1586 Letture
WiFi4EU, il ritorno: via alle candidature dal 7 novembre

WiFi4EU, il ritorno: via alle candidature dal 7 novembre

Torna il bando rivolto ai Comuni di tutta Europa volto alla realizzazione di una rete WiFi pubblica. La Commissione Europea fornirà 15.000 euro per sostenere le spese per la costruzione della rete wireless ad accesso gratuito per gli utenti finali.

Dopo la débâcle dello scorso giugno, quando la Commissione Europea fu costretta a disporre la temporanea chiusura dell'iniziativa WiFi4EU annullando tutte le candidature sino a quel momento ricevute (WiFi4EU crolla sotto il peso delle richieste pervenute dai comuni. Annullate le candidature), si apprende oggi dell'avvio del nuovo bando.

A partire dal prossimo 7 novembre, dalle ore 13, i Comuni interessati potranno presentare la loro candidatura così da ricevere - se selezionati - un importo pari a 15.000 euro per la realizzazione di una rete WiFi pubblica.

WiFi4EU, il ritorno: via alle candidature dal 7 novembre

A fine primavera WiFi4EU cadde sotto il peso del traffico generato dalle candidature provenienti da tutta Europa; adesso, l'iniziativa viene riportata in auge e si spera che questa volta la Commissione si sia dotata di una struttura informatica adeguata e soprattutto scalabile verso l'alto per soddisfare adeguatamente tutte le richieste.


Nell'ambito di WiFi4EU saranno investiti 120 milioni di euro tra il 2017 e il 2019 con l'obiettivo di favorire l'installazione di dispositivi per il WiFi all'avanguardia nei centri della vita comunitaria.
Entro il 2020, quindi, i fondi europei saranno erogati a un totale di 6.000-8.000 Comuni senza privilegiare alcuna area geografica ed anzi distribuendoli in maniera omogenea su tutto il territorio dell'Unione.

Gli enti pubblici beneficiari dei 15.000 euro europei dovranno utilizzarli per munirsi delle attrezzature di connettività e per sostenere i costi di installazione dei punti di accesso a Internet. Il costo della connettività e della manutenzione delle attrezzature è invece a carico del beneficiario che si impegnerà a sostenere le spese per almeno 3 anni.
Per questo periodo di tempo la rete WiFi dovrà rimanere gratuita e non prevedere l'esposizione di messaggi pubblicitari di autofinanziamento.




A partire dal prossimo 7 novembre alle ore 13, gli amministratori dei Comuni italiani interessati a realizzare una rete WiFi con i fondi europei dovranno collegarsi con queste pagine per presentare una candidatura ufficiale.

WiFi4EU, il ritorno: via alle candidature dal 7 novembre