5270 Letture

Firefox: Mozilla difende i "rilasci veloci" delle nuove versioni

Mitchell Baker, presidente di Mozilla Foundation, ha voluto difendere a spada tratta il nuovo approccio seguito dalla società per il rilascio delle nuove versioni di Firefox: nuove major release del prodotto, infatti, vengono adesso rilasciate ogni sei settimane.
In molti hanno criticato la nuova impostazione facendo anche notare come un simile modus operandi metta in crisi soprattutto le realtà aziendali rendendo molto più complessa la gestione degli aggiornamenti.

La Baker si è giustificata spiegando che il processo che porta al "rilascio rapido" delle nuove release di Firefox consente di introdurre delle funzionalità nuove in tempi molto ridotti. "Prima del varo della nuova impostazione", spiega il presidente di Mozilla, "eravamo costretti a tenere pronte delle nuove caratteristiche anche per un anno intero prima che potessero divenire fruibili dagli utenti. Gli stessi sviluppatori web dovevano attendere così un anno per poter sfruttare tali funzionalità nelle loro applicazioni".


La "numero uno" di Mozilla sottolinea il ruolo centrale rivestito dal browser web evidenziando come non appena nuove caratteristiche abbiano raggiunto un buon livello di maturazione, queste debbano essere rilasciate. Da qui il motivo della pubblicazione, "a stretto giro", delle varie major release di Firefox.

Secondo alcuni analisti, Mozilla dovrebbe però, in ogni caso, lanciare periodicamente delle versioni LTS ("Long time support") che siano cioé supportate per un lungo periodo di tempo.

  1. Avatar
    jacopo
    29/08/2011 16:21:10
    Una beta è una beta, non c'è molto altro da dire. Essendo Internet una realtà che si muove e cambia molto in fretta, trovo che la politica di Firefox sia assolutamente giusta...e peraltro si allinea a quelle dei principali concorrenti. Oltretutto in questo modo l'introduzione di nuove funzionalità e la correzione dei bug "minori" si è fatta notevolmente più rapida, mentre in precedenza era necessario attendere la successiva major release. Faccio fatica piuttosto a comprendere il problema dell'aumento della complessità nel caso di gestione aziendale, cioè è davvero un grosso problema per un admin effettuare l'aggiornamento una volta ogni 2 mesi circa ?
  2. Avatar
    serte47
    28/08/2011 20:01:34
    x fabrizio.r 3 pc (notebook xp sp3 wifi, notebook vista home premium wifi, desk xp sp3 lan) e su tutti il risultato è lo stesso. spero effetivamente che sia solo un problema di versione beta
  3. Avatar
    Jake
    28/08/2011 16:07:29
    Citazione: con la versione 7, ho trovato un grande rallentamento nell'accesso ai siti
    La versione 7 è una beta, può darsi che sia un difetto di gioventù.
  4. Avatar
    fabrizio.r
    28/08/2011 11:17:17
    Il bello è che ognuno ha le sue opinione, e le può esprimere liberamente.............. Bene, detto questo, mi permetto di contraddire in modo totale le argomentazioni dei miei augusti colleghi che mi hanno preceduto in questo papello. 1) Con release più frequenti Firefox si svecchia facilmente. 2) Non conosco il che pc usi, ma, nel mio, il consumo di ram è diminuito almeno del 15%, e il caricamento dei siti è uguale alla versione 6, anzi con un leggero miglioramento proprio dove ci sono molte immagini. Quindi, mi pare di vedere che siamo proprio all'opposto. :D Cordialmente
  5. Avatar
    serte47
    27/08/2011 23:06:24
    Penso anche io che un rilascio più lungo di nuove release, come finora avvenuto, sarebbe di maggiore garanzia di funzionalità: io personalmente ho sempre usato mozilla e con grandissima soddisfazione, ma, con la versione 7, ho trovato un grande rallentamento nell'accesso ai siti, rispetto anche alla 6, e a dispetto del tanto sbandierato aumento della velocità di navigazione
  6. Avatar
    Roby;)
    26/08/2011 17:59:54
    Non essendo utente aziendale, utilizzo la versione 3.6 di Firefox proprio a causa dell'uscita troppo "veloce" di nuove versioni Buona idea quella delle LTS, anche se secondo me il passaggio a versione successiva potrebbe essere fatto in tempi molto più lunghi, proponendo invece aggiornamenti periodici (com'era stato fatto fino a poco tempo fa)
Firefox: Mozilla difende i