9472 Letture

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

È vero, Windows offre già un antivirus gratuito integrato nel sistema operativo. Si tratta dello storico Windows Defender che nel corso del tempo è stato notevolmente migliorato: Differenza tra Windows Defender e Strumento di rimozione malware.

Windows Defender, tuttavia, offre una difesa di base, poggia esclusivamente sul database delle firme aggiornato dai tecnici Microsoft, e non mette a disposizione funzionalità aggiuntive per la protezione della navigazione sul web.

Anche tra gli antivirus gratuiti vi sono prodotti molto validi che offrono un set di funzionalità spesso paragonabile con l'offerta a pagamento di molti produttori e che quindi possono essere adottati come validi sostituti di Windows Defender.

Di seguito presentiamo alcuni tra i migliori antivirus gratuiti cercando di metterne in luce tutte le principali caratteristiche.


Avast Free Antivirus 2016

Avast Free Antivirus 2016 si conferma un prodotto molto valido ed estremamente completo. Rispetto agli altri antivirus gratuiti, Avast offre funzionalità addizionali quali un password manager di base, un sistema per verificare la presenza di lacune di sicurezza nei programmi installati ed un innovativo meccanismo di controllo che s'incarica di accertare la presenza di eventuali vulnerabilità sul router (ad esempio problemi di sicurezza noti nel firmware).

L'interfaccia utente di Avast è, come sempre, molto ben realizzata: gli strumenti di utilizzo più comune sono a portata di clic mentre, andando più in profondità, si possono applicare regolazioni tipicamente appannaggio degli utenti più evoluti.

Per ciò che concerne quello che più conta, ossia la protezione antivirus, Avast si conferma un buon prodotto che, di solito, è capace di comportarsi ottimamente rispetto alle minacce zero-day, da poco comparse in Rete tra l'altro con un ridottissimo numero di falsi positivi ma che, globalmente, in termini di riconoscimento delle minacce non è al livello di altri prodotti.

Molto valido, soprattutto in termini di efficacia, il sistema di protezione antiphishing. Avast Free Antivirus 2016 è mediamente più abile, rispetto ad altri software, nel rilevamento e nel blocco di pagine e download dannosi o potenzialmente tali. Ed è questo un punto a sicuro favore dal momento che l'antivirus aiuta a prevenire l'infezione scoraggiando il download di programmi insicuri o nocivi.

L'installazione tipica di Avast Free Antivirus 2016 installa elementi software che potrebbero non essere d'interesse per l'utente come, ad esempio, la toolbar di Google.
Per evitare l'installazione di elementi superflui, è bene assicurarsi di optare per l'installazione personalizzata e negare il caricamento dei software che non interessano o che comunque non hanno relazione alcuna con il corretto funzionamento dell'antivirus.

Dopo aver scaricato l'ultima versione di Avast Free Antivirus 2016 cliccando qui, all'avvio dell'installazione si dovrà selezionare Personalizza ed esaminare con attenzione quali componenti verranno caricati sul sistema.

La scansione intelligente permette di esaminare, in un colpo solo, l'intero sistema non soltanto rilevando la presenza di eventuale malware ma anche quella di software obsoleto, componenti aggiuntivi per il browser superfui o nocivi (come quelli che vengono spesso aggiunti con l'installazione di alcuni programmi di terze parti), configurazioni di rete problematiche (come la presenza di vulnerabilità nel router), utilizzo di password deboli e performance non all'altezza della situazione.

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Le funzionalità di scansione "on demand" sono accessibili dal menu Scansione dell'antivirus mentre l'unica possibilità di fatto utilizzabile nel menu Strumenti è quella che consente la creazione di un supporto di boot.
A parte l'accesso alle statistiche, infatti, le altre funzionalità sono riservate ai possessori delle versioni a pagamento di Avast.

Per utilizzare la versione free dell'antivirus di Avast, è necessario registrarsi gratuitamente entro 30 giorni dall'installazione del prodotto.

