8443 Letture

Mozilla critica Windows 10, scelta del browser complicata

Mozilla ha suonato il campanello d'allarme e ha chiesto a Microsoft di rivedere le modalità con cui in Windows 10 gli utenti possono impostare il browser web predefinito. Si profila all'orizzonte una nuova vertenza come quelle che, negli anni scorsi, hanno visto Microsoft costretta a realizzare versioni di Windows prive di Media Player (le release "N") od obbligata ad inserire il cosiddetto "ballot screen", la schermata per la scelta del browser?

Dallo scorso dicembre, Microsoft non è più tenuta a visualizzare il "ballot screen" suoi suoi sistemi operativi (Finisce l'era della finestra per la scelta del browser) ma se Mozilla s'impuntasse e presentasse una rimostranza dinanzi alla Commissione Europea potrebbero aprirsi nuove indagini a carico del colosso di Redmond.

Al momento Mozilla non ha assolutamente minacciato Microsoft. Anzi, i toni della lettera aperta inviata a Satya Nadela e quelli del post pubblicato sul sito ufficiale di Mozilla, sembrano orientati al dialogo ed alla collaborazione.


Da Mozilla si fa notare che i browser alternativi, come Firefox o Chrome, non possono più impostarsi come browser predefiniti durante la procedura d'installazione. La mossa di Microsoft viene definita "aggressiva e penalizzante per gli utenti finali".

Mozilla critica Windows 10, scelta del browser complicata

Il CEO di Mozilla, Chris Beard, fa notare a Nadella che adesso, in Windows 10, sono richiesti molti più clic rispetto al passato, operazioni di scrolling e qualche intervento tecnico addizionale per poter scegliere il browser predefinito.




Come si può verificare anche nel video diffuso da Mozilla, anche cliccando sul pulsante del browser che permette di impostarlo come predefinito, Windows 10 intercetta l'operazione e visualizza la finestra App predefinite.
A questo punto, l'utente deve fare clic su Browser web, scorrendo eventualmente la lista delle categorie delle applicazioni, quindi scegliere - ad esempio - Firefox, Chrome, Opera, Safari od un altro browser alternativo a Microsoft Edge.

La scelta delle app di default può essere operata anche digitando Impostazioni delle app predefinite nella casella di ricerca di Windows 10, a destra del pulsante Start.

I portavoce Microsoft, al momento, non vedono il problema rimarcando che già durante il processo di aggiornamento a Windows 10 agli utenti viene data facoltà di selezionare le app predefinite, browser compreso. Windows 10, comunque, si precisa da Microsoft, è stato pensato come un software-as-a-service: nel momento in cui gli utenti segnaleranno particolari difficoltà, verranno immediatamente applicate modifiche e migliorie per ottimizzare l'esperienza d'uso del sistema operativo.

  1. Avatar
    miki64
    04/08/2015 21:15:50
    Scrive Il fatto quotidiano:
    Citazione: Quando si aggiorna a Windows 10 (Ilfattoquotidiano.it lo ha fatto partendo da Windows 7) la procedura impressiona per la capacità di mantenere con la massima precisione tutte le impostazioni scelte con il vecchio sistema. Una volta avviato Windows 10 ci si ritrova con gli stessi programmi, le stesse impostazioni per l’avvio automatico, le stesse identiche associazioni tra tipi di file e software, stesso sfondo del desktop e preferenze. Persino le icone sul desktop non vengono spostate di un pixel. L’unica vera differenza è che viene modificato il browser predefinito. Chi apre un link da un’email o da qualsiasi altra applicazione, quindi, si ritrova catapultato su Edge. Una furbata che tradisce il desiderio di Microsoft di promuovere il suo nuovo browser
    Direi che questo fa capire tutto...
  2. Avatar
    Filippo O.
    03/08/2015 11:20:00
    Firefox non funziona a schermo intero con la funzione snap assist (che permette di affiancare più finestre a lato). Nel senso che non riesco a impostare Firefox a schermo intero su metà monitor mentre la stessa funzione è implementata in Edge. Quindi Firefox dovrà aggiornarsi e adattarsi a Windows 10 ed è giusto che microsoft ostacoli il suo ingresso come browser predefinito perché, ad oggi, non sa sfruttare a pieno le nuove funzionalità di windows 10 (che sono sul mercato già da un bel po' almeno nella funzione beta). Mi sembra che gli aggiornamenti di Firefox servano più ad incrementare il numero della versione che ad apportare efficaci migliorie, vedi per esempio, la versione Developer a 64 bit ferma da un bel po' di tempo.
  3. Avatar
    opinione
    03/08/2015 01:14:41
    Non ho mai detto che ogni produttore di software, deve creare un sistema operativo; dico solo che anche se è giusto lasciare all'utente finale la scelta su quale programma utilizzare, (tra cui me stesso che utilizzo i due software citati) non bisogna sempre e solo accanirsi contro la microsoft , perchè di default mette il suo browser. Se non sbaglio lo stesso s.o. Linus o Ubuntu che sia, nella loro installazione, installano una marea di software che non sono richiesti dall'utente finale; però essendo un s.o. gratuito o libero, nessuno ne contesta tale scelta. come mai? E che dire della Mela che di default mette Safari? Insomma, lasciamo che ognuno faccia il suo prodotto, sta poi a noi valutare e usare quello più opportuno! P.s.: come già detto, da anni uso Opera, però se fate caso non viene quasi mai menzionato per i suoi pregi, che sono tanti! come mai? Saluti
  4. Avatar
    wio
    02/08/2015 11:50:54
    Citazione: .....Capisco le rimostranze di firefox, però per quel che mi riguarda mi sento di difendere la microsoft. Microsoft, ha creato il suo sistema operativo e quindi ci mette dentro il suo software , nel suo caso appunto il suo browser; ...........
    ..in effetti, una critica eccessiva. (basta impostarlo nelle app predefinite)
  5. Avatar
    Lettore anonimo
    02/08/2015 08:58:25
    Creare un sistema operativo solo per installare di default un browser mi sembra troppo, lei che cosa ne dice? Semplicemente Mozilla richiede di rendere più facile all'utente al scelta di utilizzare un browser diverso. Se poi lei utilizza VLC o LibreOffice non mi dica che questi produttori devono creare addirittura un sistema operativo tutto loro per proporre il loro prodotto, altrettanto valido come quelli di Microsoft (WMP e Office)... :disapprovato:
  6. Avatar
    opinione
    01/08/2015 13:56:56
    da anni non uso più internet explorer, più precisamente dalla versione 0.6 di firefox, e da quando opera è diventato un browser unico, uso quasi esclusivamente opera. Capisco le rimostranze di firefox, però per quel che mi riguarda mi sento di difendere la microsoft. Microsoft, ha creato il suo sistema operativo e quindi ci mette dentro il suo software , nel suo caso appunto il suo browser; perchè firefox non crea un suo sistema operativo, così potrà mettere il suo browser e, poi vedremo quale sarà il più utilizzato? Per concludere è sempre facile giudicare quando non si ha creato niente!
Mozilla critica Windows 10, scelta del browser complicata - IlSoftware.it