42658 Letture

Windows, ottimizzare le prestazioni: Modificare l'uso della memoria virtuale

Come abbiamo già avuto modo di apprendere in una delle precedenti uscite della mailing list, il file di swap (detto anche "file di scambio") viene utilizzato da Windows come "memoria virtuale":
sul disco fisso Windows crea infatti un apposito file che permette di memorizzare informazioni essenziali per il funzionamento del sistema operativo e dei vari programmi in esecuzione.
Qualora la quantità di memoria RAM sia insufficiente per la gestione delle informazioni, viene fatto un uso pesante del file di swap su disco fisso.
Ciò comporta ovviamente un decadimento delle prestazioni del personal computer. Per inciso, ricordiamo che le impostazioni del file di swap sono modificabili selezionando Pannello di controllo , Sistema , Prestazioni , Memoria virtuale.
Con questo trucco ci proponiamo di fare un uso "conservativo" della memoria virtuale. Nei personal computer dotati di un buon quantitativo di memoria RAM (64 MB o più) l'applicazione del suggerimento qui presentato è in grado di migliorare le prestazioni globali del sistema.
Premete il pulsante Avvio/Start e scegliete la voce "Esegui...". Digitate quindi system.ini infine premete il pulsante OK. In questo modo verrà automaticamente aperto il file system.ini (situato nella cartella principale di Windows - generalmente C:\WINDOWS - ) che contiene alcuni parametri relativi al funzionamento generale del sistema operativo.
Cercate la riga contrassegnata con la stringa [386Enh]
Immediatamente sotto [386Enh] inserite una nuova riga specificando quanto segue:
ConservativeSwapfileUsage=1
Salvate il file quindi riavviate il sistema.
La modifica appena apportata permetterà di ridurre al minimo gli accessi alla memoria virtuale, limitandosi, per quanto possibile, all'utilizzo della memoria RAM installata, notevolmente più veloce.

Windows, ottimizzare le prestazioni: Modificare l'uso della memoria virtuale - IlSoftware.it