Dal momento che Avast interagisce di default con le connessioni HTTPS ed effettua una scansione dei messaggi di posta in entrata ed in uscita, talvolta potrebbero evidenziarsi malfunzionamenti all'apparenza inspiegabili. Diversi utenti hanno ad esempio segnalato qualche difficoltà con Thunderbird o nella gestione di alcune tipologie di connessioni sicure.

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Il comportamento dei vari motori di scansione di Avast è eventualmente regolabile cliccando sull'icona raffigurante un ingranaggio quindi scegliendo Protezione attiva e Personalizza.
Da questa finestra si potrà modificare il comportamento del motore di scansione del file system, di quello che si occupa della posta elettronica e di quello che protegge il sistema dalle minacce presenti sul web.

PRO:
- Interfaccia utente sempre all'avanguardia
- Protezione antiphishing eccellente e rilevamento delle minacce online molto efficace
- Funzionalità evolute per la protezione del sistema e della rete (controllo del router alla ricerca di vulnerabilità sfruttabili da parte di aggressori)

CONTRO:
- Efficacia del motore di rilevamento antimalware ancora migliorabile
- Qualche difficoltà nell'utilizzo di alcuni server di posta SSL/TLS e nell'impiego di client email come Thunderbird


- Download di Avast Free Antivirus 2016 in italiano
- Compatibilità: Windows 10, Windows 8.1, Windows 8, Windows 7, Windows Vista, Windows XP

Avira Free Antivirus 2016

Il difetto di Avira è sempre stato l'interfaccia estremamente spartana. Nelle ultime versioni i tecnici di Avira hanno effettuato semplici maquillage ma il software è sempre rimasto sprovvisto di un'interfaccia al passo coi tempi. Anche la versione 2016 di Avira Free rimane, purtroppo, sullo stesso solco.

Fortunatamente Avira continua ad eccellere in un campo che, senza ombra di dubbio, riveste una maggiore importanza: l'abilità nel riconoscere e bloccare tempestivamente il malware senza troppi falsi positivi. Nel corretto riconoscimento delle minacce, Avira brilla mettendosi in evidenza, insieme con Kaspersky, BitDefender e Panda, rispetto alla concorrenza.

La novità più importante di Avira Free Antivirus 2016 consiste nell'introduzione della protezione PUA Shield, uno strumento che aiuta ad evitare l'installazione di componenti potenzialmente nocivi o comunque inutili. PUA, infatti, è acronimo di Potentially Unwanted Application - e sinonimo di PUP (Potentially Unwanted Program), sigla utilizzata con maggior frequenza -.

Cliccando una volta sull'icona dell'antivirus esposta nella traybar, si potranno eventualmente installare dei componenti aggiuntivi.

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Di default risulterà abilitato il modulo antivirus; cliccando sulle varie icone si potranno installare lo strumento per la sicurezza del browser, System speedup per velocizzare il sistema, il modulo "antifurto" (per facilitare il recupero del dispositivo perso oppure difficoltoso da ritrovare) e quello per il controllo di eventuali violazioni dei propri account di posta da parte di terzi.
L'antivirus di Avira propone inoltre uno strumento di protezione che si integra con il firewall di base di Windows.


Rispetto alle precedenti release, gli sviluppatori si sono poi concentrati sul miglioramento delle prestazioni generali del prodotto che, in passato non erano affatto convincenti.
La scansione del sistema appare ancora piuttosto lenta. A tal proposito, sarebbe importante che Avira iniziasse ad implementare anche una scansione veloce, incentrata sugli elementi del sistema che vengono maggiormente presi di mira da parte del malware.

