91911 Letture

Condividere stampante in rete: ecco come fare

La condivisione di una stampante in rete locale può sembrare una banalità, e sicuramente spesso lo è, ma arrivati ormai al 2015 è importante capire quali siano le migliori strategie per procedere.

Molte delle stampanti oggi in commercio integrano infatti il supporto di rete: capaci di collegarsi al router così come qualunque sistema client, ricevono dal router stesso un indirizzo privato via DHCP (192.168.x.x: perché in rete locale vengono usati questi indirizzi?). In alternativa, è ovviamente possibile assegnare alla stampante un indirizzo IP locale statico.

Le stampanti più moderne sono capaci di collegarsi al router via cavo di rete (ethernet) oppure utilizzando una connessione WiFi.

Condividere una stampante con supporto di rete

Le stampanti con supporto di rete sono in assoluto le più semplici ed immediate da configurarsi.
Di solito è sufficiente collegare la stampante al router con il cavo di rete o via WiFi. Nel caso in cui si decidesse di utilizzare la connessione wireless, bisognerà specificare la password del router WiFi.


Generalmente, basta fare riferimento alle opzioni di configurazione della rete contenute nel pannello (touch o meno) posto sulla stampante.
Utilizzando le regolazioni poste sul pannello di controllo della stampante, si può effettuare una scansione alla ricerca della rete WiFi alla quale la stampante deve collegarsi. Successivamente si potrà introdurre password ed eventualmente un IP statico (o decidere se riceverlo dinamicamente dal router via DHCP).

Nell'articolo Come impostare una stampante WiFi, abbiamo spiegato come configurare una stampante WiFi.

La procedura da seguire nel caso di una stampante collegata al router via cavo ethernet è similare: in questo caso, però, non sarà necessario introdurre alcuna password.

Accedendo alla sezione Dispositivi e stampanti di Windows quindi cliccando su Aggiungi stampante, nella maggior parte dei casi la stampante ethernet o WiFi dovrebbe essere automaticamente rilevata da parte di Windows.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Nel caso di Windows 7 e Windows 8.1 basterà selezionare Aggiungi stampante di rete, wireless o Bluetooth.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

In Windows 10 partirà immediatamente la scansione della rete locale:

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Windows potrebbe presentare più opzioni per la configurazione della medesima stampante.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Nell'immagine abbiamo evidenziato con una freccia di colore rosso la possibilità di configurare automaticamente la stampante indicata utilizzando WSD.
WSD (Web Services for Devices) è una tecnologia che permette di annunciare la presenza di un dispositivo all'interno della rete locale in modo che sia manifesta a tutti i client compatibili.

Grazie a WSD, la stampante (così come altri dispositivi similari) si configura in maniera del tutto automatica, senza la necessità di scaricare alcun driver - in maniera molto simile a quanto fa Plug and Play nel caso di periferiche connesse attraverso il cavo USB -.

Non tutte le stampanti supportano WSD: selezionando quest'opzione, però, i driver per il corretto funzionamento della stampante verranno automaticamente caricati, attraverso la rete locale, sul sistema in uso, senza necessitare di ulteriori interventi (vedere anche Scansione documenti da stampante a PC con WSD).

Le stampanti WSD, spesso, sono in grado di autoconfigurarsi su tutti i sistemi Windows collegati in rete locale semplicemente attendendo qualche minuto dopo la connessione alla rete LAN. Nell'area delle notifiche di Windows e nella finestra Dispositivi e stampanti troveranno le icone che suggeriscono l'avvenuta configurazione automatica della stampante.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Nell'immagine pubblicata in precedenza, si vede come per la stessa stampante sia visualizzata un'opzione di configurazione alternativa (nella colonna Indirizzo viene mostrato l'indirizzo IP della stampante).
Selezionando questa modalità di configurazione, tipicamente si dovranno installare manualmente i driver prelevati dal sito web del produttore della stampante.

In alternativa, è sempre possibile ricorrere alla procedura di configurazione automatica offerta dal produttore (si fa carico di rilevare la presenza della stampante all'interno della rete locale). Si tenga presente, però, che in questo caso si potrebbero installare sul sistema anche componenti superflui non strettamente correlati con l'impostazione della stampante.

Nel caso in cui la stampante non venisse automaticamente rilevata, è possibile fare clic sul link La stampante che voglio non è elencata. Com'è facile evincere dall'immagine che segue (si riferisce ad un sistema Windows 10), si può selezionare Aggiungi una stampante utilizzando un nome host o un indirizzo IP.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Digitando manualmente l'indirizzo IP assegnato alla stampante nel campo Nome host o indirizzo IP, la stampante di rete dovrebbe essere questa volta correttamente rilevata.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Lasciando spuntata la casella Interroga la stampante e seleziona automaticamente il driver da utilizzare ci sono buone probabilità che la stampante venga configurata senza ulteriori passaggi. Nel caso in ciò non fosse possibile, si dovrà specificare il driver da usare.


Condividere una stampante senza supporto di rete

Windows consente di condividere in rete locale anche le stampanti che non hanno il supporto di rete integrato ovvero che non dispongono né di un'interfaccia ethernet né di un'interfaccia WiFi.

Per condividere una stampante in rete locale facendo in modo che possa risultare accessibile a tutti i sistemi (anche alle macchine Linux e Mac OS X), bisognerà dapprima collegare la stampante via cavo USB quindi installare eventualmente il driver fornito dal produttore.
Windows potrebbe essere in grado di riconoscere e configurare automaticamente la stampante (funzionalità Plug and Play) senza la necessità di scaricare ed installare driver manualmente.

I sistemi Mac OS X e Linux non supportano i "gruppi home" introdotti con Windows 7: si dovrà quindi condividere la stampante in rete usando un approccio più tradizionale.

Dalla finestra Dispositivi e stampanti di Windows, si dovrà cliccare sul nome della stampante da condividere in rete locale quindi scegliere il comando Proprietà stampante.

Nella scheda Condivisione, bisognerà spuntare la casella Condividi la stampante ed assegnare un nome arbitrario alla condivisione: la stampante verrà riconosciuta in rete con tale denominazione.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

A questo punto, portandosi sulle macchine che dovranno poter accedere alla stampante condivisa ed utilizzarla, si dovrà semplicemente fare doppio clic sull'icona Rete (questo sia da sistemi Windows che da Linux o Mac OS X).

Cliccando sull'icona del sistema sul quale la stampante è stata condivisa, si otterrà il nome della stampante precedentemente impostato.

Condividere stampante in rete: ecco come fare

Facendo doppio clic sul nome della stampante condivisa, si potrà procedere con la sua configurazione.


Affinché la stampante sia visibile e condivisibile in rete locale, sull'altro sistema l'opzione Attiva condivisione file e stampanti (Modifica impostazioni di condivisione avanzate) dovrà necessariamente essere selezionata.
A tal proposito, suggeriamo di fare riferimento al contenuto dell'articolo Condividere file e cartelle in rete locale con Windows.


  1. Avatar
    Ado48
    30/04/2015 18:29:08
    Condividere una stampante senza supporto di rete: però per poterla usare da un altro Pc nella rete, deve essere acceso il Pc al quale la stampante è collegata fisicamente, altrimenti accendendo la sola stampante il discorso non funziona. Mi sbaglio o no ?
Condividere stampante in rete: ecco come fare - IlSoftware.it