domenica 10 giugno 2001 di 39244 Letture

Windows ME: Quando c'è bisogno del file autoexec.bat

Ormai è cosa nota: Microsoft vuole abbandonare definitivamente MS DOS. In Windows ME la software-house ha voluto dare un drastico taglio al passato eliminando, ad esempio, la possibilità di riavviare il sistema in MS DOS (sempre possibile comunque applicando un trucco che vi abbiamo già illustrato precedentemente). Anche i file autoexec.bat e config.sys hanno perso il loro ruolo originario: adesso, in Windows ME, se si tenta di modificare il file autoexec.bat, al successivo riavvio del sistema tutte le modifiche apportate verranno automaticamente annullate ed il file sarà riportato al suo stato iniziale. Un fastidio non da poco per chi ha la necessità di impostare dei parametri all'avvio di Windows, che consentano il corretto funzionamento di certe applicazioni, generalmente quelle un pò più datate.
Anziché andar a modificare il file autoexec.bat, in Windows ME è necessario intervenire su CMDINIT.BAT, un file batch contenuto nella cartella c:\windows\command. Questo file può contenere le istruzioni che si desidera vengano avviate all'accensione del sistema, proprio come facevate con il file autoexec.bat.


Windows ME: Quando c'è bisogno del file autoexec.bat - IlSoftware.it