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Da accogliere molto positivamente la funzionalità Protection Cloud, un meccanismo di difesa proattiva che analizza in forma anonima i file sconosciuti di milioni di utenti presenti nel cloud al fine di proteggere gli utenti dalle minacce zero-day. L'obiettivo è evidentemente quello di riconoscere come nocive tutte quelle nuove minacce, appena affacciatesi in Rete, che non sono state ancora esaminate e catalogate nei laboratori delle software house che sviluppano e commercializzano soluzioni per la sicurezza. Si tratta, in altre parole, di malware per i quali VirusTotal visualizzerebbe il "semaforo verde".
L'approccio "cloud" di fatto mancava in Avira Free, antivirus che storicamente si è sempre molto basato (seppur comportandosi complessivamente) sui database delle firme virali.

Dopo aver avviato la procedura d'installazione di Avira (che deve comunque essere eseguita con i diritti di amministratore altrimenti si vedrà comparire un messaggio d'errore), sarà proposto il caricamento di Avira System Backup, uno strumento che non è ovviamente necessario per il funzionamento dell'antivirus (si può fare clic su Ignora).

Opzionale è anche l'installazione di Online Essentials Dashboard, un pannello amministrativo che dà la possibilità di proteggere tutti i dispositivi da un'unica interfaccia centralizzata.


PRO:
- Motore di scansione antimalware eccellente e molto efficace
- Pochissimi falsi positivi

CONTRO:
- Interfaccia non "allo stato dell'arte"
- Scansione "on demand" lenta

- Download di Avira Free Antivirus 2016 in italiano
- Compatibilità: Windows 10, Windows 8.1, Windows 8, Windows 7

AVG Antivirus Free 2016

AVG è uno dei nomi storici per ciò che riguarda i prodotti antivirus. Il motore di scansione si mette in evidenza per la sua velocità (tra l'altro si può limitare l'analisi ad una cartella, ad un gruppo di esse oppure avviare un controllo anti-rootkit) e per le sue buone abilità nel riconoscimento dei malware.

AVG utilizza anche l'analisi comportamentale per valutare la potenziale pericolosità di un elemento software non affidandosi quindi soltanto sul database delle firme virali.
L'antivirus, inoltre, ben si mette in evidenza per la sostanziale assenza di falsi positivi (elementi valutati come dannosi quando in realtà non lo sono affatto).

Buona la protezione antiphishing nonostante AVG, anziché bloccare completamente l'accesso al sito web pericoloso, utilizzi sempre la medesima finestra a comparsa adoperata per le altre tipologie di minacce.

Come Avast, anche AVG include il modulo per la protezione web e quello per la scansione della posta elettronica in arrivo e in uscita.
L'installazione di Web Tuneup, il modulo che controlla la bontà delle pagine web, provvede anche a cambiare la pagina iniziale del browser impostando AVG Secure Search (che viene utilizzato anche come provider per le ricerche).
Se questo comportamento non andasse a genio, si potrà negare l'installazione del solo componente Web Tuneup.
L'antivirus contiene comunque il modulo Protezione web che s'incarica di esaminare i link presenti nelle pagine visitate e blocca l'accesso ai siti pericolosi.


Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Di recente AVG aveva fatto parlare di sé per l'approvazione di una nuova policy che permette di trasferire i dati degli utenti a terze parti. La società ha però puntualizzato di raccogliere solo dati generici sulla tipologia del dispositivo, il numero di installazioni, le caratteristiche delle password usate (non le password in sé), gli algoritmi crittografici adoperati, la posizione più o meno approssimativa dell'utente.
Con lo scopo di mantenere in piedi l'offerta di prodotti gratuiti AVG, la società aggiunse di raccogliere l'identificativo per l'advertising associato al dispositivo in uso, la cronologia della navigazione web (inclusi i metadati), il nome del provider Internet o dell'operatore telefonico utilizzati, informazioni sulle altre app installate. Questi dati vengono dichiarati come "non personali" perché non sono associati ad un nome e cognome. AVG precisa che "talvolta la cronologia della navigazione online e delle ricerche contengono termini che possono consentire l'identificazione dell'utente". Nel caso in cui AVG dovesse rilevare che tali informazioni consentono l'identificazione univoca di un utente, la porzione in questione della cronologia verrebbe gestita come dato personale e le informazioni rese anonime. La raccolta dei dati personali può comunque essere disabilitata dalle impostazioni avanzate di AVG Antivirus Free 2016 (Opzioni, Impostazioni avanzate, Preferenze privacy) togliendo il segno di spunta dalle varie caselle relative alla privacy.

