3481 Letture
I sistemi macOS non si avviano: colpa di un aggiornamento di Chrome

I sistemi macOS non si avviano: colpa di un aggiornamento di Chrome

Google conferma che l'improvviso mancato avvio dei sistemi macOS potrebbe essere imputabile a un aggiornamento del browser Chrome che ha introdotto un bug.

Nelle scorse ore diversi utenti possessori di un dispositivo basato su Apple macOS hanno segnalato l'improvvisa impossibilità di avviare correttamente il sistema operativo. Dopo le verifiche iniziali, che avevano fatto puntare erroneamente il dito sul noto programma di video editing Avid Media Composer, si è potuto accertare che alla radice del problema vi è un aggiornamento del browser Google Chrome.

La presenza del bug è stata confermata anche dai tecnici di Google che collegano l'accaduto con l'introduzione di un problema nella nuova versione della routine di aggiornamento automatico del browser, battezzata con il nome in codice Keystone.

Il mancato avvio della macchina si sarebbe manifestato sui sistemi macOS 10.9 - 10.14 Mojave sui quali è stata disabilitata la funzionalità Software Integrity Protection (SIP). Dal momento che alcuni software, come Avid Media Composer, devono disattivare SIP per fare uso delle schede grafiche di terze parti, la responsabilità era stata inizialmente loro addossata.


In questo articolo di supporto, oltre a riconfermare la natura dell'incidente, Google spiega come ripristinare il corretto avvio dei sistemi macOS avviando la modalità recovery Apple (vedere qui) ed eseguendo una serie di comandi per ripristinare il link simbolico sulla cartella /var erroneamente rimosso dall'installer di Chrome.

I sistemi macOS non si avviano: colpa di un aggiornamento di Chrome