6097 Letture

Test RAM, come diagnosticare problemi sulla memoria

Se il computer presenta evidenti segni di instabilità o comunque vengono mostrate schermate blu nei momenti più impensati, è importante verificare se la memoria RAM funziona. Controllare la RAM per stabilire se uno o più moduli fossero difettosi, è una delle operazioni più utili per risolvere situazioni che sembrano ormai compromesse e che non permettono di lavorare.

Il sistema operativo Microsoft integra un test della RAM chiamato Diagnostica memoria Windows, un'utilità un po’ nascosta che consente di provare il funzionamento della memoria senza rivolgersi a software di terze parti.

Per avviare l'utility, basta digitare Diagnostica memoria Windows nella casella di ricerca oppure premere Windows+R, scrivere mdsched.exe e premere il tasto Invio.


Il test della RAM deve essere necessariamente avviato all'infuori dell'ambiente Windows: cliccando su Riavvia ora e individua eventuali problemi, verrà effettuato il reboot della macchina ed eseguita l'utilità Diagnostica memoria Windows.

Test RAM, come diagnosticare problemi sulla memoria

Al riavvio del computer, sotto l'indicazione Stato, l'utilità provvederà a riportare gli eventuali problemi individuati. Nel caso in cui i moduli di memoria RAM avessero dei problemi, la dizione Nessun problema rilevato sino a questo momento scomparirà e verrà mostrato un messaggio che espliciterà di errore diagnosticato.

Premendo il tasto F1, si potrà eventualmente personalizzare i test effettuati per verificare il corretto funzionamento della memoria.


Al termine della procedura di analisi, il sistema verrà automaticamente riavviato quindi verranno proposti, come sempre, la finestra di login e il desktop di Windows senza che appaia alcun resoconto finale.

Digitando Windows+R quindi eventvwr.msc si aprirà il Visualizzatore eventi.
Qui, dopo aver selezionato Registri di Windows, Sistema, si dovrà scegliere Azione, Trova quindi digitare MemoryDiagnostic.

Test RAM, come diagnosticare problemi sulla memoria

Windows selezionerà così, automaticamente, l'ultimo test della RAM (quello appena effettuato) ed esporrà il risultato dell'analisi nel pannello sottostante.

Sebbene un maggior numero di test, più approfonditi, possa essere effettuato premendo il tasto F1 durante l'analisi da parte di Diagnostica memoria Windows, utilità come MemTest86 e MemTest86+ offrono un ventaglio di possibilità in più.

MemTest86+ non riceve aggiornamenti dal 2013 ma, a nostro avviso, non è poi un grosso problema considerata l'attività che il programma è chiamato a svolgere. L'utilità, inoltre, consente di verificare anche la frequenza di clock della memoria, informazione importante per capire se vi siano discordanze con quanto indicato a livello BIOS/UEFI.

MemTest86 utilizza la firma digitale Microsoft: l'avvio del test non presenterà problemi, quindi, neppure su quei sistemi ove risulta attivata la funzionalità Secure Boot (vedere Secure Boot e Windows: a cosa serve e come si disattiva e La golden key del Secure Boot è stata pubblicata online).


Entrambi gli strumenti possono essere masterizzati su supporto CD partendo dall'immagine ISO oppure inseriti in una chiavetta USB avviabile, ad esempio ricorrendo a Rufus (Chiavetta USB bootable, come prepararla).


Test RAM, come diagnosticare problemi sulla memoria - IlSoftware.it