2549 Letture
Gigabyte toglie il velo dal suo SSD PCIe 4.0 x4 Aorus NVMe Gen4

Gigabyte toglie il velo dal suo SSD PCIe 4.0 x4 Aorus NVMe Gen4

Fino a 5.000 MB/s in lettura sequenziale per il nuovo SSD Gigabyte che per quest'anno potrà essere usato solo su sistemi basati su CPU AMD Ryzen 3000.

Al Computex 2019 Gigabyte ha presentato il suo nuovo SSD Aorus NVMe Gen4 che utilizza un'interfaccia PCIe 4.0 x4 offrendo così prestazioni nettamente migliorate rispetto ai prodotti che già conosciamo.
Per quest'anno l'unità a stato solido di Gigabyte potrà essere usata solo in abbinamento con i processori AMD Ryzen 3000 per sistemi desktop: AMD presenta i nuovi processori Ryzen 3000: ecco le principali novità.

Gigabyte toglie il velo dal suo SSD PCIe 4.0 x4 Aorus NVMe Gen4

Gigabyte Aorus NVMe Gen4 poggia il suo funzionamento su chip di memoria 3D NAND Toshiba, nello specifico BiCS4 di tipo TLC a 96 livelli oltre che sul protocollo di comunicazione NVMe 1.3 (vedere Come verificare se il PC è compatibile PCIe NVMe).


Disponibile nell'unico formato M.2 2280 e in diversi "tagli" (500 GB, 1 TB e 2 TB), Aorus NVMe Gen4 integra un ampio dissipatore posto su un unico lato dell'unità e progettato per massimizzare lo smaltimento del calore prodotto.

Le prestazioni in lettura possono raggiungere i 5.000 MB/s e i 4.400 MB/s in scrittura. Al momento, il miglior SSD PCIe 3.0 non può superare i 3.200 MB/s: si tratta quindi di un sostanziale balzo in avanti anche se le performance in lettura/scrittura random 4K non sono state ancora specificate dai tecnici di Gigabyte.

Il controller è un PS5016-E16 che migliora la correzione dell'errore e integra diverse caratteristiche per proteggere i dati degli utenti, un meccanismo di caching e buffering.

Gigabyte toglie il velo dal suo SSD PCIe x4 Aorus NVMe Gen4