3009 Letture
Fibra ottica e ADSL: la rete TIM raccontata in un nuovo sito

Fibra ottica e ADSL: la rete TIM raccontata in un nuovo sito

TIM inaugura un nuovo sito che fotografa lo stato della rete a banda larga e ultralarga sull'intero territorio nazionale: ecco le centrali raggiunte, la percentuale di unità immobiliari che possono usufruire di ADSL e fibra, le aree coperte da connettività 4G e 4G Plus.

Come Telecom e TIM hanno trasformato il Paese? Qual è lo stato della rete di telecomunicazioni dell'azienda oggi guidata da Amos Genish?
A questi e altri quesiti vuole rispondere il nuovo portale appena presentato da TIM è accessibile a questo indirizzo.

Il nuovo sito Rete Gruppo TIM racconta in maniera chiara e puntuale grazie a oltre 7.000 dati e 107 mappe interattive come è fatta e cosa si fa grazie alla rete di telecomunicazioni più estesa e importante d'Italia.

Fino ad oggi mancava uno strumento pubblicamente accessibile che, per la rete fissa, fotografasse l'esatta copertura del territorio, il numero delle centrali con accesso in banda ultralarga, il numero degli armadi, il volume del traffico Internet.

Fibra ottica e ADSL: la rete TIM raccontata in un nuovo sito

Sul nuovo portale di TIM è adesso possibile accedere con un livello di dettaglio mai visto alle informazioni (distribuite tra l'altro sotto forma di open data) relative alla rete TIM su scala nazionale, regionale e provinciale.


Per quanto riguarda la rete mobile a banda ultralarga è possibile conoscere il numero dei comuni coperti e l'incidenza sul totale dei comuni italiani.

Fibra ottica TIM: è lunga 16 milioni di chilometri

Con il nuovo portale, TIM rivendica il ruolo di azienda in grado di innovare e sostenere lo sviluppo del Paese: volano per la crescita quei 16 milioni di chilometri di fibra ottica complessivamente stesi in Italia, una rete che già oggi consente di raggiungere 19 milioni di famiglie italiane in banda ultralarga (circa il 78% della popolazione totale contro il 28% di tre anni fa).

La mappa della fibra ottica TIM: ecco come consultarla

Portandosi in questa pagina quindi cliccando su Dati e mappe in alto, è possibile verificare la copertura ADSL, fibra, 4G e 4G Plus e i volumi di traffico internet da rete fissa per ogni regione e provincia d'Italia con una chiave di lettura temporale degli ultimi quattro anni.


Sulla mappa, cliccando su Sedi si possono ottenere indicazioni sulle centrali a partire dalle quali è possibile oggi fornire servizi di connettività in fibra (puntini di colore blu).
I quadrati bianchi con bordo rosso corrispondono invece alle centrali abilitate per l'erogazione di connettività ADSL.
Interessante il pulsante Collegamenti che mostra le interconnessioni in fibra ottica e ponte radio tra varie centrali.

I numeri pubblicati rivelano che a fine 2017 la copertura nazionale in banda ultralarga fissa di TIM ha raggiunto il 77% delle unità immobiliari. A livello regionale viene superato l'80% in termini di copertura in sette regioni: nelle prime posizioni Sicilia, Puglia e Liguria.
A livello provinciale spiccano invece Milano, Bari, Napoli e Prato che superano il 93% di copertura degli immobili.

Nello stesso periodo la copertura nazionale LTE (4G e 4G Plus) è pari al 98% del territorio, con 7.257 comuni già raggiunti dalla banda ultralarga mobile. Superano il 95% di comuni coperti da LTE 6 regioni con in testa Marche, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige, mentre a livello provinciale guidano la classifica per numero di Comuni coperti da LTE le province di Torino, Bergamo e Cuneo che superano quota 200.

Per ottenere maggiori informazioni sulla connettività in fibra ottica, suggeriamo anche la lettura dell'articolo Copertura fibra TIM: gli strumenti più utili per le verifiche.
Applicazioni come Fibrapp e Fibermap consentono anche di stimare le velocità di connessione in downstream e upstream sia su ADSL che con collegamenti in fibra (vedere anche SNR: cos'è, come aumentarlo e perché si abbassa su ADSL e VDSL).

Fibra ottica e ADSL: la rete TIM raccontata in un nuovo sito