8416 Letture

Sono 7 le prime città coperte dalla fibra ottica Telecom

Il progetto per la creazione della rete a banda ultralarga di nuova generazione (NGAN, Next Generation Access Network) di Telecom Italia inizia a prendere forma. La società conta infatti, entro il 2014, di arrivare a coprire in fibra ottica 100 città italiane raggiungendo circa il 25% della popolazione nazionale. L'architettura utilizzata è FTTcab (Fiber to the Cabinet): la fibra ottica viene portata cioé fino al cosiddetto cabinet, l'armadio stradale, che dista mediamente 500 metri dalle abitazioni. Il collegamento dal cabinet all'utenza da servire, sia commerciale che residenziale, viene invece realizzato utilizzando il cavo in rame già esistente.

Preventivando una rapida escalation in termini di velocità di trasferimento dati (dapprima a 100 Mbit/s e poi, in futuro, addirittura a 400 Mbit/s), i responsabili di Telecom per il momento parlando di un'offerta in fibra che consentirà di raggiungere i 30 Mbit/s in download ed i 3 Mbit/s in upload.


Da domani sarà possibile attivare le nuove offerte "Ultra Internet Fibra Ottica" nelle prime tre città già coperte dal servizio: Roma, Torino e Napoli. La commercializzazione dei servizi su rete in fibra ottica sarà estesa nelle prossime settimane a Milano, Genova, Bologna e Bari.

I lavori per l'estensione della rete in fibra sono già stati avviati in 31 città che, appunto, diveranno 100 entro il 2014. Le città dove la posa della fibra è già in fase avanzata sono: Roma, Torino, Napoli, Milano, Genova, Bologna, Bari, Catania, Venezia, Firenze, Padova, Palermo, Verona, Ancona, Bergamo, Brescia, Como, Brindisi, Perugia, Reggio Emila, Treviso, Udine, Monza, Forlì, Varese, Taranto, Pisa, Prato, Catanzaro, Vicenza e Pescara.


Il cosiddetto throughput, indice della capacità trasmissiva effettivamente utilizzabile, sarà molto vicino al valore nominale: Telecom garantisce insomma che impiegando connessioni in fibra si arriverà quasi costantemente al valore di 30 Mbit/s con la possibilità, quindi, di fruire dei contenuti video in streaming in alta definizione - anche attraverso diversi device di casa come smartphone, tablet e smart TV - oltre a servizi voce VoIP e al gaming online multiplayer.

"In questa prima fase la velocità di connessione sarà fino a 30 Megabit/s, in linea con quanto previsto dall’Agenda Digitale europea, che indica l'obiettivo di rendere disponibile tale capacità di connessione per il 100% della popolazione entro il 2020", spiega Telecom.

Contemporaneamente, l'ex monopolista svela anche i profili tariffari per la connessione in fibra a banda ultralarga. La clientela residenziale potrà attivare l'offerta "Internetfibra" che propone - oltre alla connessione da 30 Mbit/s in downstream - la fonia su VoIP ed un modem compatibile con supporto Wi-Fi per 50 euro mensili (40 euro per i primi 6 mesi in promozione).
Per avere anche chiamate illimitate verso i numeri nazionali di telefonia fissa e 200 minuti ogni mese verso tutti i numeri cellulari TIM, si dovranno versare 9 euro in più ogni mese (offerta "Tuttofibra"). In entrambi i casi, il contributo di attivazione pari a 99 euro viene azzerato almeno sino al prossimo mese di marzo.

Per l'utenza aziendale, l'offerta commerciale di Telecom Italia verrà portata al debutto a partire da gennaio. In questo caso, l'azienda propone la connessione da 30 Mbit/s in downstream, la fonia su VoIP, un modem compatibile con supporto Wi-Fi, chiamate illimitate verso i numeri nazionali di telefonia fissa e 1000 minuti verso TIM a 50 euro al mese tutto compreso (con installazione gratuita da parte di un tecnico incaricato). Anche qui, il contributo di attivazione di 120 euro è gratuito per tutta la durata della promozione (almeno sino a fine giugno 2013).

Sono 7 le prime città coperte dalla fibra ottica Telecom - IlSoftware.it