AVG ha spiegato che l'obiettivo è comunque quello di ottenere ancora maggiore fiducia da parte degli utenti (leggasi, lo fanno anche altri ma noi dichiariamo esattamente quali dati elaboriamo).

PRO:
- Scansione antivirus veloce
- Utilizzo dell'analisi comportamentale
- Sostanziale assenza di falsi positivi
- Buona protezione antiphishing. Controllo dei link.


CONTRO:
- La versione free propone molti riferimenti grafici appositamente pensati per invitare ad acquistare versioni a pagamento
- Interfaccia migliorabile. Alcuni comandi interessanti sono nascosti in un menu Opzioni piuttosto rétro.

- Download di AVG Antivirus Free 2016 in italiano
- Compatibilità: Windows 10, Windows 8.1, Windows 8, Windows 7, Windows Vista, Windows XP

Panda Free Antivirus 2016

Panda è uno di quegli antivirus che convince maggiormente in termini di abilità nel riconoscimento e nella neutralizzazione delle minacce.
Da anni, inoltre, Panda ha introdotto l'utilizzo di algoritmi di "intelligenza collettiva" che aiutano a bloccare tempestivamente le minacce della prima ora, ancora sconosciute ai database antivirus.

L'idea di Panda è che per contrastare i malware non sia necessario dotarsi di pesanti database antivirus da aggiornare quotidianamente. Grazie all'intelligenza collettiva, l'intero processo di isolamento e raccolta del malware, classificazione e risoluzione del problema può essere eseguito online. Dopo una prima analisi sul sistema locale, nel caso in cui vengano rilevati file sospetti, gli oggetti potenzialmente nocivi sono trasmessi ai server mantenuti dal produttore. Qui, tutta una serie di procedure automatizzate si fanno carico dell'analisi approfondita di ogni campione pervenuto senza quindi impattare negativamente sulle performance del sistema dell'utente. Gli stessi server si occupano di produrre e distribuire aggiornamenti per le firme virali da distribuire a tutti gli utenti: in questo modo è subito possibile fidare del massimo livello di protezione anche nei confronti di malware nuovi, apparsi ad esempio soltanto su poche decine di sistemi.


Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Il fatto che gran parte del lavoro si svolga sul cloud fa sì che Panda possa presentarsi, anche nella versione free, come un prodotto molto leggero, quindi poco impattante sulle risorse hardware della macchina in uso.

L'antivirus, anche nella versione free, utilizza anche l'analisi comportamentale in aggiunta all'approccio cloud.

Soltanto la protezione antiphishing sembra addirittura essere peggiorata rispetto al passato con l'antivirus in grado di riconoscere un numero minore di pagine truffaldine.

Durante l'installazione Panda propone l'installazione di una barra degli strumenti aggiuntiva nei browser e l'impostazione di motori di ricerca quali Yahoo! e MyStart come motori di ricerca predefiniti e pagina iniziale. Per negare il tutto, basta deselezionare le corrispondenti caselle.

L'interfaccia di Panda non è visivamente d'impatto: azzurrino e verde acqua non convincono. A parte la scelta cromatica, però, per il resto l'interfaccia è ben strutturata e rende molto facile l'accesso alle varie funzionalità dell'antivirus.

La funzionalità USB Vaccine è anche troppo "strombazzata": Panda integra già la protezione contro i malware e questa caratteristica non fa altro che bloccare l'accesso al file autorun.inf da parte di qualunque processo.

