Sconti Amazon
martedì 20 dicembre 2022 di 1029 Letture
Browser: alleanza tra Google, Apple e Mozilla per misurare le prestazioni

Browser: alleanza tra Google, Apple e Mozilla per misurare le prestazioni

Il nuovo benchmark Speedometer 3.0 è il risultato della collaborazione tra Google, Apple e Mozilla. Alla ricerca di un nuovo riferimento per misurare le prestazioni dei browser Web.

Una stretta di mano tra Google, Apple e Mozilla non è certamente qualcosa a cui si assiste tutti i giorni. Eppure i tre grandi nomi si sono accordati per lo sviluppo congiunto di Speedometer 3.0, nuova versione del benchmark che verifica la reattività delle applicazioni Web simulando una serie di interazioni tipicamente eseguite dagli utenti e un ampio ventaglio di carichi di lavoro.

Il progetto Speedometer 3.0 poggia sui motori di rendering Blink/V8, Gecko/SpiderMonkey e WebKit/JavaScriptCore, ovvero i tre utilizzati da Google, Mozilla ed Apple nei rispettivi browser Web. È interessante notare che Microsoft non fa parte della collaborazione appena avviata ma dato che il suo browser Edge si basa sui motori Blink e V8 di Chromium, all'atto pratico l'assenza dell'azienda di Redmond non sembra avere peso.

Gli sviluppatori di browser citano periodicamente alcuni benchmark, spesso realizzati internamente, per affermare che il prodotto è superiore agli altri.

Con Speedometer 3.0 si vuole proporre uno standard condiviso sul quale sia gli utenti che gli stessi ingegneri possano basarsi.

Speedometer esegue molteplici test per verificare le prestazioni del browser nella gestione delle applicazioni Web: i risultati ottenuti possono variare significativamente sulla base del dispositivo e della configurazione hardware utilizzati.

Il benchmark usa sia le API che consentono di modificare direttamente il DOM (Document Object Model) ovvero la struttura della pagina Web sia i principali framework JavaScript come React, React Redux, Ember.js, Backbone.js, AngularJS, Angular, Vue.js, jQuery, Preact, Inferno e Flight. In questo modo la valutazione che viene restituita è correlata con le performance garantite da ciascun browser Web "nel mondo reale".

Su Twitter Google, Mozilla ed Apple hanno tutte confermato la partership alla base del progetto Speedometer 3.0 confermando anche le regole in termini di governance che consentiranno di far evolvere il benchmark senza essere sempre legati all'approvazione all'unanimità delle modifiche proposte.

Al momento la versione più recente di Speedometer resta la release 2.1 ospitata su Browserbench. La versione 3.0 del benchmark è ancora in fase di sviluppo ed è ancora considerata instabile.


Buoni regalo Amazon
Browser: alleanza tra Google, Apple e Mozilla per misurare le prestazioni - IlSoftware.it