6258 Letture

Il lancio dell'iPhone 5 sfruttato per diffondere malware

Il nuovo modello di "melafonino" dovrebbe essere presentato al mondo, da parte del CEO di Apple, nel corso della giornata odierna. Per i criminali informatici è una di quelle occasioni che non è possibile perdere. I ricercatori di Sophos, nota azienda attiva nel campo della sicurezza informatica, ha individuato una campagna di spam, perpetrata via e-mail, che - con un appeal grafico molto accattivante -, sembra promuovere il nuovo iPhone 5 di Apple svelandone in anteprima alcuni dettagli.
Il messaggio di posta elettronica, ad un primo sguardo, sembra provenire da Apple: in realtà, i malintenzionati hanno semplicemente alterato l'indirizzo e-mail indicando un falso account Apple.

Cliccando sui link inseriti nel messaggio di posta, gli aggressori tentando di indurre l'utente a scaricare dei malware concepiti espressamente per i sistemi Windows (i possessori di macchine Mac OS X sono stati al momento ignorati). I campioni di componenti nocivi sono stati classificati da Sophos con l'appellativo Mal/Zapchas-A.


Gli annunci di prodotti particolarmente attesi sono solitamente sfruttati da chi sviluppa malware con l'intendo di diffondere rapidamente le proprie "creature". Succede con gli eventi che suscitano particolare interesse nell'opinione pubblica ma anche con oggetti e prodotti software sui quali, nel corso del tempo, si sono susseguite indiscrezioni e voci di corridoio.

Il lancio dell'iPhone 5 sfruttato per diffondere malware - IlSoftware.it