992 Letture
ARM presenta il SoC Cortex-A78C progettato per i notebook

ARM presenta il SoC Cortex-A78C progettato per i notebook

Dopo la decisione di Apple di sostituire i processori Intel con SoC derivati dalla piattaforma ARM nei nuovi Mac, la società britannica presente nuovi prodotti destinati espressamente ai notebook.

ARM intende esplorare sempre più nuovi mercati tendendo la mano ai tanti produttori che cercano un'alternativa alla piattaforma x86 per i sistemi desktop e i portatili. Apple ha già avviato "la rivoluzione" confermando che la prossima gamma di sistemi Mac userà un processore "personalizzato" dall'azienda di Cupertino fatto derivare dal design ARM: Apple: addio ai processori Intel. Per i nuovi Mac verranno usati SoC ARM.

Mentre il dominio ARM in ambito smartphone e tablet è praticamente assoluto, sui PC la presenza dei SoC realizzati partendo dalla proprietà intellettuale della società britannica recentemente passata nelle fila di NVidia è ancora molto limitata (Chromebook e sistemi basati su processore Qualcomm e Windows on ARM).

ARM vuole adesso cavalcare l'onda provocata dalla decisione di Apple e spingere altri produttori hardware a seguirne l'esempio (nell'articolo Huawei vede a rischio il suo accesso ai SoC ARM dopo l'acquisizione da parte di NVidia abbiamo parlato del modello di licensing applicato da ARM).


ARM presenta il SoC Cortex-A78C progettato per i notebook

Il nuovo SoC Cortex-A78C fa parte della famiglia di chip introdotta in primavera ma è progettato specificamente per dispositivi più performanti degli smartphone.
Cortex-A78C vanta una cache più ampia (L3 da 8 MB) e supporta fino a 8 core di più generose dimensioni così da ottimizzare le prestazioni sui notebook.

Prodotto usando un processo litografico a 5 nm, secondo ARM un SoC come il Cortex-A78C sarebbe adatto a gestire carichi di lavoro pesanti come quelli attivati da applicazioni professionali di produttività e dai videogiochi più complessi.


ARM presenta il SoC Cortex-A78C progettato per i notebook

La GPU è una Mali-G78, nuova generazione che aumenta le prestazioni del 25% rispetto alla precedente Mali-G77, supporta fino a 24 core grafici che possono funzionare in modo asincrono e presenta numerose ottimizzazioni per bilanciare potenza e prestazioni.

A proposito di consumi il SoC ARM Cortex-A78C sarà ovviamente più impattante rispetto alle versioni destinate agli smartphone ma l'autonomia sarà comunque superiore a quella assicurata dalla piattaforma x86.

Il versante performance sarà invece tutto da verificare: finora i SoC Qualcomm che equipaggiano i sistemi Windows on ARM non hanno garantito l'esperienza d'uso prevista. Vedremo quindi se i nuovi Cortex-A78C riusciranno a far registrare prestazioni convincenti in ambito PC.

ARM presenta il SoC Cortex-A78C progettato per i notebook