tutti, leggo con molto interesse i vostri post,anche solo per conoscenza di sapere qualcosa in piu'.ma oggi scrivo perchè ho un problema e cerco AIUTO
    vi pongo il mio problema:ho windows xp prof.fino a sabato tutto bene,ieri quando accendo il pc mi compare una scritta con fondo blu che dice:"verificare i driver installati.........ecc.,fare un controllo con il verificatore driver o con il pool speciale" . faccio reset dal bottoncino e faccio riavviare .e mi parte nonrmalmente accendo il modem per la connessione faccio connetti appare la pagina di google e all'improvviso di nuovo la schermata blu.resetto di nuovo e appare la schermata blu.Allora penso ci sia un problema al modem.quindi spengo il modem e faccio ripartire il pc che si avvia normalmente ,e la prima cosa che cerco di fare e ripristinare al giorno prima.parte il ripristino e dopo mi dice"impossibile ripristinare",provo con altri giorni precedenti ma niente anzi sono scomparsi tutti gli altri punti di ripristino del pc ho solo gli ultimi 4 giorni che non mi fa fare e poi andando indietro mi porta al 31/01/2002 che neanche questi mi fa fare allora vado ad disinstallare il modem parte la disistallazione mi dice che è tutto ok e di riavviare lo faccio vado a vedere ed il modem con n il suo relativo driver è ancora li. MISTERO o sono igniorante io..Fatto sta che ho dovuto mettere un altro hd da 60 ed installare windows home e via dicendo.......e quello vorrei rimetterlo di nuovo a posto perchè è da 160G con diverse cose che mi interessano all'interno.Chi mi sa aiutare ...vi prego.grazie ragazzi
  3. Avatar
    Michele Nasi
    31/12/2008 09.32.14
    Semplicemente premere 1 seguito da Invio per gestire l'installazione di Windows.
    Prima di procedere, documentati però consultando i tanti articoli dedicati alla Console di ripristino e pubblicati su IlSoftware.it.
  4. Avatar
    Lettore anonimo
    30/12/2008 19.23.55
    console di ripristino di emergenza di microsoft windows xp tm .Laconsole di ripristino di emergenza consente de ripristinare le funzionalita . Digitare " exit " per uscre dal pront per comandi e riavviare il sistema
    1:c:/ windows
    quale installazione di windows si vuole alledere
    premere avvio per annullare .
    ( cosa devo fare )
  5. Avatar
    Michele Nasi
    11/09/2008 09.47.49
    L'articolo che hai commentato è piuttosto vecchio. Oggi, solitamente, si effettua il boot da CD ROM.
    Ti consiglio di consultare gli articoli seguenti:
    Macrium Reflect: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=4528
    DriveImage XML: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=4317
    HDClone: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=4482
    DiscWizard: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=3981
    DriveImage XML: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=3301
    Acronis TrueImage: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=3016
  6. Avatar
    Niels
    10/09/2008 15.19.23
    Ma se il computer con il disco fisso da clonare non possiede la propria unità - floppy, si può far partire il floppy stesso da unità esternamente collegata al omputer suddetto? GRAZIE
Tecniche, suggerimenti e software per ripristino e migrazione del sistema, disk imaging, backup. - IlSoftware.it