Sconti Amazon
mercoledì 14 aprile 2021 di 36689 Letture

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

I tempi dei dispositivi dotati di tastiera fisica sono da anni morti e sepolti. Disporre quindi di una tastiera virtuale "ultimo grido" sul proprio dispositivo mobile consentirà di velocizzare drasticamente le operazioni di scrittura dei testi.

La tastiera Google è cresciuta molto ed è stata via via migliorata dagli sviluppatori dell'azienda fondata da Larry Page e Sergey Brin.

La tastiera Google è chiamata Gboard ed è scaricabile gratuitamente dal Play Store facendo riferimento a questa pagina.

Si tratta di una tra le migliori tastiere disponibili sulla piazza e un'ottima alternativa a quella fornita e abilitata in modo predefinito dal produttore dello smartphone Android.

Come configurare e usare la tastiera Google

Usare la tastiera Google con il proprio dispositivo Android è molto semplice: basta accedere alle impostazioni del sistema operativo, selezionare Lingua e immissione o Lingua e tastiera quindi selezionare Gboard in corrispondenza di Tastiera corrente.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

Toccando la voce Gboard è possibile accedere alle preferenze legate al funzionamento della tastiera, modificabili anche toccando l'icona raffigurante un piccolo ingranaggio posta all'interno della tastiera stessa.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

Scegliendo ad esempio Avanzate si può innanzi tutto evitare che "statistiche anonime" sull'utilizzo della tastiera Gboard vengano inviate a Google (opzione Condividi le statistiche sull'utilizzo).

La tastiera Gboard utilizza anche un algoritmo di apprendimento automatico che permette di adattarne il funzionamento alle modalità con cui l'utente è solito digitare i suoi testi.

Poco più sotto, disattivando l'opzione Migliora voce e digitazione per tutti, si può eventualmente evitare che le informazioni anonime raccolte sul dispositivo possano essere riutilizzate da parte di Google.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

Scrittura senza sollevare il dito, controllo del cursore e dettatura vocale

Lasciando scivolare il dito sui vari tasti, la tastiera Google comporrà automaticamente la parola d'interesse semplicemente "indovinandola".

Chiamata glide typing (in italiano, "digitazione a scorrimento") si tratta di una caratteristica comune a diverse altre tastiere ma quella di Google offre risultati davvero eccellenti permettendo la scrittura di lunghi testi senza passare continuamente da un tasto all'altro.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

È possibile regolarne il comportamento selezionando Digitazione a scorrimento nelle impostazioni di Gboard.

Un altro trucco molto utile consiste nell'usare la barra spaziatrice per controllare il cursore e spostarsi rapidamente verso sinistra o verso destra all'interno del testo già scritto. In questo modo si possono applicare facilmente correzioni e inserire integrazioni in ciò che si è già digitato.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

L'icona Modifica del testo consente di ottenere lo stesso risultato, con la possibilità quindi di regolare liberamente il posizionamento del cursore e selezionare parti del testo, utilizzando un apposito "tastierino".

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

È inoltre possibile premere rapidamente due volte la barra spaziatrice per inserire un punto seguito da uno spazio.

Un altro "gesto" utile è quello attivabile spostandosi verso sinistra in corrispondenza del tasto Canc/Backspace: si potranno così selezionare e cancellare contemporaneamente più parole con Gboard.

Inserire il testo dalla tastiera Google con la dettatura vocale

Toccando l'icona raffigurante un piccolo microfono è poi possibile dettare il testo abilitando il riconoscimento vocale di Google. In questo modo sarà completamente "scavalcata" la tastiera Gboard.

Il riconoscimento vocale di Google funziona davvero molto bene (ne avevamo parlato già nell'articolo Inviare messaggi con la voce su Android) e permette di inserire lunghi testi senza difficoltà.

Il sistema infatti è molto preciso e tollera anche lunghe pause nella dettatura restando però continuamente attivo (tanto che abbiamo spiegato come usare anche su desktop il medesimo sistema: Riconoscimento vocale, come dettare testi senza installare nulla; utile anche per trasformare in testo quanto presente in un video o ciò che è stato precedentemente registrato: Convertire audio in testo senza installare nulla).

Non si confonda l'icona raffigurante il microfono presente in app come WhatsApp (che consente di registrare un messaggio vocale) con l'icona (più piccola) che appare in alto a destra nella tastiera Google (che invece effettua uno speech-to-text traducendo il parlato in testo scritto).

La sezione Correzione testo delle impostazioni della tastiera Google è regolata in maniera tale che vengano forniti suggerimenti durante la digitazione e che per offrire detti consigli venga fatto riferimento alla parola precedente.

Gboard può eventualmente autocompletare i nomi dei contatti e per mettere a disposizione suggerimenti personalizzati sulla base dell'attività dell'utente nelle altre app di Google.