PRO:
- Abile nel riconoscimento dei malware
- Utilizzo dell'intelligenza collettiva e dell'analisi comportamentale
- Soluzione "install and forget" ossia "installa e dimentica"

CONTRO:
- Interfaccia cromaticamente migliorabile
- Qualche falso positivo in più rispetto ai prodotti citati in precedenza

- Download Panda Free Antivirus 2016 in italiano
- Compatibilità: Windows 10, Windows 8.1, Windows 8, Windows 7, Windows Vista, Windows XP


Gli outsider

Tra gli antivirus gratuiti appena affacciatisi sul mercato, segnaliamo due nomi importanti: Kaspersky Free Antivirus 2016 e Sophos Home.

Kaspersky è uno di quei produttori che non ha mai rilasciato, nel corso degli anni, una versione gratuita del suo antivirus.
Lo ha fatto adesso limitandosi per il momento alla sola Russia: portavoce dell'azienda hanno comunque anticipato di voler portare il software anche in altre nazioni del vecchio e del nuovo continente.

L'antivirus di Kaspersky in versione free può essere scaricato e poi tradotto in inglese con un trucco (modifica del registro di Windows).

Citiamo Kaspersky Free 2016, quindi, almeno per il momento, solo come "bonus tip" trattandosi di una versione non ancora ufficialmente supportata nel nostro Paese come nelle altre parti del mondo (eccezion fatta per la Russia).

Kaspersky Free 2016 è scaricabile, in russo, cliccando qui. La versione gratuita dell'antivirus, però, deve essere necessariamente attivata usando la lingua russa ed un IP russo.
Sebbene sia possibile utilizzare una VPN con server di uscita contraddistinto da IP russo, la procedura da seguire è piuttosto cervellotica ed ovviamente non supportata quindi sarebbe preferibile attendere l'uscita di Kaspersky Free 2016 in via ufficiale.

A beneficio dei più geek, però, una volta attivato Kaspersky Free 2016, è possibile tradurre l'interfaccia del software (per il momento solo in inglese), riavviando Windows in modalità provvisoria (Riavviare in modalità provvisoria Windows 8.1, Windows 8 e Windows 7) quindi modificando i valori indicati di seguito all'interno della chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\ KasperskyLab\AVP16.0.1\environment:


lns_Localization: da ru-RU a it-IT
Localization: da ru-RU a it-IT
LocalizationAuto: da 1 a 0
LocalizationList: da ru-RU a it-IT

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Kaspersky Free 2016 integra un motore di scansione sempre attivo in background ed un modulo "on demand" oltre a meccanismi di protezione della navigazione sul web, delle comunicazioni attraverso strumenti per la messaggistica istantanea, della posta elettronica in arrivo e in uscita.

Il primo antivirus gratuito di Kaspersky integra, esso stesso - così come i prodotti a pagamento più evoluti -, anche la protezione cloud. Ciò significa che il software potrà basarsi anche sulle informazioni relative alle minacce da poco apparse in Rete e reagire di conseguenza prima ancora che vengano ufficialmente distribuiti aggiornamenti delle firme virali.

Antivirus gratuiti, ecco i migliori

Kaspersky, insieme con AVG, è uno degli antivirus che presenta meno falsi positivi in assoluto.
Come si può verificare prendendo in esame la schermata relativa ai dati statistici della protezione cloud, Kaspersky Free 2016 conosce un gran numero di file ritenuti certamente sicuri e sicuramente dannosi.

L'altra "cenerentola" nel mondo degli antivirus free è Sophos Home che offre, oltre alla protezione antivirus, anche la protezione contro gli elementi dannosi presenti sul web e la difesa contro gli elementi potenzialmente indesiderati.

Scaricabile da questa pagina, Sophos Home richiede - in prima battuta - la creazione di un account utente. Senza l'effettuazione di questo passaggio, non sarà possibile utilizzare l'antivirus.


Purtroppo l'antivirus, almeno nell'attuale versione, non offre la possibilità di controllare nel dettaglio il comportamento del software ed i servizi che Sophos Home installa sul sistema restano comunque sempre in esecuzione anche nel caso in cui l'utente preferisse disattivare qualche funzionalità.


