2034 Letture
EasyMesh permetterà di creare reti mesh usando dispositivi di differenti produttori

EasyMesh permetterà di creare reti mesh usando dispositivi di differenti produttori

La Wi-Fi Alliance porta al debutto un nuovo programma di certificazione, EasyMesh, con cui si intende promuovere la diffusione di dispositivi di networking tra loro interoperabili per la creazione di reti mesh.

La Wi-Fi Alliance ha appena approvato un nuovo programma di certificazione, battezzato Wi-Fi EasyMesh il cui obiettivo è quello di garantire che router, access point e gateway di diversi produttori siano tra loro interoperabili in modalità mesh.

Le reti mesh permettono di allestire un network wireless in cui ciascun nodo funge da ripetitore estendendo la copertura del segnale. Le reti di questo tipo sono generalmente piuttosto economiche ma, allo stesso tempo, molto affidabili: ogni nodo è infatti a sua volta collegato ad altri nodi. Se uno di essi dovesse venir meno (ad esempio per un problema hardware), i nodi vicini cercano altri percorsi per trasmettere il segnale.

Fino ad oggi il problema era far funzionare più dispositivi di networking tra loro differenti (anche di diversi produttori). Con il programma Wi-Fi EasyMesh la Wi-Fi Alliance certificherà i prodotti che offrono massima compatibilità.

Se, ad esempio, Linksys e Netgear decidessero di rendere i rispettivi device certificati Wi-Fi EasyMesh, gli utenti potranno per esempio creare una rete unica formata sia da elementi Linksys Velop che Netgear Orbi.


EasyMesh permetterà di creare reti mesh usando dispositivi di differenti produttori

Proprio l'interoperabilità ha determinato il successo della tecnologia WiFi: l'utilizzo di un approccio standard anche per le reti mesh abiliterà la definizione di economie di scala.

EasyMesh si compone di due componenti principali: controller e agent. Il primo risiede su un dispositivo collegato alla rete (un gateway o un access point) che controlla e gestisce tutti i device collegati e come essi possono dialogare fra loro.
Gli agent sono invece installati sugli access point mesh e vengono utilizzati per fornire le informazioni richieste al controller, compresi i dati sullo stato della rete.
Nel caso in cui un access point divenisse sovraccarico, su indicazione del controller i nuovi client potranno passare automaticamente su access point meno sfruttati.


Pur proponendo uno standard ufficialmente approvato, EasyMesh offrirà comunque l'opportunità ai singoli produttori di differenziarsi aggiungendo nuove funzionalità per l'ottimizzazione del traffico di rete.

EasyMesh permetterà di creare reti mesh usando dispositivi di differenti produttori