25213 Letture

Come cifrare file e cartelle con AxCrypt

Cifrare un file o una cartella diventa un'operazione semplicissima da effettuare con un programma come AxCrypt. Programma "di lungo corso" (le versioni di anteprima sono state rilasciate, addirittura a fine 2001), AxCrypt è un software libero distribuito sotto licenza GNU GPL (per apprendere le differenze tra le varie tipologie di licenze, vi suggeriamo la lettura dell'articolo "Opensource, software libero e proprietario: una visione d'insieme") che consente di cifrare qualunque file. Il programma provvede a crittografare singolarmente ogni file indicato dall'utente: se si seleziona un'intera directory, quindi, AxCrypt provvede a cifrare la cartella stessa crittografando però, uno per uno, ciascun elemento in essa contenuto.

Se un software come TrueCrypt si rivela una soluzione eccellente per creare dei dischi virtuali il cui contenuto venga dinamicamente crittografato (vedere i tanti nostri articoli dedicati all'argomento), AxCrypt è un programma davvero "agile" capace di integrarsi con la shell di Windows e rendendo così ancor più semplice la generazione di versioni crittografate dei propri file più importanti.


AxCrypt consente di cifrare file ricorrendo all'algoritmo AES 128 bit in modo da proteggerli da sguardi indiscreti. Il software è di semplice utilizzo sebbene noi consigliamo di perdere qualche minuto in più per la configurazione iniziale.
Da qualche tempo a questa parte, infatti, pur trattandosi di un software libero, il sito ufficiale di AxCrypt propone un eseguibile che propone, come esplicitamente dichiarato, il componente OpenCandy. Tale software, non strettamente necessario per il funzionamento di AxCrypt, fa alzare le antenne ad alcuni prodotti antivirus ed antimalware (NOD32 in primis).

Per accertarsi di caricare sul sistema solo i file strettamente indispensabili per il corretto funzionamento di AxCrypt negando l'installazione di OpenCandy, è possibile adottare un semplice espediente.

Estrarre dal file d'installazione di AxCrypt solamente i file indispensabili

Il trucco per estrapolare i componenti strettamente necessari per il funzionamento di AxCrypt dal file d'installazione del programma è tutto sommato molto semplice.
Come primo passo, a meno che non sia già installato sul personal computer, è necessario effettuare il download ed il caricamento del software di compressione 7-Zip (il programma è prelevabile da questa scheda).

È possibile passare, quindi, al download di AxCrypt cliccando qui.

Facendo clic con il tasto destro del mouse sul file d'installazione di AxCrypt, si dovrà cliccare su 7-Zip quindi sul comando Open archive:

Il file con estensione .MSI contenente la stringa di caratteri win32 è la versione di AxCrypt compilata per i sistemi Windows a 32 bit:

Facendovi clic con il tasto destro del mouse, da 7-Zip, si dovrà selezionare il comando Open inside.
Nel caso in cui si utilizzasse una versione di Windows a 64 bit, l'operazione dovrà essere applicata sil file contenuto nella sottocartella $TEMP.
Cliccando sul pulsante Extract, a questo punto, si potranno estrarre tutti i file di AxCrypt in una cartella di propria scelta sul disco fisso (ad esempio, c:\axcrypt).

Come configurare AxCrypt in modo da integrarlo con l'interfaccia di Windows

Estraendo i file di AxCrypt in una cartella di propria scelta, ciò che si è ottenuto è una versione "portabile" del programma. Prima di poterla utilizzare, però, è necessario fare in modo che AxCrypt inserisca alcune voci nel registro di sistema. La loro presenza, infatti, consente di integrare AxCrypt con l'interfaccia utente di Windows.
Per procedere, è necessario aprire il prompt dei comandi di Windows con i diritti di amministratore. Sui sistemi Windows XP si dovrà effettuare l'operazione da un account amministrativo mentre su Windows Vista e Windows 7 si potrà digitare cmd nella casella Cerca programmi e file del menù Start, cliccare con il tasto destro del mouse sulla voce cmd (elenco Programmi) e scegliere Esegui come amministratore:

Utilizzando il comando cd\axcrypt per accedere alla cartella nella quale si sono estratti i file di AxCrypt, si dovrà digitare quanto segue:
axcrypt -i

A questo punto, cliccando con il tasto destro del mouse, da Risorse del computer od Esplora risorse, su di un qualunque file, si dovrebbe veder comparire la nuova voce AxCrypt nel menù contestuale.

Qualora ciò non accadesse, è necessario riavviare il sistema oppure digitare, sempre al prompt dei comandi, le due istruzioni seguenti:
taskkill /f /im explorer.exe
explorer.exe



Facendo clic sulla voce AxCrypt, Language, Italiano, si richiederà la traduzione di tutti i comandi del programma in italiano.

La crittografia a chiave simmetrica

Quando si parla di crittografia, sono essenzialmente tre gli schemi ai quali ci si riferisce: crittografia a chiave simmetrica, crittografia a chiave pubblica (o asimmetrica) ed utilizzo di funzioni hash.
In tutti i casi il messaggio di partenza viene definito testo in chiaro o "plaintext". Tale messaggio viene quindi crittografato ("ciphertext") in modo tale da risultare incomprensibile alle persone non autorizzate infine può essere decifrato e riportato a "plaintext".
Software come AxCrypt, che si occupano di cifrare dati sul sistema dell'utente senza che questi debbano essere veicolati attraverso un mezzo di comunicazione, impiegano algoritmi crittografici a chiave simmetrica: in questo caso le chiavi ossia “il segreto” che permettono di decifrare un messaggio e risalire al testo in chiaro (“plaintext”) sono identiche e non debbono essere rivelate a nessuno.


Come per ogni software che usa la soluzione a chiave simmetrica, anche nel caso di AxCrypt indispensabile scegliere una password adeguatamente complessa: attacchi brute force (vengono provate migliaia di password al secondo cercando di indovinare quella corretta) o dictionary attack (si tenta di ricorrere a parole di uso comune, presenti nei dizionari) sono in grado di scovare le password più semplici. Il consiglio è quindi quello di scegliere una password che contenga lettere, numeri e magari anche qualche carattere speciale.


  1. Avatar
    _sirio49_
    01/11/2014 07:35:46
    Ottima applicazione.Domanda:esiste un'APP per android ?
  2. Avatar
    blu
    15/10/2013 20:45:25
    basterà spostare tutti i file in una cartella e poi decifrare la cartella stessa
  3. Avatar
    bazluca
    25/01/2013 17:04:31
    Ciao a tutti, ho scoperto Axcrypt da poco e l'idea di criptare certi files sensibili (foto di mio figlio ad esempio) mi piaceva molto. Purtroppo pero' ora vorrei creare un calendario utilizzando non tutte ma molte delle sue fotografie. Io ho criptato tutte le immagini e ora e' un problema anche solo sfogliare i files col visualizzatore di immagini perche' dovrei decifrarle una ad una. Disperato ho pensato di disinstallare persino l'applicazione per poter visionare le immagini.. Sono molto ignorante in materia, mi potreste dare un consiglio in merito? Grazie.
  4. Avatar
    franz16
    23/08/2012 11:26:30
    È una valida applicazione io la adopero da un po' di anni. Bravo a chi l'ha esposta gratuitamente. :D :D :D :D :D :D
Come cifrare file e cartelle con AxCrypt - IlSoftware.it