82415 Letture

Condividere documenti Google Drive senza account

Google Drive è il noto servizio di storage online lanciato dalla società fondata da Larry Page e Sergey Brin a fine aprile 2012 (Google Drive: ecco come funziona il servizio e come si usa il software di sincronizzazione). Drive mette a disposizione 5 GB di spazio gratuiti per archiviare online qualunque genere di file (vedere, a tal proposito questa pagina di supporto), siano essi documenti, immagini, foto, brani musicali o video.

Il servizio Google Drive, inoltre, eredita ciò che una volta era Google Docs, la suite per l'elaborazione di documenti online senza la necessità di utilizzare un software installato sul personal computer. Drive, infatti, non soltanto può fungere da semplice hard disk disponibile "sulla nuvola" e gestibile utilizzando unicamente un qualunque browser web ma propone una serie di strumenti per creare ed elaborare documenti di testo (come un qualsiasi wordprocessor), fogli elettronici, presentazioni, disegni e moduli.


Google Drive, insieme con tutti i documenti caricati online, può essere gestito da sistemi desktop e notebook servendosi del browser web oppure può essere utilizzato anche dai dispositivi mobili supportati (Apple iOS ed Android), installando un'apposita applicazione.
In questo modo, ovunque ci si trovi, sarà possibile accedere al contenuto di Google Drive e creare o modificare documenti anche in mobilità (vedere questa pagina).

Drive si è poi recentemente arricchito di una comoda funzionalità di anteprima, accessibile anche dalla versione italiana del servizio che permette di visualizzare il contenuto di un documento o di un album fotografico ancor prima di aprirli (Google Drive si arricchisce con l'anteprima dei documenti).

Uno dei punti di forza di Google Drive è però la possibilità di condividere i documenti con altri utenti. Si tratta di una grande comodità perché più persone, senza la necessità di scambiarsi continuamente i vari aggiornamenti dei documenti via e-mail od attraverso altri canali alternativi (i.e. client per la messaggistica istantanea), possono applicare liberamente delle modifiche ad uno stesso documento in maniera del tutto simultanea. Drive, infatti, riesce a tenere traccia degli interventi che stanno avvenendo in contemporanea su di uno stesso documento evidenziandoli in modo molto chiaro.
Il servizio di Google mostra un puntatore di diverso colore per ciascun utente che sta visionando il documento o che sta apportando degli interventi.

Nell'esempio in figura, Drive informa che un utente di nome michelenasi sta modificando il documento mostrando la posizione del puntatore per l'inserimento del testo.


Per utilizzare Drive è sufficiente disporre di un normale account Google quindi collegarsi con l'indirizzo drive.google.com.

Selezionando il pulsante Crea oppure facendo clic sul tasto posto immediatamente alla sua destra, è possibile richiedere la creazione di un nuovo documente oppure caricare un qualunque file memorizzato sul disco fisso.

Nel caso in cui venga scelto un file oppure un insieme di file memorizzati in locale, Drive mostrerà una barra di avanzamento esponendo un avviso non appena l'upload sarà terminato.

Condividere documenti Google Drive anche senza account

Uno dei punti di forza di Drive, come dicevamo, è la possibilità di condividere qualsiasi file con altri utenti. La piattaforma "made-in-Mountain View", diversamente da ciò che credono alcuni, non permette di condividere i file soltanto con quegli utenti che sono in possesso di account Google. È ovviamente possibile condividere un documento od un file con tutti gli utenti che si sono registrati su Google attivando un account (sia con un indirizzo Gmail sia con un indirizzo e-mail di altro provider) ma, in questo caso, sarà necessario effettuare il login.

Per impostazione predefinita, Google imposta la condivisione privata: ciò significa che l'autore del documento, attraverso il pannello di controllo di Drive, dovrà specificare manualmente gli utenti coi quali il file dev'essere messo a fattor comune.
Per procedere, basta fare clic sul pulsante Condividi in alto a destra, dalla finestra di gestione del documento:

Lasciando il puntatore del mouse per qualche istante sopra il medesimo pulsante, è possibile ottenere un'indicazione sull'identità degli utenti con cui il documento risulta attualmente condiviso:

Per rendere il documento visualizzabile od anche modificabile da parte di altri utenti, è possibile inserire un elenco di indirizzi e-mail nella casella Aggiungi persone.

Lasciando spuntata la casella Invia notifica via e-mail, ciascun utente indicato riceverà un messaggio di posta elettronica con l'invito a prendere visione del file condiviso.
Cliccando su Aggiungi messaggio è poi possibile inserire delle spiegazioni addizionali appannaggio del destinatario.

Al termine dell'operazione, basterà cliccare su Condividi e salva.
Il destinatario dell'e-mail riceverà un messaggio di posta simile al seguente:

Cliccando sul nome del file condiviso con Google Drive, verrà richiesta l'effettuazione del login o l'attivazione, previa registrazione, di un account personale.

Ciascun utente, a seconda della scelta operata, potrà visualizzare, commentare od addirittura modificare il documento condiviso.


Condividere documenti Google Drive senza account - IlSoftware.it