4569 Letture
Il nuovo Edge basato sul motore di Chromium fa mostra di sé

Il nuovo Edge basato sul motore di Chromium fa mostra di sé

Nelle scorse ore è stata pubblicata una versione di anteprima di Edge: si tratta di un rilascio non ufficiale che permette comunque di avere contezza, in anteprima, delle novità del browser Microsoft costruito sul motore di Chromium.

Nel corso dell'ultimo fine settimana è apparsa in rete una versione leaked del nuovo browser Microsoft Edge, un file del peso pari a circa 110 MB proveniente da una fonte non ufficiale che mostra in anteprima il funzionamento del browser basato sullo stesso motore di rendering di Chromium: È tutto vero: Microsoft abbraccerà Chromium ma non cestinerà Edge.

Il nuovo Edge permetterà agli utenti di scegliere quale motore utilizzare: quello di Chromium oppure il tradizionale EdgeHTML adoperato dal browser sin dal momento del lancio di Windows 10.
L'engine di Chromium è utilizzato da Chrome, Opera, Vivaldi, Brave: gli unici browser che usano soluzioni differenti sono Firefox e Internet Explorer il cui sviluppo è da considerarsi ormai accantonato (fa eccezione il rilascio di aggiornamenti destinati alla correzione di problematiche di sicurezza).


Il nuovo Edge basato sul motore di Chromium fa mostra di sé

La versione leaked del nuovo Edge appare basata su Chromium 75 e appena avviata chiederà all'utente se intende importare da Chrome dati come i siti web preferiti, la cronologia della navigazione, le password, le informazioni per il completamento automatico dei form.

Il layout dell'interfaccia grafica di Chromium è stato parzialmente conservato anche se adattato al tradizionale look delle applicazioni Microsoft. "Sotto il cofano" è stata inoltre rimossa la tecnologia Google Safe Browsing per privilegiare Microsoft SmartScreen.

La buona notizia è che Edge, oltre a consentire l'installazione delle estensioni dallo store di Microsoft (vedere Estensioni Chromium per il browser Edge: 81 già rese compatibili), permetterà anche il download da altri store come quello di Chrome.


Il nuovo Edge basato sul motore di Chromium fa mostra di sé

Addirittura, digitando edge://flags, gli utenti avranno la possibilità di configurare in profondità il comportamento della nuova versione del browser Microsoft, esattamente come avviene con Chromium e Chrome.

Il nuovo Edge basato sul motore di Chromium fa mostra di sé

Inutile dire che l'adozione del motore di Chromium da parte di Edge potrebbe diventare la giusta leva per Microsoft per acquisire importanti quote di mercato e una spina nel fianco per Google. Al momento (dati Netmaketshare aggiornati a febbraio 2019) Chrome vanta il 66,9% delle quote mentre Edge "naviga" intorno al 4,8%.
Tra i due prodotti, in seconda e terza posizione, si collocano Firefox (9,4%) e Internet Explorer (6,7%).
La possibilità di usare un browser (Edge) che permette il rendering delle pagine web esattamente come Chromium e Chrome, dotato di funzionalità molto simili e del supporto per le stesse estensioni potrebbe indurre una buona fetta di utenti a non installare più il browser di Google.

Il nuovo Edge basato sul motore di Chromium fa mostra di sé