5352 Letture
SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

SSD esterno Orico IV300 i-Match: grande capienza e prestazioni ai vertici grazie all'utilizzo di memorie flash NAND di qualità, protocollo NVMe 1.3 e interfaccia USB 3.1 Gen2 (10 Gbps).

Se siete stanchi di usare le tradizionali chiavette USB per portare sempre con voi i dati che più vi servono, è possibile valutare l'acquisto di un capiente e veloce SSD esterno.

Orico IV300 i-Match, SSD portabile USB 3.1 Gen2 Type-C è un dispositivo di dimensioni estremamente contenute (misura appena 69 x 32 mm a fronte di uno spessore di soli 10 mm e un peso di appena 35 grammi) - su Amazon Italia è disponibile nei tagli da 250 e 500 GB (noi abbia provato la versione più capiente) - che aiuta professionisti e utenti privati a trasportare file e cartelle importanti in un formato più che tascabile.

SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

Come abbiamo visto nell'articolo USB 4.0: cosa c'è da sapere sul nuovo standard, è bene controllare sempre la generazione dell'interfaccia USB utilizzata dai dispositivi di storage e disponibile su PC e hub USB.


Orico IV300 garantisce ottime prestazioni perché si tratta di un'unità SSD esterna "Gen2", capace cioè di trasferire dati fino a 10 Gbps. Durante i nostri test abbiamo potuto verificare che sui dispositivi compatibili (dotati di una porta USB a 10 Gbps, quindi SuperSpeed 10, SS10), l'SSD esterno Orico riesce a trasferire fino a 980 MB/s in lettura e 900 MB/s in scrittura, valori di picco molto simili a quelli dichiarati dal produttore.

SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

È ovvio che collegando l'unità SSD Orico a dispositivi che non supportano SuperSpeed 10 (USB Gen2) si rileveranno prestazioni notevolmente inferiori: con le interfacce USB Gen1 (5 Gbps) non si supereranno i 500 MB/s in lettura e scrittura.

Il vantaggio di un prodotto come l'SSD esterno Orico IV300 i-Match è che si tratta di un'unità NVMe 1.3 (in formato M.2): il dispositivo riesce quindi a massimizzare le velocità di trasferimento dati a patto di collegarlo a un device dotato di un'interfaccia USB veloce.
Attenzione quindi alle sigle e ai simboli stampati in corrispondenza delle varie porte: si potrebbe erroneamente collegare l'unità Orico a una porta non sufficientemente veloce.
L'SSD esterno funzionerà ugualmente, certo, ma il trasferimento dati risulterà più lento. Per approfondire l'argomento, suggeriamo la lettura dell'articolo USB: come capire quali dispositivi sono più veloci ed evitare rallentamenti.

SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

Uno degli SSD esterni più veloci nella sua categoria

Compatibile USB Gen2 (10 Gbps), Orico IV300 si è inaspettatamente rilevato uno dei migliori SSD esterni confrontandone le performance con quelle di alcuni tra i brand più famosi.

Il dispositivo monta un chip JMicron JMS583, stabile e affidabile, e sfrutta il protocollo NVMe. Nella confezione sono presenti due cavetti: USB-C e USB-A. Sull'SSD è presente una porta USB-C ma utilizzando l'uno o l'altro cavo è possibile collegare il dispositivo di storage a qualunque sistema desktop, notebook, convertibile 2-in-1, tablet e smartphone.

Aspetto senza dubbio da evidenziare è il supporto integrato per il comando TRIM che consente al sistema operativo di informare l'unità circa i blocchi di dati che non sono più in uso e che quindi possono essere cancellati: SSD, come funzionano le tecnologie che li rendono più veloci.
Avviando l'utilità trimcheck è possibile verificare il funzionamento del comando TRIM.


SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

L'unico "contro" che abbiamo rilevato è l'innalzamento delle temperature quando l'unità SSD esterna è sottoposta a carichi di lavoro particolarmente pesanti, ad esempio la copia di centinaia di gigabyte di dati in un'unica soluzione oppure l'applicazione della cifratura BitLocker sull'intera unità: Chiavetta USB protetta con BitLocker To Go: come funziona. Nonostante ciò uno strumento come CrystalDiskInfo, che accede ai dati forniti dai sensori e dalla funzionalità SMART, riportava sempre 40°C come temperatura di lavoro.

SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300

Applicando la crittografia BitLocker, utile però per proteggere i propri dati nel caso in cui l'unità SSD dovesse cadere nelle mani di soggetti non autorizzati (anche in ottica GDPR), abbiamo inoltre rilevato un calo prestazionale in lettura e in scrittura quantificabile rispettivamente intorno al 9% e 20% (l'unità non supporta la cifratura AES-256 in hardware). Un aspetto da mettere in conto che però non può esimere il professionista dal proteggere adeguatamente informazioni riservate e dati sensibili.


In Windows 10 è eventualmente possibile attivare Cronologia file per creare un backup automatico dei propri dati sull'unità SSD ogniqualvolta la si collega al sistema: Backup dei dati su USB: come farlo in modo sicuro e portarli sempre con sé.


Per un periodo di tempo limitato, nella pagina di Orico IV300 i-Match, SSD portabile USB 3.1 Gen2 Type-C su Amazon Italia è possibile attivare la casella del coupon speciale che dà diritto a uno sconto del 15% sul prezzo di listino.

Aggiornamento: il produttore Orico ci segnala anche ulteriori opportunità di acquisto in promozione.
L'unità SSD esterna da 500 nella versione nera può essere acquistata a prezzo speciale su Amazon Italia inserendo il codice coupon ZEUS2VQN (valido fino al 30 settembre 2020).

In alternativa i prodotti sono acquistabili in offerta speciale anche su Aliexpress.

I più scaricati del mese

SSD esterno: come funziona l'unità portatile supercompatta Orico IV300