28051 Letture

Google Chrome: vecchi plugin non funzioneranno più

Google ha deciso per un giro di vite sui plugin. A partire dal prossimo mese di gennaio, Chrome non supporterà più, di default, i plugin NPAPI. Ai più questa sigla dice poco (è acronimo di Netscape Plugin Application Programming Interface) ma si tratta dell'architettura su cui si basano i plugin per il browser sin dai tempi di Netscape 2.0. Un'eccezione è costituita da Microsoft che, nel corso del tempo, ha preferito privilegiare la sua tecnologia ActiveX in Internet Explorer.

Google ha invece rimescolato le carte nel 2009 quando mise a punto il progetto Pepper, con la definizione delle specifiche PPAPI (Pepper Plugin API). L'obiettivo era quello di modificare l'architettura NPAPI in modo da rendere i plugin PPAPI più sicuri.
Mozilla, dal canto suo, ha preferito non supportare i plugin PPAPI restando ancorata alla precedente architettura NPAPI.


Digitando, nella barra degli indirizzi di Chrome, chrome://plugins oppure about://plugins, il browser di Google mostra l'elenco completo dei plugin installati. Si potranno così verificare quali plugin PPAPI/NPAPI sono presenti.
In collaborazione con Adobe, i tecnici di Google hanno realizzato una versione PPAPI del plugin Flash: Chrome, infatti, supporta direttamente la visualizzazione dei contenuti Flash senza la necessità di installare alcunché. Il plugin di Flash è infatti integrato direttamente in Chrome e si aggiorna automaticamente ad ogni upgrade del browser.

Chrome contiene anche un plugin che consente di aprire e visualizzare - senza la necessità di Adobe Reader, Foxit od altri programmi similari - qualunque documento in formato PDF. Anch'esso è un plugin PPAPI che viene aggiornato insieme con il browser.


Da gennaio 2015 i vecchi plugin non funzioneranno più

A partire da gennaio 2015, i vecchi plugin NPAPI non funzioneranno più in Chrome. Ciò significa, ad esempio, che Silverlight e Java non saranno più supportati. La drastica decisione di Google è supportata dal fatto che gli utenti che stanno utilizzando i vecchi plugin sono sempre di meno: le statistiche aggiornate sono pubblicate in questa pagina.

I plugin NPAPI saranno comunque riattivabili utilizzando un apposito indirizzo: chrome://flags/#enable-npapi.

  1. Avatar
    Sampei Nihira
    27/11/2014 12.18.44
    Citazione:
    Citazione:
    Citazione: Hai comunque MBAE. :wink:
    .... io si! Java è protetto anche nella versione gratuita :approvato:
    Esattamente in modo più efficiente rispetto alla tipologia di intervento di EMET.
    Chi utilizza JAVA volente o nolente, dovrebbe puntare su questo anti-exploit.
  2. Avatar
    Cris_Cri
    27/11/2014 12.05.45
    Citazione:
    Citazione: Hai comunque MBAE. :wink:
    .... io si! Java è protetto anche nella versione gratuita :approvato:
  3. Avatar
    Sampei Nihira
    27/11/2014 11.57.02
    Citazione: Buonasera,
    utilizzo Chrome quindi ho disinstallato Java, ma se ho capito bene, ciò significa che da gennaio per visualizzare un sito che utilizza Java (penso ad esempio ad alcune banche) , devo riattivarlo in Chrome da: chrome://flags/#enable-npapi (che ora non c'è), il che a livello sicurezza visto che non è più supportato da chrome ................. in alternativa ? Reinstallare Java ed utilizzare Internet Explorer?
    Hai comunque MBAE. :wink:
  4. Avatar
    Cris_Cri
    26/11/2014 18.31.17
    Buonasera,
    utilizzo Chrome quindi ho disinstallato Java, ma se ho capito bene, ciò significa che da gennaio per visualizzare un sito che utilizza Java (penso ad esempio ad alcune banche) , devo riattivarlo in Chrome da: chrome://flags/#enable-npapi (che ora non c'è), il che a livello sicurezza visto che non è più supportato da chrome ................. in alternativa ? Reinstallare Java ed utilizzare Internet Explorer?
Google Chrome: vecchi plugin non funzioneranno più - IlSoftware.it