2639 Letture

Windows Genuine Advantage supporta anche Firefox

A fine Luglio scorso, Microsoft aveva lanciato ufficialmente il programma Windows Genuine Advantage (WGA), sistema che si prefigge l'obiettivo di ridurre la diffusione di copie irregolari del sistema operativo. Gli utenti che desiderano effettuare il download di alcuni aggiornamenti-chiave per Windows debbono acconsentire alla verifica della liceità della propria copia del sistema operativo. Il controllo viene effettuato appoggiandosi ad un ActiveX (che l'utente deve lasciar scaricare ed eseguire sul proprio personal computer) oppure mediante un piccolo software "stand alone" da prelevare e lanciare in locale.
L'azienda di Redmond ha subito promesso di offrire sconti particolari per l'acquisto di una normale licenza d'uso di Windows a tutti coloro che risultassero in possesso di copie non regolari.
A 24 ore dal lancio ufficiale del sistema WGA in Rete cominciò a circolare una semplicissima riga di codice JavaScript che permetteva di scavalcare completamente la verifica ed avviare immediatamente il download degli aggiornamenti. Le versioni erano sostanzialmente due: una faceva leva sul cookie legato al meccanismo WGA, l'altra sul valore attribuito ad una proprietà della finestra mediante la quale dovrebbe essere lanciata la verifica. Dopo qualche giorno, un portavoce di Microsoft dichiarò che il sistema WGA sarebbe stato ridisegnato sottolineando però che l'obiettivo non era quello di prevenire "hacking" da parte di terzi o di mettere un freno ai cosiddetti "smanettoni" ma bensì aiutare nella comprensione del valore di una copia di Windows autentica.
La novità odierna consiste nel fatto che Microsoft ha provveduto ad aggiornare WGA. L'aggiornamento non sta nella correzione del sistema di controllo che aveva reso possibile la diffusione di "hack" attraverso la Rete Internet quanto nel supporto dei browser "rivali" come Mozilla Firefox. La nuova versione di WGA può quindi ora essere utilizzata sia dagli utenti di Internet Explorer (scaricando l'apposito ActiveX) ma anche da tutti coloro che sono passati a Firefox grazie ad uno specifico plug-in.
Microsoft ha dichiarato che questa mossa vuole consentire a tutti, anche a coloro che decidono di usare, in ambiente Windows prodotti non direttamente sviluppati dall'azienda, di verificare l'"originalità" della propria copia del sistema operativo.

Windows Genuine Advantage supporta anche Firefox - IlSoftware.it