La tastiera può inoltre bloccare le parole offensive, mostrare suggerimenti per le emoji da usare, utilizzare la lettera maiuscola a inizio di ogni frase e altro ancora.

È comunque possibile per l'utente applicare tutte le variazioni che ritenesse opportune attivando o disattivando le varie opzioni.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

Passare da una lingua all'altra con la tastiera Google

Gboard supporta più lingue differenti, cosa molto utile se si fosse abituati a colloquiare con contatti che non comprendono l'italiano o comunque a redigere documenti usando altre lingue.

Accedendo alle impostazioni della tastiera Google quindi scegliendo Lingue, si possono aggiungere altre lingue e layout di tastiera.

Per passare rapidamente da una lingua all'altra basta tenere premuto sulla barra spaziatrice della tastiera Gboard.

Accedere rapidamente ai simboli

Quante volte avete perso tempo a cercare il simbolo che vi interessava? Una delle attività più fastidiose è certamente l'inserimento del simbolo percentuale (%): bisogna prima premere il piccolo pulsante ?123, poi selezionare =\< e infine toccare sul percento.

C'è una strada molto più semplice per accedere ai simboli che si usano più spesso: con Gboard basta tenere premuto a lungo sul punto (.) e attendere la comparsa dei vari simboli. Tenendo sempre il dito sul display si potrà effettuare un'operazione di trascinamento sul simbolo che si vuole aggiungere nel testo.

Creare il proprio dizionario personale

Sempre dalla schermata delle impostazioni di Gboard, toccando su Dizionario, Dizionario personale e scegliendo la lingua d'interesse, si può utilizzare il pulsante "+" in alto a destra per aggiungere una o più parole al proprio dizionario personale.

In questo modo si può far sì che Gboard comprenda e si ricordi di termini molto specifici o parole tecniche frequentemente utilizzate nei documenti e nelle conversazioni.

In corrispondenza di Scorciatoia è possibile specificare una sorta di "parola chiave" utile a richiamare e scrivere rapidamente, ad esempio, una parola complessa.

Si può ad esempio inserire nel campo Scorciatoia il simbolo @ e in corrispondenza di Digita una parola il proprio indirizzo email primario. In questo modo lo si potrà digitare molto velocemente.

Utilizzando @@ si può richiamare in modo rapido il proprio indirizzo secondario; con @@@ il terzo. Si possono comunque usare tattiche del genere per semplificare la digitazione.

Attivare gli appunti intelligenti di Google

L'icona Appunti accessibile dalla parte superiore della tastiera Gboard consente di conservare per un'ora i testi e le immagini copiate in memoria.

Si tratta di una sorta di cronologia avanzata che permette di accedere alle informazioni precedentemente copiate in memoria e selezionarle per comporre qualunque testo.

Per utilizzare gli "Appunti intelligenti" di Google è necessario fare clic sul pulsante Attiva gli appunti.

Traduzione in tempo reale

Utilizzando Google Traduttore (Traduttore Google: caratteristiche e funzionalità meno conosciute) i testi che si scrivono con Gboard possono essere automaticamente tradotti.

È sufficiente selezionare l'icona Traduzione nella parte superiore di Gboard e scrivere il testo che si vuole venga tradotto in un'altra lingua.

Modificare il tema della tastiera Google e il suo allineamento

Premendo l'icona Google nell'angolo superiore sinistro della tastiera, toccando l'icona raffigurante tre puntini in linea, selezionando Impostazioni quindi Tema, si può modificarne il tema quindi scegliere il colore o lo sfondo preferiti (può anche trattarsi di un'immagine) e specificare se si preferisce ottenere un bordo accanto a ogni tasto.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

Scegliendo la voce Preferenze nelle impostazioni della tastiera Google, quindi facendo riferimento alla voce Modalità con una sola mano è possibile allineare la tastiera di Google a sinistra o a destra, a seconda della mano che si utilizza.

Tastiera Google, le novità della nuova Gboard

Usando le icone poste sul lato sinistro o destro, è possibile ampliare nuovamente la tastiera Google oppure spostarla a proprio piacimento.

Emoji e GIF animate. Toccando l'icona con l'emoticon a sinistra della barra spaziatrice, è possibile accedere alla ricca libreria di emoji della tastiera Google.

Il pulsante GIF permette di cercare e condividere immagini, anche animate ("meme").

Infine, a seconda degli strumenti che si utilizzano più spesso, tutte le icone presenti nella parte superiore della tastiera Google possono essere liberamente riposizionate. Addirittura si possono aggiungere quelle accessibili toccando i puntini "..." e rimuovere le icone che si usano di meno.


Buoni regalo Amazon
Tastiera Google, le novità della nuova Gboard - IlSoftware.it