2682 Letture
Firefox arriva sui dispositivi Windows on ARM sempre connessi

Firefox arriva sui dispositivi Windows on ARM sempre connessi

Firefox per i sistemi ARM diventa da quest'oggi scaricabile in versione beta: il browser è frutto della collaborazione instauratasi tra Mozilla e Qualcomm.

Lo scorso dicembre, Qualcomm e Mozilla avevano annunciato l'avvio di una collaborazione per lo sviluppo della versione ARM64 del browser Firefox capace di operare nativamente sui PC Windows 10 "always connected" basati su SoC Snapdragon.

Adesso Firefox per i sistemi Windows on ARM diventa ufficialmente disponibile ed è scaricabile dal sito ufficiale di Mozilla.

Seppur con alcune limitazioni (vedere Windows 10 on ARM: quali le limitazioni), lo sbarco di Windows 10 sui dispositivi ARM è un evento importante per Microsoft.
In passato si era già fatto un tentativo con Windows RT che però venne rapidamente accantonato soprattutto per l'indisponibilità di un buon numero di applicazioni native per la piattaforma ARM e per l'impossibilità di eseguire alcun programma Win32.


Firefox arriva sui dispositivi Windows on ARM sempre connessi

Nonostante i ripetuti "altolà" da parte di Intel (Intel: Microsoft e Qualcomm non sono autorizzate a emulare l'architettura x86), Windows on ARM è divenuto una realtà e utilizzando i driver ARM64 diventa possibile eseguire le stesse applicazioni destinate alla piattaforma x86.
A metà novembre 2018, Microsoft ha inoltre aperto le porte del suo store alle applicazioni ARM mettendo contemporaneamente a disposizione degli sviluppatori gli strumenti per ricompilare gli attuali programmi per la piattaforma x86: Microsoft apre il suo store a Windows on ARM e offre gli strumenti per ricompilare le app Win32.

Firefox è quindi della partita portando su Windows on ARM tutte le novità, comprese le migliorie prestazionali, introdotte con Quantum.
I portavoce di Mozilla hanno spiegato che appoggiandosi ai nuovi SoC Qualcomm Snapdragon, Firefox ha potuto estremizzare il paradigma multi-core sfruttando al massimo il processore octa-core.


Firefox per ARM ha utilizzato le caratteristiche del linguaggio di programmazione Rust per suddividere i task del browser tra i vari core del SoC Snapdragon così da migliorare ulteriormente le performance.

"Non è la prima volta che ottimizziamo Firefox a seconda del dispositivo sul quale verrà caricato", si legge in una nota di Mozilla. "L'abbiamo già fatto su Fire TV, sul nuovo iPad e su molti altri dispositivi". L'obiettivo è infatti quello di garantire un'esperienza d'uso ai massimi livello indipendentemente dal device utilizzato.

Se foste possessori di un dispositivo Windows 10 basato su ARM, quindi su SoC Snapdragon, Mozilla invita a segnalare eventuali bug a questo indirizzo.

Firefox arriva sui dispositivi Windows on ARM sempre connessi