  1. Avatar
    MaoX
    18/05/2016 09:52:44
    Anche Vi chiedo di provare 360 Total Security con attivato anche l'engine di Bitdefender, con questa opzione (quindi con 2 engine) è arrivato primo superando gli altri nelle ultime classifiche (ma con il doppio engine). Io ho provato tutti gli altri nel corso di 2 anni e come ultimo antivirus usavo Avast, ma visto che anche Lui sta iniziando ad essere un pesante ed esoso di risorse, dei tecnici miei amici, mi hanno consigliato di provare 360, io così per test l'ho provato e da quel che vedo è molto leggero, ha le stesse opzioni avanzate di Avast ed altri come la SandBox ed altro ma molto più leggero. Per la SandBox ad esempio oltre ad avviarsi da sola come per Avast, la puoi avviare ogni volta che vuoi tu sul file che preferisci e puoi anche entrare nella SanBox, visionare i files ed estrarre solo quelli che si vogliono salvando certi dati da un programm infetto e tanto altro... A differenza e secondo me è una nota positiva è molto pignolo 360 rispetto agli altri, infatti se provate ad avviare un file che ha funzioni particolari, antikeylogge tester, trainer per giochi o altro per intenderci Lui avverte che il programma ha funzioni particolari e Vi chiede che fare, mentre gli altri li facevano andare senza problemi. Questo lo ritengo una nota positiva perchè magari altri li lasciano andare e non si sa mai... (questi sono esempi). Lìunica cosa che consiglio è di disattivare la funzione che controlla tutti gli aggiornamenti del PC. Da provare come minimo, secondo me.
  2. Avatar
    Ojiojoi
    18/02/2016 20:24:00
    Avira FREE è il migliore: leggero e riconosce tutti i virus. :approvato:
  3. Avatar
    Freddy
    06/02/2016 17:39:00
    Citazione: Scusate l'ignoranza, ma Windows Defender non si può catalogare nei free AV? come tiene il confronto? Grazie
    sinceramente da non prendere nemmeno in considerazione :disapprovato:
  4. Avatar
    LeoPir
    05/02/2016 00:04:34
    Scusate l'ignoranza, ma Windows Defender non si può catalogare nei free AV? come tiene il confronto? Grazie
  5. Avatar
    Michele Nasi
    20/01/2016 16:07:15
    Ecco, i prodotti Dr.Web sono secondo me tra i più validi e promettenti anche perché l'azienda russa investe molto in ricerca e sviluppo. Per la ricerca sui ransomware devo riconoscere che, allo stato attuale, non hanno praticamente rivali. Dedicai a Dr.Web un lungo articolo a suo tempo: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... file_12149 Parlando di free, Dr.Web CureIt! avrei potuto inserirlo ma è valido solo per utilizzo in ambito domestico, non in azienda.
  6. Avatar
    Jolly Roger
    20/01/2016 15:18:35
    In questi giorni in laboratorio, stò provando la nuova versione di Dr.Web Security Space 11.0 in un Windows 10 Pro a 64 bit, stranamente nessuna delle società indipendenti la testato ( AV-TEST / AV-Comparatives / Dennis Technology Labs / Virus Bulletin ) ho chiesto informazioni, vediamo cosa rispondono. https://www.drweb.com/?lng=en https://en.wikipedia.org/wiki/Dr._Web
  7. Avatar
    Jolly Roger
    20/01/2016 15:07:44
    Per chi fosse interessato, proprio questo Mese la rivista Pc Professionale, pubblica un ampio articolo che comprende anche gli Antivirus gratuiti, un estratto dell'articolo qui: pcprofessionale.it/2016/01/07/difendersi-gratis-dal-malware/
  8. Avatar
    fabgrig1
    20/01/2016 11:54:21
    non si parla di 360 total security ,una volta ritenuto nelle classifiche indipendenti uno dei migliori antivirus basandosi su tre motori di scansione
Antivirus gratuiti, ecco i migliori - IlSoftware.it