170360 Letture

Una chiavetta USB avviabile con tante utilità pronte all'uso

Alzi la mano chi utilizza ancora gli ormai vetusti dischi floppy. Ben pochi. I floppy disk sono oggi stati sostituiti dall'enorme diffusione di unità di memorizzazione USB, ad esempio le comuni chiavette o pen drive. Fiore all'occhiello delle penne USB sono certamente la loro compattezza e la velocità di trasferimento dei dati. Vi sono in commercio "pen drive" sempre più capienti e meno costosi.

Nella chiavetta USB i dati sono conservati all'interno di una memoria flash: grazie all'utilizzo del protocollo USB 2.0, il trasferimento delle informazioni con il personal computer può avvenire ad altissima velocità (banda passante sino a 480 Mbit/s).

In molteplici situazioni può essere utile disporre di una chiavetta USB “avviabile”: lasciandola inserita all'avvio del personal computer, si potranno ad esempio eseguire apposite utilità per il recupero dati, il controllo antivirus, la clonazione del disco fisso e così via.
I vantaggi derivanti dall'impiego di una chiavetta USB sono indubbi: si può gettare nel cestino il vecchio “floppy disk” di emergenza e sfruttare un supporto veloce e capiente per gestire qualunque attività di manutenzione del sistema. Inoltre, rispetto al un CD od un DVD di boot, una chiavetta USB avviabile ha dalla sua anche il vantaggio di poter essere aggiornata in qualunque momento.

Uno dei modi più semplici per rendere avviabile (o “bootable”) una chiavetta USB consiste nell'utilizzare il programma HP USB Disk Storage Format Tool.
Se possedete ancora un personal computer che dispone di un'unità floppy, inserite un dischetto, portatevi in "Risorse del computer", fate clic con il tasto destro del mouse sull'unità floppy, selezionate la voce "Formatta..." quindi assicuratevi che la casella "Crea disco di avvio MS DOS" sia attivata. In questo modo, all'interno del floppy disk verranno aggiunti i file che vi serviranno per rendere avviabile la vostra chiavetta USB.

Dopo aver scaricato ed installato il software HP USB Disk Storage Format Tool, collegate al personal computer la vostra chiavetta USB ed avviate il programma.
In corrispondenza del menù a tendina Device è indispensabile assicurarsi che sia indicato proprio il nome della chiave USB in uso. In corrispondenza di File system è necessario selezionare FAT quindi va spuntata la casella Create a DOS startup disk.
Infine, si dovrà selezionare l'opzione "using DOS system files located at" digitando, nello spazio sottostante, A:\ in modo da riferirvi al floppy disk poco fa formattato.
Cliccando sul pulsante Start, l'utility USB Disk Storage Format Tool provvederà ad inserire nella vostra chiave USB tutti i file necessari per il suo avvio.


Non appena l'operazione si sarà conclusa, lasciando inserita la chiave USB, riavviando il sistema, il personal computer dovrebbe effettuare il boot proprio dalla chiave USB appena formattata (sempre che si sia correttamento impostato il BIOS, così come spiegato in precedenza) visualizzando il prompt dei comandi DOS.


Adesso, dopo aver estratto la chiave USB e riavviato il sistema normalmente, da Windows sarà possibile inserire nella chiave USB - ora resa avviabile - tutti i file necessari, ad esempio, per operazioni di manutenzione e ripristino.


  1. Avatar
    Glave
    27/10/2010 20.36.44
    Molo bello, all'epoca dei PC senza floppy è utilissimo!!!
  2. Avatar
    Barbara2010
    16/03/2010 15.10.34
    Strafiga questa guida! :-D
    Avevo impararto ad usare isolinux su un'altrettanto spettacolare guida che ho trovato qui:
    http://www.alessandrostella.it/software/2010/01/isolinux-creare-un-menu-personalizzato/
    ma in quella guida non si faceva cenno all'uso di una chiave USB :-(
    Per foruna però l'autore ha messo un link a questo articolo e ora... sono felice!!! :-D
    Funziona tutto! Grazie a tutti!
  3. Avatar
    Maurizioz
    22/04/2009 12.57.46
    Bellissima ed utilissima questa chiavetta!!!
    GRAZIE !!!
    Per Broncobill:
    Sostituire "/boot_knoppix/linux" con "/boot_knoppix/isolinux/linux"
  4. Avatar
    ingegnere
    21/04/2009 12.24.49
    Allora per precisare:
    Per la gestione di dischi sata senza floppy (ad esempio nei recenti laptop) si usa nlite.
  5. Avatar
    Broncobill
    16/03/2009 10.55.49
    Ciao
    Ho eseguito esattamente le spiegazioni per aggiungere BitDefender Rescue CD sulla chiavetta ma purtroppo anche se lo vedo nel menu iniziale (Che ho creato inserendo le rige in syslinux.cnf e avendo risultato negativo, ho copiato da syslinux_cz.zip) selezionaldo la riga e premendo invio non succede nulla neanche se col tab evidenzio le righe e poi premendo invio.
    Mi potresti, per cortesia, aiutare

    Grazie
  6. Avatar
    Michele Nasi
    04/03/2009 19.07.30
    C'è anche questa alternativa: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=5055" onclick="window.open(this.href);return false;
  7. Avatar
    jacopo
    04/03/2009 19.03.49
    Citazione: Io non ho il floppy drive.
    Dove posso trovare i files necessari per rendere la chiavetta avviabile?
    A pagina 2 è spiegato come rendere bootabile la penna USB, tramite l'utilizzo di makeboot.bat .
  8. Avatar
    Gian Antonio
    04/03/2009 11.01.25
    Io non ho il floppy drive.
    Dove posso trovare i files necessari per rendere la chiavetta avviabile?
    Un'altra soluzione?..
    Grazie
  9. Avatar
    linovasile1
    02/03/2009 08.35.05
    Buone le spiegazioni. Solo, desideravo sapere la risposta a due domande: 1° come impostare la bios in modo che parta da chiavetta USB e 2° ho notato che, dopo aver concluso la prima procedura, cioè quella di trasferire i file del floppy disk alla pendrive, aprendo la chiavetta non trovo alcun file. Sono file nascosti?
    Grazie anticipate per la risposta.
  10. Avatar
    jacopo
    26/02/2009 01.12.18
    Citazione: Ho seguito esattamente la procedura, copiando clonezilla e eseguento makeboot
    Ma quando avvio con la chiavetta ho il seguente messaggio:
    "Could not find kernel iage: linux"
    Da quale sistema operativo scrivi ?
Una chiavetta USB avviabile con tante utilità pronte all'uso - IlSoftware.it