5510 Letture

Mozilla Ubiquity: per diventare padroni del web

I Mozilla Labs hanno da poco rilasciato un aggiornamento per il progetto Ubiquity. Si tratta di un'estensione per il browser Firefox che mira a modificare le modalità di fruizione del web da parte degli utenti.
Ubiquity si propone come un framework per l'esecuzione di comandi e script, richiamabile mediante la pressione di una speciale combinazione di tasti (CTRL+Spazio) durante la sessione di navigazione. In questo modo, viene visualizzata una riga di comando all'interno della quale l'utente può digitare comandi: lo scopo è quello di riutilizzare le informazioni mostrate nella pagina corrente e di collegarle a risorse provenienti da altri siti web.
Sarà ad esempio possibile evidenziare un qualunque testo visualizzato sulla pagina web ed inserirlo nel corpo del testo di una e-mail in fase di composizione, anche attraverso servizi online quali Google GMail.
Il comando "map" di Ubiquity consentirà invece di comporre mappe Google Maps ed inserirle in un qualunque testo, a partire da una parola od un indirizzo selezionati sulla pagina web in corso di visualizzazione.


Attraverso Ubiquity è quindi possibile creare dei "mash-up on demand". Ciò significa che l'utente può agevolmente comporre un testo che contenga informazioni reperite da più fonti differenti. Visionando questo video illustrativo, ci si accorge di come diventi semplice e veloce aggiungere, ad esempio, in un messaggio di posta elettronica, mappe Google Maps, opinioni lasciate dagli utenti sulle varie attività commerciali e così via.

Molto interessanti i comandi di Ubiquity che consentono la traduzione di qualunque testo: è sufficiente selezionare la porzione di testo da tradurre, nella pagina web visualizzata, e questo sarà immediatamente mostrato nella propria lingua.


Ubiquity è in grado di interfacciarsi, sempre da riga di comando, con i servizi più disparati quali, ad esempio, Wikipedia, Twitter, Digg e Amazon offrendo anche la possibilità, agli sviluppatori, di modificare gli script già presenti e di aggiungerne altri. Tutti comandi sono basati sull'utilizzo di Javascript e possono quindi essere "personalizzati" utilizzando il "command-editor" integrato.

Mozilla Labs è alla ricerca di volontari che siano disposti a provare i comandi già messi a disposizione in Ubiquity e a mettere a fattor comune quelli messi a punto autonomamente.

Rispetto alla precedente versione, la nuova release di anteprima di Ubiquity (ved. questa pagina) propone un'interfaccia utente più "alla moda", più semplice da usare e, soprattutto, liberamente personalizzabile attraverso l'uso dei fogli di stile.
Gli altri aspetti sui quali ha lavorato il team di sviluppo di Mozilla Labs sono velocità e stabilità.
Consultando questa pagina, l'utente può ricercare tutti i comandi che possono essere impiegati in Mozilla Ubiquity.

Mozilla Ubiquity: per diventare padroni del web - IlSoftware.it