5580 Letture

Tim Cook, Apple: nuove difese contro il furto di dati

Arrivano le prime dichiarazioni del numero uno di Apple, Tim Cook, sull'incidente che - la scorsa settimana - ha letteralmente messo a nudo sul web alcune celebrità statunitensi. L'amministratore delegato della Mela ha anticipato che a breve verranno adottate nuove misure di sicurezza per proteggere gli utenti del servizio iCloud ed i dati conservati "sulla nuvola".
Cook ha implicitamente ammesso i punti deboli di iCloud e del meccanismo di login spiegando che il sistema di autenticazione a due fattori sarà notevolmente migliorato e reso efficace anche su iCloud. Nell'articolo Foto dei VIP: sottratti da iCloud i backup degli iPhone avevamo fatto presente come la protezione a due fattori non interessasse anche iCloud (i dati memorizzati attraverso il servizio, infatti, possono essere copiati ed installati su altri device fornendo semplicemente l'Apple ID e la corrispondente password).


Inoltre, ed era questo il punto che è stato ripetutamente contestato in precedenza (vedere anche l'articolo Attacco ad Apple iCloud, foto personali sul web), Apple invierà a breve un messaggio d'allerta ai suoi utenti ogniqualvolta dovessero essere rilevate attività sospette.
In particolare, il gigante di Cupertino invierà un'e-mail al proprietario di ciascun account Apple nel momento in cui dovesse essere rilevato il ripristino di dati iCloud su un altro device. La lacuna che, di fatto, non impediva attacchi brute force è stata invece tempestivamente rimossa nei giorni passati.
L'invio delle nuove notifiche dovrebbe avere inizio nel giro di un paio di settimane.

A parte le misure tecniche che possono essere adottate, Cook sposta però l'attenzione, ancora una volta, sugli utenti. Il CEO di Apple sostiene che incidenti simili a quello che ha coinvolto le "star" d'Oltreoceano ben evidenziano come in una larga fetta di utenza sia ancora scarsa la consapevolezza sui temi della sicurezza e della protezione dei dati personali. Per Cook c'è ancora moltissimo lavoro da fare per informare e formare gli utenti sui rischi che corrono non prestando attenzione alle misure di sicurezza più basilari.


Disattivare l'utilizzo di iCloud sugli iPhone

Chi, per il momento, preferisse disattivare l'upload delle proprie foto sulla nuvola di Apple iCloud, può farlo accedendo al proprio dispositivo mobile iOS, scegliendo le voci iCloud, Immagini dalle impostazioni e disattivare "Il mio streaming foto".
È possibile valutare eventualmente anche la disabilitazione di "Condivisione foto", impostazione che consente di creare album fotografici online da condividere con altre persone.

Tim Cook, Apple: nuove difese contro il furto di dati - IlSoftware.it