Sconti Amazon
mercoledì 10 novembre 2021 di 7431 Letture
Android: non arrivano notifiche WhatsApp e di altre app

Android: non arrivano notifiche WhatsApp e di altre app

Se su Android non arrivano le notifiche di WhatsApp e delle altre app installate, i motivi possono essere diversi. In questo articolo vediamo come ripristinare il corretto funzionamento delle notifiche.

Non è infrequente accogliere le lamentele di utenti che riferiscono la mancata ricezione delle notifiche su Android.

In molti casi si fa presente che le notifiche arrivano solo quando un'app viene aperta. Il problema non riguarda solo WhatsApp ma anche altre applicazioni come Facebook, Instagram, Telegram e così via.

Le notifiche sono state disattivate

Il sistema per la gestione delle notifiche Android è piuttosto complesso e in alcuni frangenti non ci si rende conto di aver erroneamente disabilitato le notifiche di qualche applicazione.

Nella casella di ricerca delle impostazioni di Android suggeriamo di digitare Notifiche, accedere alla sezione corrispondente e accertarsi che l'app dalla quale non arrivano le notifiche abbia l'"interruttore" abilitato.

Android: non arrivano notifiche WhatsApp e di altre app

Suggeriamo però di non limitarsi a questa verifica e toccare il nome dell'app che crea problemi. Consultando il contenuto della schermata che si apre si realizza che ogni app Android può generare varie tipologie di notifiche: ciascuna di esse può essere autorizzata o meno.

Android: non arrivano notifiche WhatsApp e di altre app

È qui che bisogna controllare: non è escluso che qualche notifica sia stata involontariamente disabilitata.

Si può anche decidere se debbano essere riprodotti suoni alla ricezione delle notifiche, se lo smartphone debba vibrare e se il LED debba accendersi in modo da richiamare l'attenzione dell'utente.

Il risparmio energetico ottimizza l'app e ne blocca il funzionamento

Sin dai tempi Android 6 Marshmallow il sistema operativo di Google effettua un'ottimizzazione delle app caricate per fare in modo che i processi in esecuzione in background non consumino troppe risorse e non portino a un eccessivo consumo energetico con il conseguente surriscaldamento dello smartphone.

Nella sezione Batteria delle impostazioni di Android si trova la funzionalità Batteria adattiva: si può provare a disattivarla temporaneamente per tutte le app e verificare se così le notifiche arrivano.

Riattivando Batteria adattiva si può poi accedere alla sezione App e notifiche, Avanzate, Accesso speciale alle app, Ottimizzazione batteria e impostare Senza ottimizzazione per l'applicazione che non produce notifiche.

Le versioni personalizzate di Android usate da alcuni produttori sui loro dispositivi sono però molto più aggressive e spesso chiudono prematuramente i processi delle app che gestiscono l'arrivo delle notifiche sul dispositivo.

Quando il risparmio energetico sui dispositivi Android impedisce alle app di funzionare di solito è sufficiente cercare la sezione App nelle impostazioni del sistema operativo, selezionare l'applicazione di proprio interesse (quella in cui non si ricevono le notifiche) e toccare la voce Risparmio energetico.

Bisognerebbe quindi selezionare sempre Nessuna restrizione per tutte le app essenziali come WhatsApp, Telegram, Gmail, Outlook, altri client di posta e messaggistica.

Nella stessa sezione bisogna controllare che l'opzione Limita l'utilizzo dei dati non preveda limitazioni per l'invio e la ricezione di dati su reti WiFi e mobili.

Vale la pena anche controllare i permessi assegnati a ciascuna applicazione: la mancata concessione di qualche permesso potrebbe determinare l'assenza di varie tipologie di notifiche.

La modalità Non disturbare è attiva

Android permette l'attivazione su richiesta dell'utente della speciale modalità Non disturbare.

Si tratta di uno strumento utile per ridurre le notifiche prodotte dalle varie app installate sul dispositivo mobile.

Accedendo alle impostazioni di Android quindi alla sezione Audio/suoni si troverà la voce Non disturbare. Nel caso in cui fosse disabilitata non si riceverà alcuna notifica.

Non usare app che lavorano come task killer

I task killer sono "in-utility" ovvero applicazioni che non solo si rivelano inutili ma sono anche controproducenti.

Anziché velocizzare Android e il funzionamento del dispositivo, le applicazioni che liberano la memoria chiudendo forzosamente le app in esecuzione si comportano come una sorta di "olio di serpente".

Come spieghiamo nell'articolo in cui diciamo quanta RAM deve avere uno smartphone, è bene star lontani da qualunque task killer.


I più scaricati del mese

Buoni regalo Amazon
Android: non arrivano notifiche WhatsApp e di altre app - IlSoftware.it